di Fabrizio Capra – direttore artistico RP Event

terza parte

models Elisabetta e Asia - foto Sergio Di
models Elisabetta e Asia – foto Sergio Di

Braccia, mani, spalle e occhi: quattro parti del corpo di una modella che hanno una importanza fondamentale, estremamente fondamentale, quando si entra in passerella, perché un utilizzo non consono può inficiare tutto il lavoro fatto e il successo della sfilata.
Ma non sono solo queste che dobbiamo curare se si vuole aver successo in passerella.

Braccia e mani
La loro funzione in passerella è quella di incorniciare il resto del corpo e creare movimento, non dovranno mai essere di troppo ma in armonia con il resto del corpo.
Il movimento deve essere sempre accompagnato, rispetto alle gambe deve essere contrario.
La posizione standard in una sfilata è quella “a penzoloni” però non è detto che per tutta la camminata in passerella si tenga quella posizione abbandonata.

model Sabina - foto Vittorio Destro
model Sabina – foto Vittorio Destro

Possono essere vari i movimenti da fare – a volte dettati dalle coreografie, altre volte lasciati nella scelta da parte della modella – che proviamo ad esemplificare, ricordando che bisogna sempre fare tutto con grande naturalezza: giocare con gli indumenti, se lo consentono, tipo tasche, cerniere, bottoni, cinture, lacci; metti una mano o entrambe sui fianchi; se indossi degli occhiali sfilali, levarsi il cappuccio, sfilare la giacca.
Rammentiamo naturalezza, senza eccedere nel forzare i movimenti.
Spalle
Devono sempre risultare rilassate.
Torace
Va tenuto rigido al fine di esaltare il vestito indossato.
Occhi
Facciamo tutto bene in passerella ma gli occhi non trasmettono sicurezza e femminilità inficiamo tutto.

model Olga - foto Giusy Virgilio
model Olga – foto Giusy Virgilio

Appena entrata in passerella e si da principio alla camminata diventa utile individuare un punto di riferimento da fissare durante la sfilata, azione che aiuta a migliorare l’equilibrio e allo stesso apparire grintosa e sfrontata.
Equilibrio
La postura è ben curata ora diventa importante l’equilibrio.
Se non l’avete oppure avete paura di non mantenerlo non rimane che il caro e vecchio metodo dei “libri in testa”, un metodo perfetto per imparare a camminare in posizione eretta.
Come muoversi in passerella
Bisogna sempre sfilare, salvo richieste particolari da parte del coreografo, incrociando i passi con eleganza e raffinatezza ponendo particolare attenzione a non inciampare.
Come muoversi in passerella, poi, dipende dalla tipologia di sfilata.

model Valeriya - foto Vittorio Destro
model Valeriya – foto Vittorio Destro

Se si sfilano abiti giovani l’incidere del movimento deve essere deciso, falcate lunghe che vadano a evidenziare bene le gambe; nelle sfilate di alta moda il passo deve essere più lento, caratterizzandolo con l’eleganza dello sfilare; nelle sfilate di intimo deve risultare tutto accattivante con una postura e uno sguardo ammiccante nei confronti degli spettatori, sempre senza esagerare.
Bisogna sempre rendere l’idea di ciò che si va a proporre in passerella.

Ora siete pronte per entrare in passerella e lasciare il pubblico a bocca aperta.
La prossima settimana con una serie di consigli andremo a ricordare quanto raccontato in queste prime tre uscite.

Prima parte
Seconda parte