Fermo vetrina internazionale delle Marche e dell’Italia di qualità

Riceviamo e pubblichiamo
Dal 24 aprile al 2 maggio entra nel vivo Tipicità in doppia modalità. Tipicità Phygitaledition  disegna le nuove rotte glocali.

New York, Montreal, Dubai e Cina che dialogano con le identità locali e indicano cosa si aspetta dall’Italian Style il mondo in questa nuova era.
Sono le Connessioni che saranno sviluppate durante l’edizione 2021 di Tipicità, dal 24 aprile al 2 maggio, tutta giocata nel rimbalzo tra dimensione fisica ed opportunità digitali.

Tipicità è organizzata dal Comune di Fermo, in collaborazione con Regione Marche ed un nutrito gruppo di realtà pubbliche e private, con la project partnership di Banco Marchigiano.
«Siamo già in una nuova dimensione e ci sono tantissime opportunità per il nostro “saper fare”, ma anche per l’attrattività di territori a vocazione “accogliente”, come quello fermano e marchigiano” – dichiara il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, che aggiunge – Occorre un nuovo modo di raccontarsi e gli strumenti giusti per farlo. Da Fermo questa iniziativa vuol essere il contributo dell’ampia community di Tipicità – composta daEnti, Atenei, aziende ed associazioni del territorio – a questo processo di auspicata crescita!».

Paolo Mieli – Angelo Serri
Paolo Calcinaro – Tipicità 2019

Tipicità Phygitaledition avrà il quartier generale a Fermo, ma poi l’intenso programma di iniziative vedrà protagonisti anche altri territori d’Italia e del mondo, comprese le comunità francesi di Anglet e Cagne SurMer, insieme alla città tedesca di Ansbach.
«La pandemia ha accelerato in maniera impressionante la crescita di nuove sensibilità e di inediti stili di consumo – sottolinea Angelo Serri, direttore di Tipicità – e, di pari passo, anche l’attitudine del mondo a dialogare e ad acquistare attraverso i più disparati device, ha conosciuto uno sviluppo rapidissimo, che ha bruciato le tappe della transizione digitale»”.

Fermo

A consentire la massima fruibilità per un pubblico che, nell’ultima edizione “phygital” di Tipicità ha superato i 210.000 utenti su FB con il 6% degli accessi al sito da USA e Canada, la piattaforma di scambio, uno strumento sviluppato in modo da rendere “fisiche”, e quindi raggiungibili ed assaggiabili, le proposte promosse nel palinsesto, come: biglietti aerei, selezioni di prodotti tipici, oggetti della manifattura d’autore, ricette gourmet, percorsi urbani e rurali.
Tutti prodotti e servizi che, prenotandoli ed acquisendoli, saranno prontamente “trasformabili” in concrete esperienze.
Per accedere al programma www.tipicita.it

Fermo. Tipicità special edition: si parte!

Riceviamo e pubblichiamo
Dal 28 novembre all’8 dicembre a Fermo, il “Festival del bello e del buono”, tra fisico e digitale.

Aste digitali e “pacchi” speciali, show di personaggi noti, incontri professionali, tour fisico/digitali.

Ciauscolo – Tipicità 2019

Dal 28 novembre e fino all’8 dicembre è in onda un’edizione del tutto speciale di TipicitàFestival, con un format che esplora le dimensioni della nuova esperienza. Cibo, “saper fare” e territori a confronto con la “nextnormal”.
L’iniziativa, concepita insieme al Comune di Fermo dall’organizzazione dell’ormai tradizionale manifestazione, avrà simbolicamente il suo quartier generale al Fermo Forum, consueta sede del Festival. Particolare attenzione, in questa Special Edition, è dedicata alle “fragilità” e all’inclusione di tutta la comunità, in un momento nel quale è fondamentale tenere alta l’attenzione sulle persone, ma anche sulle produzioni e sui territori.

