di Roberta Pelizer
petocchi gruppo
foto di Antonio Petocchi

Essere titolari e gestire una agenzia eventi è il sogno di molte persone, soprattutto di coloro che credono, in modo superficiale, che questa sia una attività dove sia sufficiente un po’ di fantasia e tanta voglia di fare per creare un evento.
È vero che queste caratteristiche ci devono essere ma non sono sufficienti se non si hanno le basi giuste.
Il lavoro di una agenzia eventi si basa principalmente su un rapporto a due binari paralleli: quello con i clienti e quello con il pubblico.
Due destinatari dei nostri servizi che bisogna conoscere bene e rispettare prima di inoltrarsi in una  qualsiasi proposta di attività.
Non bisogna pensare che tutto sia facile perché di facile c’è solo il risultato finale, quello che vede la maggior parte delle persone che assistono da spettatori a quanto una agenzia propone.

backstage sfilata
foto Francesco Barilaro

Nel nostro settore il rapporto con le persone è importantissimo, siano esse i committenti del servizio ovvero il cliente dell’agenzia, siano esse il pubblico ovvero i clienti o potenziali clienti del negozio per il quale l’agenzia opera: noi dobbiamo pensare a entrambi se vogliamo fare bene il nostro lavoro.
Questo rapporto è alla base di tutto e, soprattutto, non deve essere sottovalutato nel caso di una agenzia come la RP Event che non si occupa solo di sfilate di moda ma, anche, di altri eventi e iniziative in cui il rapporto con il pubblico è fondamentale e può determinare il successo di un lavoro o meno.
Questa rapporto prende il nome di “capacità relazionale” e rappresenta il primo fondamentale tassello per garantire il successo delle nostre attività.
Non dobbiamo mai sentirci appagati, mai sederci per bearci dei successi delle nostre iniziative, mai dormire sugli allori: la società di oggi viaggia veloce e perdere, anche solo per un attimo, il ritmo della marcia ci fa correre il rischio di sprofondare nelle retrovie rendendoci impossibilitati nel garantire servizi efficienti e professionali ai nostri clienti.
Arenarsi, pertanto, sul lavoro consolidato è altamente rischioso.
E qui andiamo a conoscere altri due concetti: dinamismo e flessibilità.

Donne in movimento foto Sergio Di
foto Sergio Di

Essere dinamici e flessibili permette di affrontare ed eventualmente salvare ogni situazione.
Non esiste nulla di statico e definito, tutto può cambiare all’improvviso, anche all’ultimo minuto.
Ben lo sa il direttore artistico della RP Event al quale capita di veder stravolto all’ultimo quanto programmato e solo un buon allenamento “mentale” aiuta a risolvere ogni cosa, anche all’ultimo secondo, a evento in corso.
Poi il settore in cui opera la RP Event è, per sua natura, un qualcosa in continuo movimento, sviluppo e allora accanto a dinamismo e flessibilità diventa necessario aggiungere anche la capacità di saper tenere sempre sotto controllo le fila di tutto.
Diventa facile che quanto si sta programmando si trasformi in un campo minato e pericoloso dove è necessario conoscere perfettamente le giuste procedure e le corrette metodologie per poter dimostrare di essere sempre all’avanguardia e competitivi, altrimenti si rischia di mettersi sul piano di tanti “dilettanti allo sbaraglio” che si esaltano di risultati minimi o inesistenti e che alla fine non portano da nessuna parte e rischiano di diventare controproducenti per tutti.
Allora per ottenere risultati positivi bisogna saper abbinare la passione, il talento e il feeling con la tecnologia, tutti elementi che ci permettono di essere entusiasti del lavoro che facciamo, anche di fronte alle difficoltà e agli inevitabili ostacoli, che ci consentono di ottenere risultati che affrancano la nostra figura sia all’esterno sia all’interno della RP Event e che ci supportano nella nostra capacità organizzativa.

Roberta Pelizer - titolare RP Event - foto Sergio Di
Roberta Pelizer – titolare RP Event – foto Sergio Di

Ecco perché nello staff della RP Event “voglio” solo persone motivate, piene di passione, capaci di esprimere al massimo le loro capacità e professionali affinché tutto possa sempre andare per il verso giusto, persone di cui posso fidarmi e che devono essere in grado di mettere nelle condizioni di potersi fidare di loro sia chi fa parte del team dell’agenzia sia chi si rivolge alla RP Event per chiedere servizi.
Solo così possiamo affrontare giorno dopo giorno quelle che sono le nuove sfide , sia nei confronti di clienti già consolidati sia di clienti che si avvicinano alla RP Event per la prima volta.
… e la RP Event con tutto il suo staff è pronta ad affrontare le nuove sfide che nel 2019 si prospetteranno.