“Le Brunette”: le t-shirt ispirate a Brunetta Moretti Mateldi

Riceviamo e pubblichiamo
Ispirate alle illustrazioni fashion di Brunetta Moretti Mateldi la linea di t-shirt “Le Brunette” creata dal nipote,  Moretti, cofondatore insieme ad Elisa Italiani del brand. 

Brunetta Moretti Mateldi, amica della famiglia Villani e in special modo del noto artista Dino Villani, il quale è conosciuto in tutto il mondo come “il padre della comunicazione integrata” – nonché nonno della fondatrice del press office Rossella Villani – e creatore del noto concorso di bellezza Miss Italia ha portato il suo estro e il suo indistinguibile stile in svariati progetti di Dino che si sono rivelati dei veri e propri capolavori artistici, come tutte le creazioni che nascono dall’incontro di due geniali menti creative.
Brunetta Moretti, colei alla quale Gio Ponti ha dedicato il grattacielo Pirelli, è l’unica artista italiana ad aver collaborato, negli anni d’oro della moda, con il newyorkese Harper’s Bazar e Vogue, e collaboratrice assidua de Il Corriere della Sera, l’Espresso e numerose altre testate nazionali italiane, ha dedicato tutta la sua vita alle donne.
Definita dal londinese Sunday Mirror una delle “Eighteen of the world’s most powerful women”, ha proseguito la sua infaticabile carriera artistica in una lunga teoria di mostre e riconoscimenti, fra cui l’Ambrogino d’Oro per le persone che hanno fatto grande Milano.
Oggi Brunetta Moretti, mancata nel 1989, rivive in una collezione esclusiva di t-shirt d’autore: Le Brunette, che ripropongono lo sguardo ironico e graffiante dell’artista.

Sul sito ufficiale del brand, la produzione di t-shirt raffiguranti, in esclusiva, i disegni originali di Brunetta e presto ceramiche d’autore sempre impreziosite dalle sue illustrazioni.
Ho voluto fare un gesto di riconoscenza verso mia zia Brunetta, riattualizzando il suo nome e le sue opere in quel contesto moda che ha caratterizzato tutta la sua vita”, dice suo nipote Massimo Moretti, cofondatore insieme ad Elisa Italiani del brand Le Brunette.
Brunetta ha fatto delle donne e del loro stile una fonte di ispirazione e un modo per celebrarle.
L’idea iniziale allora è stata, perché non vestire le donne con le donne di Brunetta?
” continua Elisa Italiani.

Le t-shirt Le Brunette ripropongono dunque le creazioni illustrative di Brunetta Moretti con tre differenti liness di stampe di pregio: Iconic, una serie monocromatica sul nero; Colors, illustrazioni con tocchi di colore tonalità pastello; Summers, una collezione dal taglio diverso con maniche più corte rispetto la media e un tessuto più leggero, le stampe sono mixate tra total black e, a sprazzi, nuances colorate o texture geometriche.
Tutte le illustrazioni sono applicate su tessuto realizzato con fibre naturali certificate provenienti da piantagioni coltivate in modo eco-sostenibile.
Ogni dettaglio è studiato, anche il packaging infatti è ecosostenibile e totalmente compostabile.

Le t-shirt Le Brunette sono acquistabili sull’e-commerce https://lebrunette.shop/.

ICONIC

COLORS

SUMMERS

L’ironia della Danza Macabra. Le nuove t-shirt dell’artista Diego Gabriele

Riceviamo e pubblichiamo
La nuova collezione di tshirt dedicate alla Danza Macabra dell'artista e designer Diego Gabriele.

Trovo la Danza Macabra un soggetto estremamente ironico, sebbene inquietante”. 
Diego Gabriele illustra la sua danza macabra, con un movimento e una vivacità più simili ai manufatti de Los Muertos in Messico che all’iconografia del nostro tardo medioevo.
I suoi cinque scheletri in fila non hanno niente di spaventoso: il primo suona la fisarmonica, il secondo il flauto, l’altro è intento a far risuonare un tamburo, il quarto sguaina la spada e il l’ultimo si esibisce con un improbabile violino.

Dopo un sondaggio sui social è nata una collezione di t-shirt in vendita sul suo sito  www.diegogabriele.it/shop/
Per evitare una inutile sovrapproduzione Diego Gabriele ha deciso di appoggiarsi a uno stampatore on demand, stampando solo le t-shirt effettivamente ordinate così da limitare l’impatto ambientale.
Completano la collezione la mascherina lavabile nera e la shopping bag nera.
Diego Gabriele: classe 1981 pittore in bilico fra arte e design ha esposto le proprie opere a New York, Berlino, Milano e Parigi, collabora con brand di moda, riviste e band musicali.