Brodetto – Tipicità 2019

Tipicità “on demand”. Dal digitale al palato il passo è breve! Gustare pietanze gourmet a casa propria, fare spesa in fattoria, ricevere “i pacchi di Tipicità”. Queste le proposte innovative del Festival attraverso una nuovissima piattaforma. Oltre 120 aziende e realtà territoriali si presentano ed interagiscono proponendo le migliori offerte, la storia che le rende uniche, le proposte innovative.
Gli eventi. La biodiversità in cucina, il “tartufo day”, “dal grano alla pasta”, le nuove frontiere enologiche, il “giro d’Italia dello stoccafisso”, innovazione e sostenibilità del mare e blue economy, ma anche piano di sviluppo rurale e tipicità di nicchia. Dal Grand Tour delle Marche fino ai collegamenti con Canada, Emirati Arabi, Francia, Germania ed Inghilterra. E poi il nuovo turismo esperienziale, l’evoluzione del cibo, l’impresa nel dopo-pandemia. Oltre 20 le iniziative da gustare nelle undici giornate del Festival.

Oscar Farinetti

I personaggi. Tipicità è prima di tutto una community! Sono tanti i personaggi noti che porteranno la loro carica di intrattenimento, stimoli, competenza. A partire da Oscar Farinetti con la performance “nuove parole per nuovi scenari”, Tinto con “Ma che bontà… i racconti di Tipicità”, il direttore di Wall Street Italia Leopoldo Gasbarro e quello di Italia a Tavola Alberto Lupini, Chef Rubio e i suoi nuovi percorsi, oltre a Gioacchino Bonsignore del TG5, Marco Ardemagni di Caterpillar AM, Riccardo Cotarella, presidente mondiale degli enologi e Antonello Maietta, presidente dei sommeliers AIS.

Tinto

Come partecipare. I contenuti di Tipicità sono fruibili da tutti coloro che vogliano partecipare, semplicemente collegandosi dalla pagina Facebook di Tipicità. Guardare gli eventi, esplorare i prodotti e le aziende, ricevere le tipicità a domicilio, dialogare con i protagonisti: il tutto nella modalità più semplice e accessibile. Per gli operatori professionali ci sarà anche la possibilità di realizzare incontri utilizzando il sistema di “matching” messo a disposizione dall’organizzazione.
Info: www.tipicita.it; Facebook @TipicitaFestival

Tipicità: in Canada è serie TV!

Riceviamo e pubblichiamo
Nel Paese nordamericano in onda un format televisivo che esplora piatti e luoghi delle Marche. La regione “best in travel 2020” di Lonely Planet alla ribalta sugli schermi televisivi canadesi.

Le Marche e l’Accademia di Tipicità protagoniste di una SERIE TV! Ad un anno dalla missione svoltasi in Canada, organizzata da Tipicità nel novembre 2019, si affacciano all’orizzonte nuove opportunità per le aziende e per il turismo Made in Italy.

Questa volta è ICI Television, emittente multiculturale quebecchese con oltre due milioni e mezzo di spettatori, ad accendere i riflettori su Tipicità e sulla regione “Best in Travel 2020” di Lonely Planet, nell’ambito di un programma televisivo dedicato alle eccellenze della cucina italiana.
Gli chef dell’Accademia di Tipicità, capitanati da Luca Facchini, sono gli attori protagonisti di una serie di puntate televisive caratterizzate da un coinvolgente format di oltre venti minuti ciascuna, dedicate ai sapori ed ai segreti della “nuova grande cucina marchigiana”.

Ogni appuntamento propone anche un tuffo nei panorami mozzafiato e nei centri storici da cartolina della regione al plurale, nonché  una pillola nutrizionale a cura di Scienze Gastronomiche dell’Università di Camerino, già protagonista della missione canadese ed ora a fianco di Tipicità per promuovere il valore “nutraceutico” dei prodotti agroalimentari made in Marche.
In Canada ed in particolare nel Quebec – afferma Silvia Costantini, Console Generale d’Italia a Montreal – c’è un grandissimo interesse per i prodotti italiani di alta qualità e per le attrattive storico-artistiche, naturalistiche, paesaggistiche e culturali offerte da regioni ancora poco conosciute come le Marche!”.

