Martedì Rai: ultima puntata di Superquark e Bob Dylan

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 1° settembre, sui canali Rai vi suggeriamo l’ultima puntata di Suprequark su Rai1 e Bob Dylan su Rai5.

Ultima puntata di Superquark: il doc della Bbc sull’Africa e, con Alberto Angela, ad Aosta
Nell’ultima puntata della stagione di Superquark, in onda martedì 1 settembre alle 21.25 su Rai1, le splendide immagini del documentario della BBC alla scoperta dell’Africa. È lì che si verificano i più grandi ritrovi di animali di tutto il mondo, tra le grandi savane dove vivono “i big five” e le foreste pluviali. Alcuni giovani scimpanzé con astuzia riescono a trasformare in utensili le risorse che la giungla mette loro a disposizione; mentre nel Serengeti vivono mandrie di antilopi, gnu, zebre, ghepardi che cacciano in gruppo e iene brune alla ricerca di cibo. Il doc mostra un continente in cui gli animali vivono in perfetto equilibrio tra loro, la natura regna sovrana e la minaccia più grande è costituita dall’uomo. La puntata prosegue con la storia di un’intera regione che deve il suo nome alla fondazione di una città romana: Aosta. Alberto Angela percorre il territorio ai piedi delle vette d’Europa esplorando un patrimonio poco conosciuto. A seguire, un servizio sui virus: invisibili nemici che sanno come infilarsi nelle nostre cellule, come ci ha insegnato l’epidemia Covid 19. Ma se li “riprogrammiamo” in laboratorio, possono diventare straordinari alleati contro le malattie genetiche, come spiega Barbara BernardiniMarco Visalberghi racconta invece come dopo trent’anni di osservazioni, un team internazionale di astrofisici abbia pubblicato una nuova, strabiliante, conferma della teoria della relatività di Einstein. Rinfrescano l’aria, la ripuliscono, fermano la pioggia: gli alberi in città. Oggi è possibile misurare questi effetti camminando per una grande città. Paolo Magliocco con Francesca Marcelli esplorano scientificamente quello che succede. Un’arca di Noè subacquea, per salvare le gorgonie, nel racconto di Cristina Scardovi e dell’operatore subacqueo Roberto Rinaldi. Infine, per la rubrica “Scienza in cucina” la dottoressa Elisabetta Bernardi spiega come rafforzare nuovi studi per combattere l’obesità infantile. Ospiti di Piero Angela in studio per le rubriche: “Dietro le quinte della storia”: il professor Alessandro Barbero racconterà una battaglia quasi sconosciuta che ha Massimo Polidoro cambiato la storia del mondo, la battaglia di Québec. “Psicologia di una bufala” con spiegherà come si distinguono le fonti attendibili da quelle che non lo sono, per difendersi dalle fake news. “Tecnologia”: il professor Roberto Cingolani spiegherà perché il digitale non è proprio ecologico.

Prima visione di “The Bob Dylan Phenomenon” per il ciclo “Ghiaccio Bollente”
Non è stato semplicemente di un artista di talento, ma un autore unico che ha colto lo spirito del tempo, senza restare prigioniero del suo tempo. Non ha parlato di una generazione, ma è diventato la voce di una generazione. A Bob Dylan è dedicato il doc in prima visione “The Bob Dylan Phenomenon” in onda martedì 1 settembre alle 22.45 su Rai5, disponibile anche in ligua originale. Attraverso immagini live, dichiarazioni del cantautore e il racconto di giornalisti, esperti del settore e musicisti, si traccia la storia discografica e personale di Bob Dylan.

Mercoledì Rai: Les Ballets Trockadero e Superquark

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, mercoledì 26 agosto, vi segnaliamo sui canali Rai Les Ballets Trockadero de Monte Carlo, irresistibile compagnia “en travesti” e Superquark il programma di Piero Angela.

Les Ballets Trockadero de Monte Carlo. La danza classica “en travesti”
Dal Teatro Nuovo di Spoleto l’irresistibile e sofisticata compagnia “en travesti” Les Ballets Trockadero de Monte Carlo in un programma vario e stimolante che apre con un dolcissimo “Lago dei cigni” di Čajkovskij, passando alle liriche “Acque di Primavera” di Rachmaninov, a un “Pas de quatre” di Cesare Pugni, alla “Morte del Cigno” di Saint-Saëns per concludere con “Sì Virginia” di Chopin. È lo spettacolo che Rai Cultura trasmette mercoledì 26 agosto alle 21.15 su Rai5. Regia tv di Fernanda Turvani.

