Riceviamo e pubblichiamo

caPanorama CoazzeCoazze, nel cuore della Val Sangone all’interno del Parco Regionale Alpi Cozie, inaugura la bella stagione con un calendario ricco di appuntamenti per far conoscere le sue innumerevoli attrattive.
Paesaggi incontaminati, antiche borgate in pietra, prodotti enogastronomici di tradizione di qualità, percorsi per gli escursionisti e per gli amanti delle due ruote, lo rendono un territorio tutto da scoprire a pochi chilometri da Torino.
Sabato 4 maggio il comune aspetta i visitatori per una passeggiata tra boschi e campi alla scoperta delle erbe spontanee accompagnata da guide botaniche. L’iniziativa “La primavera nel piatto” si conclude con una degustazione di mieli di montagna e una merenda sinoira. A seguire “Diamo voce a suolo”, una serata dedicata alla difesa del suolo, tra interventi di esperti e performance di artisti.
Domenica 5 maggio al via la quinta edizione della fiera agricolo-forestale “Lu Bo e la Fejri” la cui tematica principale è il bosco e il legno. Sono esposti attrezzature per l’agricoltura, macchinari per le attività forestali, materiali ecosostenibili, architettura ecologica, piante, fiori e animali, prodotti artigianali ed enogastronomici locali. È prevista un’area di street food, giochi per bambini, e attività come passeggiate a cavallo, balli occitani e musica, dimostrazioni di filatura e tessitura tradizionale e di intaglio del legno. Durante tutta la fiera abilissimi scultori realizzano sculture in legno con la motosega. (articolo RP F&G News)
Sabato 11 maggio i libri per ragazzi saranno i protagonisti a Coazze con “Librinquota”. Argomento di questa edizione è “Segni. L’alfabeto del mondo“. L’evento, che comprende laboratori, performance teatrali, interventi di autori, intermezzi musicali, mostre, installazioni, ha come scopo principale il divulgare tra le giovani generazioni il piacere della lettura, facendo sviluppare una riflessione personale e giocosa sui contenuti.
Val Sangone_1Anche quest’anno luglio sarà il mese tradizionalmente dedicato a Pirandello. Il drammaturgo siciliano si trasferì con la famiglia per una lunga vacanza nel 1901 proprio a Coazze. Il borgo storico conserva ancora il campanile – il cui motto riportato sopra “Ognuno a suo modo”, ispirò Pirandello per una delle sue opere più famose, “Ciascuno a suo modo”. Tre sono gli eventi previsti quest’anno.
Sabato 6 luglio, nella tipica atmosfera della villeggiatura dell’inizio del ‘900, il sindaco Prever, accoglierà per un déjeuner sur l’herbe eleganti signore e distinti Monsù, i notabili di Coazze e i villeggianti arrivati dalla città in attesa dell’amico poeta appena giunto da Agrigento ospite della sorella. Un vero viaggio nel tempo per ricostruire con tableux vivants lo stile di vita dell’epoca, la moda, la cucina, le gite in montagna e le nuove invenzioni portate da Torino.
Nella splendida cornice di Villa Tosco giovedì 18 luglio ha luogo “Ciaula e la Luna” l’ultimo appuntamento della stagione del Festival di Pirandello e in onore del cinquantenario della discesa sulla Luna.
concerto in quota Coazze_2Infine domenica 28 luglio passeggiata letteraria lungo il sentiero Pirandello.
A luglio,dal 7 al 21 ritorna con la seconda edizione del Festival “Stelle delle Valli”, cinque appuntamenti di musica operistica e sinfonica in collaborazione con la Regione Piemonte e Piemonte dal Vivo. Quest’anno, nell’ottica delle iniziative delle Terre di Sacra si sono aggiunte le città di Avigliana e Giaveno con questo calendario: 7 luglio il Requiem Mozart alla Sacra San Michele, 12 luglio Violetta a Valgioie, 14 luglio il concerto in quota a Coazze, 19 luglio i Carmina Burana nella piazza medioevale di Avigliana, 21 luglio La Buona Novella a Giaveno.