Lo chef Gianmarco Di Girolami è stato il protagonista della prima puntata, andata in onda con la conduzione di Nick De Vincenzo e Silvana Di Flavio, due personaggi di punta in ICI Television molto popolari in Quebec. Sarà poi il momento della chef Barbara Settembri e, a seguire, degli altri alfieri dell’Accademia di Tipicità ad esibirsi nell’avveniristico Food Lab di Ancona messo a disposizione da Confcommercio Marche Centrali, allestito a set televisivo per l’importante occasione.
In questo difficile momento per gli scambi e la mobilità internazionale – sottolinea Angelo Serri, direttore di Tipicità – è fondamentale mantenere accesi i riflettori sulle eccellenze che costituiscono l’italian style, ossia quel Vivere all’Italiana che il mondo adora”.

Ed ora l’organizzazione di Tipicità è al lavoro per un’edizione speciale del Festival, programmata dal 29 novembre all’8 dicembre,caratterizzata da formule innovative e da un grande network locale-globale per valorizzazione di piccole e grandi eccellenze, stimolando percorsi nuovi ed opportunità incrementali, come recentemente riconosciuto dal prestigioso Travel Food Award 2020 assegnato a Tipicità in occasione del TTG di Rimini per il progetto Grand Tour delle Marche.

Sibillini in Rosa: a Montedinove tra i profumi dell’antica e salutare mela di montagna

Riceviamo e pubblichiamo
Con il Grand Tour delle Marche alla scoperta di un presidio Slow Food dell’alto Ascolano.

Non più eventi per evitare assembramenti ed il Grand Tour delle Marche accende i riflettori dove gli assembramenti non ci sono… per natura!

La montagna che non vuol morire si ripropone, anche con le tecnologie digitali, attraverso un prodotto che è icona di salute e benessere.
La mela rosa dei Monti Sibillini, un frutto antico ma quanto mai adatto alle sensibilità attuali,non finisce mai di stupire: gustosa, salutare, mai banale.
Dai cocktail più sfiziosi alla pasticceria gourmet, degna compagna di pregiati risotti e succulenti carni aromatizzate.
E non disdegna nemmeno la cosmetica!
Anzi, ne scopre ogni giorno nuove virtù.
Montedinove è una delle “capitali” storiche della mela rosa e riserva tante sorprese agli “esploratori” più curiosi. Tuttavia, per l’ormai arcinota situazione sanitaria, in questo 2020 non si svolgerà il consueto Festival dedicato al prezioso frutto ma, a partire dal 31 ottobre e per tutto il periodo autunnale, sarà possibile apprezzare gli incanti della mela rosa e del territorio. Senza assembramenti, senza particolari ed inopportuni eventi in presenza, in tutta sicurezza!

All’ingresso del centro storico sarà allestito un invitante Emporio dei Sibillini, che sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre darà la possibilità di acquistare le squisitezze “di alta quota”: dai marroni di Montemonaco, alla patata dei Sibillini fino, ovviamente, a sua maestà la mela rosa.
Un’apposita mostra pittorica introdurrà i più curiosi ad un’inedita versione del pregiato pomo “immortalato” in altrettante opere d’arte, e nei due ristoranti del paese (ristorante dell’Hotel Del Duca e “La conchiglia”) sarà possibile assaggiare menù a tema, piatti che sono ormai entrati nelle abitudini e nelle “carte” dei locali.

Domenica primo novembre alle 18:00, in digitale direttamente dall’Accademia di Tipicità, l’eclettico e rinomato chef Enrico Mazzaroni offrirà un coinvolgente “show coking on-line” dal titolo “La mela rosa dà spettacolo in cucina”, per apprezzarne le innumerevoli sfaccettature e doti nel piatto, ma anche per apprendere tante curiosità dalla viva voce di accademici ed esperti.
Ci sarà anche un contest fotografico: i migliori scatti che immortalano la mela rosa saranno omaggiati di una “super porzione”.