Oltre: collezione Spring/Summer 2021

Riceviamo e pubblichiamo
'Dillo con una T-Shirt', la nuova stagione della Logo-mania.

Non servono tante parole, per farlo a volte basta una t-shirt.
Oltre, per la Primavera/Estate 2021, realizza tutta una serie di maglie e felpe che parlano da sole con messaggi diretti ed eloquenti.
Grazie alle grafiche divertenti ed impattanti, i capi dalle linee comfy e passe-partout hanno un twist in più.
Messaggi cool e immediati animano il capo basic per eccellenza, la t-shirt, rendendola subito di tendenza.

TAPNOISE: la t-shirt ispirata a strumenti musicali

Riceviamo e pubblichiamo
TAPNOISE è una collezione di t-shirts dal design minimal ispirato a strumenti musicali e ideata da Sara Pittavini. Una collezione di segni e suoni che nasce nell’intento di catturare l’emozione di un suono con un unico segno. 

drumsTAPNOISE è una collezione di t-shirts ideata da Sara Pittavini, t-shirts dal design minimal ispirato a strumenti musicali. Una collezione di segni e suoni che nasce nell’intento di catturare l’emozione di un suono con un unico segno. Un tentativo di comunicare l’essenza di quell’emozione che la musica trasmette e che rimane per sempre nel cuore.
Questo è il momento creativo, che è uno e uno solo per ogni singolo strumento.
TAPNOISE è un di-segno, un momento d’amore.
Non ha importanza che sua su t-shirts, tela, carta.
È il passaggio dalla musica alla mano, al corpo, che avviene nel “sentire” l’armonia, l’equilibrio, la tenerezza, la passione, il calore, il trasporto, il miracolo del suono.
C’è chi l’ha definita “musica su cotone”, e chi disse “Non è facile restituire un significato con un unico segno, qui c’è”.
Perché Tapnoise? Perché suona bene!

trumpetSara Pittavini frequenta l’Istituto d’Arte di Perugia, Sez. Moda e Costume diplomandosi con il massimo dei voti; nei primi anni ’90 entra alla Saint Martin’s College of Art and Design di Londra per poi proseguire gli studi alla Facoltà di Architettura di Firenze dove si laurea con 110 e lode in Design con il Prof. Remo Buti.
Lavora in vari settori artistici, spaziando dalla moda al costume cinematografico, dalla musica al design, dall’architettura alla grafica e alle scenografie.
Matura anni di esperienza nel settore moda realizzando Illustrazioni di collezioni, cataloghi, progetti serigrafici e allestimenti per diverse aziende italiane e straniere e costumi in ambito cinematografico, oltre a scenografie e production design per diversi cortometraggi e videoclip musicali.
Partecipa a varie mostre d’arte, tra cui il Salone del Mobile a Milano nel 2013 con il concorso olandese Frame Mooi Award, in cui gareggia con una serie di lampade autoprodotte ricavate dalle molle dei materassi, in un contest di re-use design.
Nel settore Musica/Arti Visive, insieme a Fabrizio Fratepietro fonda il progetto Réseau (band electro jazz), da cui nasce l’album Abbey Song prodotto dall’etichetta Irma Records. Autrice dei testi di alcuni brani e di tutti i video che accompagnano i live, nelle performance live si occupa di live visuals, oltre ad esibirsi come ballerina di tip tap.
Scrive i testi di altri 3 brani per altri artisti tra cui In Grid, per la quale scrive il testo del singolo Kiki Swing e progetta la copertina del disco, prodotto dall’etichetta Energy Production.
chitarraRealizza la sua collezione TAPNOISE, Music Design Collection, che riscuote un ottimo successo di vendita in vari Festival tra cui Umbria Jazz a Perugia, Time in Jazz a Berchidda, Ai confini tra Sardegna e Jazz a Sant’Anna Arresi, Forma e poesia nel Jazz e European Jazz Expo a Cagliari, Trasimeno Blues al Lago Trasimeno, Young Jazz a Foligno).
Recentemente vince 5 Awards per i Migliori Costumi con il lungometraggio ‘Dammi una mano/Lend a hand’: all’ Amsterdam Film Fest International (Amsterdam), all’ International New York Film Festival (New York), all’American Cinematic Arts Award (New York),  all’International Independent Film Festival (Los Angeles, CA), oltre a 3 NOMINATIONS: al Milan World Cinema Film Fest International (Milano), al Nice Film Fest International (Nizza) ed all’ Oniros Film Awards ( Aosta).