E ancora, due appuntamenti all’insegna del cibo da strada e della musica: “Mangia, cammina e bevi” lungo la passeggiata che porta alla collina del castello il 7 luglio e “Sanduis e bira” nel parco comunale il 13 e 14 luglio.
rievocazione battaglia Forte San Maurizio_1Dopo il grande successo dello scorso anno, domenica 1 settembre verrà riproposta la rievocazione storica della battaglia al Forte San Maurizio. Per i presenti ci sarà la possibilità di vivere le attività nell’accampamento degli Archibugieri del Monferrato: momenti di living history e di didattica, visite guidate per conoscere come vivevano, come vestivano i soldati, quale era la loro dieta e le loro condizioni di vita.
La novità di quest’anno è la prima edizione di 1ª edizione del “Festival Etnika” del 3 agosto, un pomeriggio e una serata nel parco comunale dedicati a stage e spettacoli di danze etniche e percussioni.
Infine per gli appassionati delle 2 e 3 ruote un raduno di lambrette il 22 giugno e un altro di “apisti” il 14 settembre, a conclusione della stagione estiva.
Durante tutta l’estate continuano le panificazioni negli antichi forni delle borgate, “Libri in terrazza” gli appuntamenti con l’autore del sabato pomeriggio, le molteplici iniziative al rifugio Fontana Mura, tra cui vogliamo ricordare “Birra ad alta quota 2019” con cotta pubblica e 1° concorso per homebrewers del 13 luglio, e le imperdibili visite alla Miniera di Talco Garida.
Situata a Formo di Coazze è una delle più antiche delle Alpi risalente al 1888. Percorribile per più di 1000 metri è possibile vedere l’evoluzione della pratica dell’estrazione del talco confrontando le prime gallerie con quelle dagli anni 50 al 68, anno in cui cessò l’attività. Oggi il complesso minerario è un patrimonio storico, culturale e geologico nel quale l’evoluzione delle tecniche estrattive si accompagna a un contesto litologico di straordinario interesse. La visita del percorso in sotterraneo ha una durata di circa un’ora e muniti di caschetti e torce, si potrà vivere quella che era l’attività dei minatori Per la visita alla miniera è indispensabile un abbigliamento adeguato alle escursioni in montagna, con calzature comode ed impermeabili. Altra attrezzatura obbligatoria verrà fornita all’inizio della visita (elmetto di sicurezza con luce). Inoltre, per i gruppi, è possibile abbinare escursioni di mezza giornata o giornata intera (gita escursionistica o visita al museo geologico sperimentale della sezione C.A.I. di Giaveno). Per le scuole sono possibili percorsi didattici tematici.
Numerosi, inoltre, gli appuntamenti per gli appassionati delle due ruote con Coazze Coazze Bike Land_1BikeLand, il progetto dell’Amministrazione che ha permesso la realizzazione di una rete di servizi integrati per gli escursionisti, per i ciclisti su strada e i praticanti della mountain bike avvalendosi di accompagnatori esperti e qualificati e mettendo a disposizione una scuola di mountain bike dedicata in particolare ai bambini. Si vuole ricordare in particolare la MTB Valsangone Race – tappa circuito XC Piemonte cup di domenica 16 giugno, le escursioni notturne in MTB con cena al rifugio del 20 giugno, del 4 luglio e dell’8 agosto.
Dopo la stagione estiva ritorna l’appuntamento con la Festa Rurale del Cevrin di Coazze. Una giornata, domenica 21 ottobre, dedicata al tipico formaggio e ai prodotti di qualità del territorio.
Anche quest’anno la Festa comprende la Rassegna del Formaggio d’Alpeggio. Durante la domenica e nei giorno precedenti si terranno convegni, incontri, eventi, mostra mercato, degustazioni, momenti conviviali e molto altro ancora. Da non perdere la Strada del Cevrin, un percorso enogastronomico tra Giaveno e Coazze, con l’indicazione delle eccellenze gastronomiche locali, tra cui il formaggio, presidio Slow Food, delle strutture ricettive e dei luoghi da visitare.

Per informazioni: Ufficio Turistico Coazze
0119349681 – turismo@comune.coazze.to.ithttp://coazze.com/ufficio-turistico/