Infatti, una delle caratteristiche salienti che caratterizzano questo pregiato dono della natura è proprio la lunga conservabilità, che la rende ottima, fragrante e profumata per l’intera stagione invernale.
Sulla piattaforma di Tipicità http://www.tipicitaexperience.it tutte le informazioni per fruire delle iniziative in digitale e per approfondire informazioni sulla mela rosa e sulle proposte del territorio.

Al Grand Tour delle Marche conferito il Gist Travel Food Award 2020

Riceviamo e pubblichiamo
È marchigiano il miglior progetto per rivitalizzare l’Italia nel periodo COVID. Il prestigioso premio assegnato dal Gruppo Italiano Stampa Turistica.
Angelo Serri e Massimo Cupillari ricevono
il Gist Travel Food Award 2020

C’è un’Italia che non si arrende, ma anzi, rilancia!
All’ombra dei campanili c’è un Paese che non si ferma, ma nelle difficoltà dimostra di avere la capacità di reinventarsi, nonostante le ripetute battute d’arresto di questi mesi.
Con responsabilità ed attenzione alla salute della collettività.
Proprio questa constatazione ha contribuito a determinare l’assegnazione del prestigioso premio Gist Travel Food Award 2020 al Gran Tour delle Marche, selezionato tra decine di candidature come Miglior Iniziativa-Evento.

i premiati

Giunto alla 3ª edizione, tematizzata quest’anno con lo slogan Restart&Reload, il Gist Travel Food Award è organizzato dal Gruppo Italiano Stampa Turistica per incoraggiare quelle realtà che dimostrano un impegno per la valorizzazione e la salvaguardia del loro patrimonio gastronomico-culturale attraverso la promozione di un turismo gourmand improntato al rispetto dell’ambiente, delle identità e delle culture locali.
Dal palco di Arena Italy del TTG Travel Experience di Rimini, il presidente del GIST Sabrina Talarico e il presidente della giuria Vittorio Castellani hanno condotto la cerimonia di premiazione che ha registrato la presenza di Giorgio Palmucci, presidente dell’ENIT, Ente che ha patrocinato l’iniziativa.

Angelo Serri e Massimo Cupillari

Il premio è stato conferito al Gran Tour delle Marche con la seguente significativa motivazione: “Pochi giorni dopo la fine del divieto agli spostamenti interregionali, gli organizzatori del Gran tour delle Marche erano già pronti a partire con il primo evento di una lunga serie, che ha segnato in modo estremamente efficace, e allo stesso tempo sicuro, la ripartenza turistica ed enogastronomica della regione, già duramente provata negli anni scorsi dal terremoto. Il loro ricco programma itinerante, che ha toccato le località sulla costa così come i piccoli borghi dell’entroterra, merita il Travel Food Award 2020 come Migliore Iniziativa o Evento”.

Congratulazioni da parte della Redazione di RP Fashion & Glamour News.

Tolentino… Marketing Experience. Anteprima del saper fare

Riceviamo e pubblichiamo
Domenica 18 ottobre l’anteprima di una proposta che entra a pieno titolo nel Grand Tour delle Marche: Tolentino diventa Making Experience. Anche Gioacchino Bonsignore, caporedattore del TG5, all’iniziativa che esalta genio e manualità delle produzioni che rendono grande l’Italia nel mondo.
Tolentino – Storico Mercato

Quando “l’Italia fa l’Italia”, il mondo ammira la nostra capacità di trasformare la materia in vere e proprie opere d’arte. È ciò che accade, ad esempio, nell’operoso centro di Tolentino, situato su quella che potremmo definire “la vallata della manualità”, la Val di Chienti, lungo la quale si alternano saperi sedimentati che danno vita ad oggetti di alta gamma, dalla pelletteria di pregio, proprio a Tolentino, fino alle calzature del distretto fermano-maceratese.