Superquark: focus sul Nord America, lo smart working e la pizza perfetta
Nella sesta puntata di questa stagione di Superquark, in onda mercoledì 26 agosto alle 21.25 su Rai1, il documentario della BBC dedicato al Nord America: un continente che conosce climi molto diversi, dalle zone gelide del Nord alle calde paludi del Sud. Il doc della serie “Sette continenti un pianeta” racconta come gli animali selvatici debbano adattarsi ai grandi freddi, mentre la lince americana usa la sua astuzia per riuscire a catturare la sua preda preferita, la lepre delle nevi, più agile e rapida di lei. Poi le calde foreste del Mississippi, dove si può assistere all’affascinante spettacolo di milioni di lucciole che risplendono nella notte. Girando in lungo e in largo per il Nord America si scopre quanto siano estesi i territori ancora liberi dal cemento. La puntata prosegue poi con un’inchiesta su un antivirale ad ampio spettro sul quale si sta lavorando a Losanna, raccontato da Barbara Gallavotti e Francesca Marcelli. A seguire, la sfida del Laboratorio del Politecnico di Milano in un cementificio del nord Italia per eliminare la CO2 prodotta dalle industrie prima che arrivi nell’atmosfera, con Paolo Magliocco e Daniela Franco. Quali sono oggi le possibilità e i limiti dello smart working? Lo spiegano Barbara Gallavotti insieme a Giampiero Orsingher. Un servizio di Marco Magliocco e Federica Calvia svela i segreti di una pizza perfetta secondo le leggi della fisica. Al termine del servizio, un esperimento in studio con Piero Angela e Paco Lanciano. L’isola di Linosa ospita la più importante colonia di Berte d’Europa. Marco Visalberghi con Barbara Bernardini e un team di ricercatori hanno seguito le loro migrazioni fino all’immancabile ritorno a Linosa. Infine, per la rubrica “Scienza in cucina”, la dottoressa Elisabetta Bernardi racconterà come la tecnologia venga in aiuto alla nostra salute. In seconda serata, per “Superquark Natura”, l’ultimo episodio completo della serie BBC Blu Planet, che racconta il backstage di questa immensa produzione, i trucchi e gli equipaggiamenti delle troupe.

Mercoledì Rai: il Prado su Rai5 e Piero Angela su Rai1

Riceviamo e pubblichiamo
Due appuntamenti che vi consigliamo tra la programmazione Rai di domani, mercoledì 12 agosto: su Rai5 per “I più grandi musei del mondo” il Prado a Madrid mentre su Rai1 c’è “Superquark” con Piero Angela.

“I più grandi musei del mondo”: il Prado a Madrid
Il Museo Nazionale del Prado, a Madrid, contiene la più grande collezione al mondo di pittura spagnola e capolavori di artisti come Tiziano, Rubens, Dürer e Rembrandt. La serie “I più grandi musei del mondo”, nell’episodio in onda mercoledì 12 agosto alle 19.30 su Rai5 (canale 23), racconta questa collezione. Oltre al Prado, l’episodio visita anche il Museo Nazionale Reina Sofía, con le opere più sorprendenti degli artisti del XX secolo e il famoso “Guernica” di Picasso.
Infine, la collezione d’arte del Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza, presentata in ordine cronologico, dall’arte primitiva fino alla Pop Art. Il viaggio si conclude poi nei musei della Castiglia.

Con “Superquark” si va in Australia
Piero
Angela prosegue anche in seconda serata con “Superquark Natura“.Si apre con un documentario naturalistico della BBC, della serie “Sette continenti un Pianeta”, dedicato all’Australia il quarto appuntamento con “Superquark”, mercoledì 12 agosto, alle 21.25 su Rai1.
Un continente antico, che al tempo dei dinosauri si è staccato dagli altri, e che grazie all’isolamento e a particolari condizioni climatiche si è trasformato in uno scrigno per la fauna arcaica. Tra le specie più sorprendenti il diavolo della Tasmania, il varano gigante  e un uccello dalle sembianze di dinosauro, che  con i suoi quasi  due metri di altezza, è considerato il più pericoloso del mondo. Ci immergeremo poi nella barriera corallina. È qui che gli operatori della BBC sono riusciti a filmare un raduno di migliaia di squali che avviene solo una volta ogni 10 anni. Si passa poi nel cuore di Roma, a due passi dal Quirinale, dove sorge uno dei palazzi più belli e ricchi di arte della Capitale: Palazzo Barberini, sede di una parte delle Gallerie Nazionali di Arte Antica. Alberto Angela ci guida in questo scrigno dell’architettura barocca, prezioso contenitore di capolavori assoluti della pittura italiana. Barbara Gallavotti e Francesca Marcelli, invece, sono andate in Svizzera, per seguire un gruppo di ricercatori che studia quali siano i fattori che favoriscono la trasmissione dell’influenza. E ancora, Giovanni Carrada con Emanuela Gardenghi svelano i segreti dello straordinario miracolo tecnologico di Israele, uno dei paesi più piccoli ma più innovativi al mondo. Dopo il servizio Piero Angela approfondirà l’argomento con un esperimento in studio di Paco Lanciano. Si continua poi con i ghiacciai perduti del Karakorum, un servizio che nasce grazie a tre grandi alpinisti fotografi italiani, che dai primi del 1900 ad oggi hanno documentato l’evoluzione degli sterminati ghiacciai del Karakorum.  Si va quindi alla scoperta di come nasce un cosmetico mentre la dottoressa Elisabetta Bernardi, nella rubrica “la scienza in cucina” parlerà di tecnologia e intelligenza artificiale per un’agricoltura più ecosostenibile. Gli approfondimenti di Piero Angela affrontano la “Psicologia di una bufala” e il “Dietro le quinte della storia”. In seconda serata si prosegue con “Superquark Natura”, dedicato a “I mari verdi”, quelli che portano la vita agli oceani. Qui, la luce del sole consente la crescita di foreste incantate di alghe, mangrovie e praterie di posidonia. Sono i luoghi più ricchi, ma anche più aspramente competitivi, in cui vivere nell’oceano.