Tolentino – Panorama

Domenica 18 ottobre, a partire dalle ore 17.00, un evento-anteprima ospitato nel prestigioso Teatro Politeama accende i riflettori su TolentinoExpo Making Experience. Con un opinionista d’eccezione come Gioacchino Bonsignore, caporedattore del TG5, si susseguiranno in un vero e proprio show esibizioni live di abili maestri pellettieri, demo digitali, esperienze sensoriali ed enogastronomiche, testimonianze e contributi dal mondo del fashion, con partecipazioni anche dagli USA e dalla Cina.

Tolentino Conceria

Un programma che vuol presentare quel che avverrà nell’affascinante centro storico di Tolentino in occasione delle settimane prenatalizie, quando un’intera città diverrà percorso della manualità e del saper fare, con la possibilità di conoscere ed acquistare manufatti realizzati in maniera “live” ed approfondire, divertendosi con l’ausilio di tecnologie digitali, la storia ed il fascino del mondo legato alla pelle e ad altre espressioni del Made in Tolentino e del Made in Marche.

Azienda Storica Tolentino

L’iniziativa è promossa dal Comune di Tolentino ed è tappa del consolidato circuito di eventi del Grand Tour delle Marche, iniziativa di successo varata in occasione di Expo 2015 dall’organizzazione di Tipicità insieme ad ANCI Marche ed oggi cresciuta e consolidata grazie anche alla project partnership di Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking.
Nella piattaforma www.tipicitaexperience.it e nella app ufficiale di Tipicità sarà possibile esplorare le tante forme della manualità geniale che caratterizza Tolentino ed il territorio marchigiano, nonché tenersi aggiornati sull’opportunità di realizzare esperienze di visita in occasione della TolentinoExpo Making Experience, in tutta sicurezza e con le opportune attenzioni di distanziamento, in quanto sarà possibile organizzarsi in assoluta autonomia ed evitare assembramenti.

Tutti a bordo della nuova Tipicità in Blu!

Riceviamo e pubblichiamo
Ad Ancona, sabato 10 e domenica 11 ottobre, le giornate della blue economy ed il Festival in modalità post-covid.

Entra nel vivo la settimana “clou” della 7ª edizione di Tipicità in Blu!
Si parte mercoledì a bordo del traghetto e si prosegue fino a domenica nelle Sale della Mole Vanvitelliana, quartier generale della manifestazione per tutta la sua durata.

Mole Vanvitelliana

L’edizione 2020 di Tipicità in Blu esplora le dimensioni della “nuova normalità” con contenuti di alto profilo e momenti di “educazione divertente”.
Due i palinsesti: uno professionale, con le giornate della blue economy, e l’altro ludico-educativo, con il Festival vero e proprio in programma nel week end.
Sabato 10 e domenica 11 ottobre minicrociere fino al Conero a bordo del moto-pesca ed animazione artistica a tema curata dal Collettivo Delirio Creativo.

Stoccafisso all’anconitana

Centro propulsore del Festival sarà il Magazzino Tabacchi della Mole, uno spazio ampio da godere con tutte le accortezze e le attenzioni per la migliore sicurezza.
Del tutto nuova la modalità di degustare le prelibatezze di mare e di terra proposta dall’Accademia di Tipicità insieme a MicaMole con lo “Chic-nic in blu”, ossia il pescato dell’Adriatico in versione gourmet, insieme al celeberrimo Stoccafisso all’anconitana, a cura dell’omonima Accademia.
Il tutto in abbinamento ai vini scelti da Marchigianamente con “il Conero nel Calice” ed ai sapori di terra dei produttori selezionati da Coop Alleanza 3.0.

Giornate Blue Economy

Sabato, in un vero e proprio set televisivo e con la voce di Marco Ardemagni da Rai Caterpillar AM, esplorazioni di futuro con gli incontri “The blue Way”, tra blue economy, intelligenze predittive e “nextnormal”.
Poi tutti in cucina per scoprire doti e virtù del pescato adriatico.
Domenica pomeriggio è la volta de “Le meraviglie del corallo”, con Confcommercio Marche Centrali, mentre all’Auditorium della Mole va in scena “Magicamente Plastica”, spettacolo per grandi e piccini dedicato ai segreti del riciclo ed alle mille trasformazioni della plastica.
In città, per tutta la settimana, fruibili i menù e gli aperitivi in blu nei locali aderenti.
Tutte le informazioni e le modalità di accesso, fisiche e digitali, nel sito www.tipicita.it, info@tipicitainblu.it.

Pesce Adriatico

Nautica, agroalimentare e pesca, cantieristica, ambiente e sostenibilità, viaggio e cultura. Sono gli aspetti legati all’economia del mare che saranno invece analizzati da mercoledì a sabato, con momenti in presenza reale ed una grande fruibilità digitale per raggiungere, in Italia e nel mondo, l’ampia comunità di Tipicità.
Mercoledì il primo degli incontri professionali con un approfondimento a cura di Confartigianato Imprese Ancona-Pesaro e Urbino sui controlli della filiera ittica nelle fasi di commercializzazione.
In serata, insieme al Comune di Ancona che organizza Tipicità in Blu in collaborazione con la Camera di Commercio delle Marche, il simbolico “varo” ufficiale a bordo della motonave Anek Lines.

Il Conero nel calice

Giovedì e venerdì, sempre alla Mole, due giornate organizzate da CNA dedicate agli incontri btob, rispettivamente nel settore agroalimentare ed in quello della cantieristica.
Venerdì partenza ufficiale dell’Ocean Hackathon-48 ore per decodificare il mare, con CNR e Università Politecnica della Marche.
Sabato mattina, con “Oro di mare”,è il momento della pesca a cura del FLAG Marche Centro.

Ascoli Piceno: il “Grand Tour delle Marche” diviene esperienza urbana di rinascita

Riceviamo e pubblichiamo
Il 10 ed 11 ottobre ad Ascoli Piceno, nelle Marche, Officina Italia… diventa una festa! Ricostruzione, comunità, buon vivere. Le meraviglie delle aree interne come modello di vita per tutto il Paese.

Il magnifico centro storico di Ascoli Piceno, illuminato dai brillanti riflessi del travertino, diviene palcoscenico ideale per sperimentare  tutte le sfaccettature del buon vivere!

Ascoli Piceno – piazza Arringo

Assaggiare i gustosi e salutari cibi delle aree interne, anche in modalità gourmand, esplorare le dimensioni della mobilità e del design sostenibili, partecipare alla genesi di manufatti di alta artigianalità, sorprendersi di fronte alle evoluzioni digitali che valorizzano l’enorme patrimonio dell’Appennino.
Queste le suggestioni che il 10 ed 11 ottobre propone “Il Piceno: ricostruzione, comunità, buon vivere”, iniziativa promossa da Officina Italia (www.officinaitalia.org) con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno, che nel corso della settimana avrà un prologo con una mostra, una multivisione e convegni dedicati al tema.

Ascoli Piceno – piazza del Popolo

Nell’occasione sarà possibile organizzare la propria esperienza di visita nel “salotto d’Italia”, tra le “rue” e le cento torri del capoluogo piceno, tra olive all’ascolana e trekking urbani, nonché esplorare in modalità immersiva il magnifico territorio circostante seguendo le indicazioni della piattaforma www.tipicitaexperience.it oppure consultando l’app ufficiale di Tipicità.

Ascoli Piceno – Pinacoteca Civica

La manifestazione avrà il suo quartier generale nel palazzo della Pinacoteca Civica affacciato su piazza Arringo, cuore pulsante della città, a due passi dalla Cattedrale di Sant’Emidio.
L’iniziativa è sede di tappa del Grand Tour delle Marche, il circuito di eventi esperienziali che a partire da EXPO 2015 l’organizzazione di Tipicità ha sviluppato con crescente successo insieme ad ANCI Marche e che si avvale della partnership di Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking.

Apecchio (PU) festeggia con birra & tartufo

Riceviamo e pubblichiamo
Il 3 e 4 ottobre un’edizione speciale del Festival inserito nel “Grand Tour delle Marche”. Benessere a cinque sensi nelle Alte Marche, tra cibi eccellenti e salubrità dell’ambiente da vivere con esperienze di turismo attivo.
foto Landi

C’è fermento nelle Alte Marche! Un’inconsueta e vincente accoppiata, birra e tartufo, attende i golosi ed i palati più curiosi per un autunno di esperienze ad elevato contenuto sensoriale.
Il 3 e 4 ottobre, Apecchio (PU) propone la trentottesima edizione di Apecchio Tartufo&Birra-Festival dell’Alogastronomia, un evento tra i più alternativi rispetto alle classiche iniziative diffuse nello Stivale in quanto propone un inedito connubio: il prezioso ed aristocratico tartufo insieme all’effervescente e “sbarazzina” birra artigianale.

In realtà birra e tartufo, fruibili da queste parti in tutto il corso dell’anno, sono due figli eccellenti di un territorio che vanta un ecosistema ambientale invidiabile, del quale l’acqua pura e cristallina ne rappresenta un simbolo, nonché l’ingrediente determinante sia per la produzione di una buona birra che per la qualità del tartufo! Da quest’anno un apposito circuito di locali aderenti al progetto consente di degustare, per tutta la stagione, menù e proposte dedicate all’intrigante “coppia” gourmand!
Per questa edizione “speciale” 2020 il programma prevede tante iniziative in modalità “covid free”, attraverso format che garantiscono le precauzioni più adeguate per vivere la festa nella più assoluta tranquillità: itinerari di trekking con degustazione finale e una pedalata con il “mito” dell’everesting Zico Pieri, reading e momenti musicali, cooking show e performance teatrali a tema cibo, camminate urbane al sapore di birra e tartufo.

Senza trascurare il simbolico e ormai tradizionale momento finale dedicato alla premiazione di Sua Maestà il “Re Tartufo”.
Nel portale www.tipicitaexperience.it e sulla app di Tipicità tutte le informazioni sull’evento e le indicazioni per gustare il connubio birra & tartufo nei locali del circuito.
La manifestazione è una tappa consolidata del Grand Tour delle Marche, promosso dall’organizzazione di Tipicità in collaborazione con ANCI Marche ed in partenariato progettuale con Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking.

Autunno in brodetto a Porto San Giorgio

Riceviamo e pubblichiamo
Fino a fine novembre la tradizionale ricetta De.Co. in assaggio nel circuito dei locali aderenti. Nella nota località balneare del Fermano una tappa “diffusa” per il Grand Tour delle Marche.

Autunno del gusto nelle Marche, con piatti ricchi di sapori adatti all’avvicinarsi della stagione fresca. Il Brodetto, ad esempio, con la sua carica esplosiva di aromi, sfumature e colori, è pronto a deliziare i palati più esigenti.

Fino a fine novembre, a Porto San Giorgio, è possibile gustare il famoso Brodetto De.Co., ossia la ricetta tradizionale che può fregiarsi della prestigiosa denominazione comunale, scoprendolo nei locali aderenti al circuito cittadino appositamente organizzato.
Nella preparazione del brodetto sangiorgese è vietato l’utilizzo di pesce congelato!
Infatti, il pescato utilizzato deve essere rigorosamente dell’Adriatico centrale e vige l’obbligo di utilizzare prodotti ed ingredienti, dal pane all’olio, strettamente locali.
Un’iniziativa che tanto successo ha riscosso in passato e che l’Amministrazione Comunale della nota città rivierasca ha voluto rilanciare come ulteriore stimolo ai consumi fuori casa, in un periodo lontano dai clamori dell’alta stagione, ma anche nell’ottica di un più ampio progetto di promozione turistico-culturale legato alla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale della tradizione marinara.

Nel portale www.tipicitaexperience.it e sulla app di Tipicità, le date ed i locali del circuito che propongono la serata dedicata alla succulenta pietanza marinara, patrimonio comune di tutto il bacino adriatico, ma con varianti assai diversificate in ciascuna comunità locale.
Il Circuito del Brodetto De.Co. di Porto San Giorgio è parte del Grand Tour delle Marche, promosso dall’organizzazione di Tipicità in collaborazione con ANCI Marche ed in partenariato progettuale con Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking.