Rossese di Dolceacqua: ottimo vino da abbinare alla capra (?) stufata!

La Capra Enoica (Fabrizio Capra)

rossese etichettaOggi con la mia rubrica torno in Liguria, versante opposto, il ponente.
Il vino di cui voglio raccontare riserva, per me, un ricordo molto particolare.
Correva (così si era soliti a dire, anche se non ho mai visto correre un anno) l’anno 1984, Sanremo, Rassegna della canzone d’autore – Club Tenco, prima serata, venerdì 18 ottobre.
Al termine della serata, e avevamo già scollinato nel sabato 19 ottobre, passata da circa un’ora la mezzanotte, ci si ritrova a cena al ristorante La Vecchia di Dolceacqua.
Alla tavolata un mare di artisti: da Francesco Guccini a David Riondino, da Roberto Vecchioni a Andrea Pazienza, da Grazia Di Michele a Lucio Fabbri, da Tito Schipa Jr a Gino Paoli, da Sergio Staino a Massimo Cavezzali e tanti altri.
Mi ritrovo seduto di fronte al grande Gino Paoli che, tenendosi alla larga da Guccini, portò a tavola una bottiglia di Rossese di Dolceacqua: una vera delizia.
Da allora ho avuto modo di degustare questo vino in altre occasioni, anche a San Biagio della Cima paese del grande, compianto, scrittore Francesco Biamonti, ma il fascino della prima volta, in quel particolare contesto, è rimasto impresso nella mia mente, nel mio palato e nel mio cuore.
rossese uvaLe sue origini sembrerebbero antichissime: chi dice che abbia origini elleniche chi etrusche.
Andrea Doria adottò il Rossese di Dolceacqua quale vino festivo della sua flotta.
Papa Paolo III (quello del Concilio di Trento) già in età avanzata soleva dire che il “Roccese” gli dava vigoria e, pertanto, lo utilizzava “per farci la zuppa nelle ore di tramontana
Napoleone Buonaparte lo scoprì quando fu ospite della marchesa Doria (fine settecento) e ne fece inviare alcune botti a Parigi mentre altre lo seguirono nella campagna d’Italia perché gli infondevano riposo e distensione.
La Capra Enoica, come già detto, lo conobbe in una cena decisamente goliardica e fuori dagli schemi, le più adatte a lasciare piacevoli ricordi.
Andrea Doria, Paolo III, Napoleone, la Capra Enoica… beh niente da ridire, un bel quartetto!
rossese adesivoHo trovato, però, su internet un abbinamento che mi lascia particolarmente perplesso: “È indicato su piatti impegnativi con sughi o ragù, anche di selvaggina o cacciagione, carni con funghi, stufato di capra con fagioli (piatto tipico di Dolceacqua) e con formaggi semistagionati”.
Stufato di capra con fagioli? Sobbalzo sulla sedia e penso che fino ad ora mi è andata bene. Pensate se quella famosa sera alla cena del Club Tenco o quando mi sono recato a San Biagio della Cima mi utilizzavano per questo abbinamento?
Forse è bene non pensarci e penso che me ne terrò alla larga… non dal Rossese giammai, anche perchè posso tranquillamente consumarlo tra le mura domestiche al riparo da ogni tentazione e rischio da parte altrui…
Alla prossima!

Gentiana Xhafa ha proposto il “fashion” novarese a Sanremo nei giorni del Festival

di Fabrizio Capra

sfilata sanremo 3E poi non si dica che nei giorni del Festival a Sanremo ci siano sono solo canzoni, musica e cantanti: la città può anche rappresentare la moda.
Nella città dei fiori sono state la APS Showteam e Gx International Talent show, due realtà novaresi rappresentate da Gentiana Xhafa (che abbiamo potuto apprezzare per la sua professionalità quando la figlia si è esibita a novembre in un evento benefico nell’alessandrino), a promuovere due giorni di moda, offrendo al grande pubblico sanremese altrettante meravigliose sfilate.
Il 7 febbraio, nell’ambito dell’evento «International Fashionweek», in passerella sono sfilate le creazioni della giovane stilista diciannovenne Ambra Feneri, il cui percorso di crescita è seguito da APS Showteam, associazione che si occupa anche della crescita artistica dei propri associati.
sfilata sanremo 5Il 9 febbraio è stato il turno del responsabile del settore moda dell’associazione, l’affermato stilista Michele Perrera, che ha presentato, al Casinò di Sanremo, patrocinata dalla Confartigianato Imprese Piemonte, la sua nuova collezione che ha riscosso un ottimo successo.
Si è tratttato, quindi, di una due giorni sanremese intensa.
Hanno sfilato Melania Iacobellis, rappresentante e modella per il team, Victoria Brodsca che è la più piccina del gruppo e che sta percorrendo una crescita da vera star, seconda vincitrice del concorso “International Moda e Spettacolo“, Laura Feneri vincitrice 2018 del concorso Nazionale denominato “La più Bella del Mondo“, Alessia Drapchind anche lei modella che sta cavalcando successi.
Poi Antonio Zara, Evelina Zara impegnata anche come attrice, ballerina e fotomodella ed infine Lucia Macellaro.
sfilata sanremo 2Si tratta di ragazze e ragazzi a cui APS Showteam sta dedicando corsi e tempo, al fine di fornire e completare una preparazione professionale rivolta all’assoluta serietà nello svolgimento di questa professione molto gettonata.
Citiamo, giustamente, anche i fotografi Dario Migliaccio, Emiliano Peluso e Mario Bollati che hanno fissato con i loro scatti questi due eventi.
Tutto ciò è stato possibile grazie al coordinamento professionale di Gentiana Xhafa, assoluta leader in tale settore che, a Novara, sta ottenendo consensi per il suo impegno nel settore applicando canoni e metodologie assolutamente positive.

Ligabue: l’8 marzo esce “Start” e da giugno in tour negli stadi italiani

rubrica a cura di Fabrizio Capra
LUCIANO LIGABUE_foto di Ray Tarantino 3_b

foto Ray Tarantino

Dopo la presenza sul palco del Teatro Ariston di Sanremo, alla 69ª edizione del Festival, inizia il conto alla rovescia per il nuovo album di inediti in uscita il prossimo 8 marzo (pre-order già in corso) e  lo “Start Tour 2019”  che dal 14 giugno vedrà protagonista Ligabue nei principali stadi d’Italia, dove si esibirà in un grande show.
Queste le date del tour, prodotto da Riservarossa e Friends & Partners:
LIGABUE_START TOUR 2019_locandina_b14 GIUGNO – STADIO SAN NICOLA – BARI
17 GIUGNO – STADIO SAN FILIPPO – MESSINA
21 GIUGNO – STADIO ADRIATICO – PESCARA
25 GIUGNO – STADIO ARTEMIO FRANCHI – FIRENZE
28 GIUGNO – STADIO SAN SIRO – MILANO
2 LUGLIO – STADIO OLIMPICO – TORINO
6 LUGLIO – STADIO DALL’ARA – BOLOGNA
9 LUGLIO – STADIO EUGANEO – PADOVA
12 LUGLIO – STADIO OLIMPICO – ROMA
I biglietti per le date dello “START TOUR 2019” sono già disponibili in prevendita su TicketOne,  nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.fepgroup.it).
“START”, dodicesimo disco d’inediti di Ligabue (Zoo Aperto/F&P Music Hub/Warner Music) uscirà l’8 marzo, disponibile in pre-order fisico e digitale e in streaming pre-save al link: https://Ligabue.lnk.to/startEC.

LUCIANO LIGABUE_foto di Ray Tarantino 5_b

foto Ray Tarantino

L’album è stato anticipato dal singolo “Luci d’America” che, nella sua prima settimana di programmazione, è entrato direttamente al vertice della classifica radiofonica. Il video, scritto e diretto da Marco Salom, è visibile cliccando qui.
Questa la tracklist del disco START, prodotto da Federico Nardelli:
Polvere di stelle
Ancora noi
Luci d’America
Quello che mi fa la guerra
Mai dire mai
Certe donne brillano
Vita morte e miracoli
La cattiva compagnia
Io in questo mondo
Il tempo davanti

Nek: online il video del brano “Mi farò trovare pronto”

rubrica a cura di Fabrizio Capra
NEK9112-2_web_ph Luisa Carcavale_b

ph Luisa Carcavale

È online il video ufficiale di “Mi farò trovare pronto”, brano con cui Nek – Filippo Neviani è in gara al 69ª Festival di Sanremo. Il video, diretto da Gaetano Morbioli per Run Multimedia, è visibile al seguente link (clicca qui).
Inoltre il brano è disponibile in digitale, mentre da venerdì 8 febbraio sarà possibile acquistare il singolo in una versione limitata 45 giri con vinile bianco (già disponibile in pre-order).
Mi farò trovare pronto” è stato scritto dall’artista insieme a Luca Chiaravalli e Paolo Antonacci e sarà contenuto nel suo prossimo album di inediti, in uscita in primavera, a cui sta lavorando in questi mesi.
Nella serata di venerdì 8 febbraio del Festival di Sanremo, NEK reinterpreterà il suo brano insieme all’amico e attore Neri Marcorè, in una versione completamente inedita che sorprenderà.

NEK8844_web_ph Luisa Carcavale_b

ph Luisa Carcavale

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per Nek è il Maestro Massimo Zanotti.
“Mi farò trovare pronto”, brano che musicalmente trasmette l’energia a cui Nek da sempre ha abituato il suo pubblico, è ispirato a una poesia di Jorge Luis Borges, “È l’amore”, e a un viaggio nelle favelas brasiliane che l’artista ha realizzato lo scorso anno, dove ha visto con i propri occhi quello che l’amore può realmente fare.
22 settembre – Arena di Verona. Questo l’appuntamento che segna il ritorno live di Nek in uno degli spazi più prestigiosi e belli al mondo, l’anfiteatro veronese, a due anni dal concerto evento del 2017 che aveva fatto registrare il sold out con 12.000 persone.
Una serata magica, imperdibile… il pubblico dell’Arena si stringerà attorno a Nek, facendosi trascinare dalla sua musica, dai suoi più grandi successi e dall’incredibile carisma che sprigiona sempre sul palco.
I biglietti per il concerto, prodotto da Friends & Partners, sono disponibili su www.ticketone.it e dalle ore 11 di sabato 9 febbraio nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).

Geoff Westley: a marzo nuovo album per il direttore musicale del Festival di Sanremo

rubrica a cura di Fabrizio Capra
2. Geoff Westley_b_foto di Carlo Maradei

foto di Carlo Maradei

Anche quest’anno il Festival della Canzone Italiana, giunto alla sua 69ª edizione, può vantare Geoff Westley come direttore musicale. Il compositore, arrangiatore e pianista inglese è stato riconfermato dal direttore artistico Claudio Baglioni, dopo il successo dello scorso anno.
Geoff Westley ha appena ultimato un album di piano solo, registrato a Londra presso la Henry Wood Hall.  L’album, che contiene esclusivamente composizioni originali scritte dallo stesso Westley, sarà pubblicato a marzo e successivamente seguirà un tour.
Geoff Westley è noto al pubblico italiano per aver prodotto ed arrangiato due dischi storici della discografia di Lucio Battisti, “Una donna per amico” ed “Una giornata uggiosa” e per aver arrangiato l’album di BaglioniStrada facendo” e la famosissima “Avrai”.

3.Geoff Westley_b_foto di Lukasz Rajchert

foto di Lukasz Rajchert

Ha alle sue spalle una lunghissima e brillante carriera. Ha studiato Flauto, Piano e Composizione presso il Royal College of Music di Londra. All’età di 23 anni già dirigeva a Londra uno dei musical di maggior successo nella storia del genere: “Jesus Christ Superstar”. Fu successivamente chiamato ad assumere la direzione musicale dei Bee Gees, che ha accompagnato nei loro tour mondiali per sette lunghi anni.  Come pianista ed arrangiatore ha collaborato con Carpenters, Peter Gabriel, Phil Collins, Leo Sayer, Andrew Lloyd-Webber, Everly Bros, Vangelis, Gerry Goldsmith, Hans Zimmer, Marvin Hamlish e Henry Mancini. All’età di 30 anni è iniziata una lunga collaborazione di successo con artisti italiani come arrangiatore e produttore, lavorando con Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Mango, Renato Zero, Laura Pausini, Safina, Anna Oxa, Eros Ramazzotti, Fabio Concato, Lucio Dalla, Fabrizio de André, Fiorella Mannoia.

1. Geoff Westley_b_foto di Lukasz Rajchert

foto di Lukasz Rajchert

Nel 2008 ha vinto il Premio della Critica al Festival della Canzone italiana di Sanremo per il gruppo Frank Head con la canzone “ParaParà PaRaRa”.
Come arrangiatore e direttore ha lavorato con le più importanti orchestre del mondo.
Nel 2016 ha partecipato al Festival di Sanremo come arrangiatore e direttore per Eros Ramazzotti, ospite speciale di quell’edizione. Nel 2018 è stato voluto da Claudio Baglioni come Direttore Musicale per la 68/a edizione del Festival della Canzone italiana di Sanremo.
Quando non fa musica, Westley ama andare in barca a vela, fare lunghe passeggiate con i suoi cani in Sassonia e sui Pirenei e pilotare mongolfiere in Inghilterra.

Alessandro Quarta: al Festival ospite de Il Volo. Disco in uscita il 22 febbraio e tour europeo

rubrica a cura di Fabrizio Capra

Alessandro Quarta_coverIl violinista, polistrumentista e compositore Alessandro Quarta, una delle eccellenze della musica italiana nel mondo, sarà ospite de Il Volo alla 69ª edizione del Festival di Sanremo nella serata dei duetti, venerdì 8 febbraio.
«Ho ricevuto la telefonata da Michele Torpedine e dai ragazzi de Il Volo entusiasti della mia performance su Rai Uno durante lo spettacolo “Danza con me” di Roberto Bolle, per il quale ho scritto e interpretato il “Dorian Gray” – racconta Alessandro Quarta – aver accettato il loro invito è per me un grande onore, soprattutto in virtù della stima professionale che nutro nei confronti di Gianluca, Ignazio e Piero».
La carriera di Alessandro Quarta è ricca di successi. Nel 2017 è stato Premiato a Montecitorio come “Miglior Eccellenza Italiana nel Mondo per la Musica” e ha recentemente presentato il brano “Dorian Gray”, da lui composto ed arrangiato, che è stato eseguito dal vivo in occasione del tour “Roberto Bolle & Friends 2018”. Prossimamente realizzerà la colonna sonora del nuovo film di Anthony LaMolinara (Premio Oscar per “Spiderman”).

Alessandro Quarta photo by Marco Perulli

foto by Marco Perulli

Il 22 febbraio uscirà per il mercato italiano “ALESSANDRO QUARTA PLAYS ASTOR PIAZZOLLA” (Incipit Records), primo disco con sonorità jazz registrato in 3D in Germania.
A partire da marzo, Alessandro Quarta si esibirà in Europa con una serie di date. Questi i primi concerti confermati: il 2 marzo al Museo del Violino di CREMONA, il 21 marzo al Theaterhaus di STOCCARDA (Germania), il 22 marzo al Teatro Giordano di FOGGIA, il 26 aprile al Kine Lucerna di PRAGA (Repubblica Ceca) insieme ai solisti della Czech Orchestra, il 2 e 3 maggio al Jazzlounge Möbel Mayer a MONACO DI BAVIERA (Germania) e il 4 luglio al Parktheater di AUGUSTA (Germania). Nei prossimi mesi sarà inoltre presente in alcune date dello spettacolo di Roberto Bolle “Roberto Bolle & Friends”.

Violinista, polistrumentista e compositore, ha partecipato a scritture di musica inedita per film della Walt Disney. Ha suonato come Violino di Spalla, Solista e Arrangiatore con artisti come: Carlos Santana, Laura Pausini, Lucio Dalla, Mark Knopfler, Gianna Nannini, Zucchero, Joe Cocker, Tiziano Ferro, Lenny Kravitz, Robbie Williams e tanti altri. Dal 2005 al 2008 è stato Seconda e Prima spalla dell'orchestra Symphonica Toscanini (direttore stabile Lorin Maazel), esibendosi nei teatri più importanti al Mondo, sotto la direzione di prestigiosi Maestri come L. Maazel e E. Inbal. Ha effettuato tournèe in Orchestra come spalla e seconda spalla in Europa, America, Cina, Giappone, Medio Oriente suonando nelle più prestigiose sale del mondo, dall’Opera Garnier di Parigi, al Suntory Hall di Tokyo, dal Teatro Bol'šoj" di Mosca, al Lincoln Center di New York (in un concerto in cui la Symphonica Toscanini e la New York Philharmonic hanno suonato congiunte in memoria del M° Arturo Toscanini sotto la direzione del M° L. Maazel). Nel 2010 ha pubblicato il primo disco “One More Time”, nel 2014 l’autobiografico “Charlot”. Nel 2015 ha aperto il concerto del "Primo Maggio" a Roma. Lo scorso 1° gennaio 2019 si è esibito davanti a 5 milioni di telespettatori proprio con il “Dorian Gray” per lo show su RaiUno “Danza con Me” di Roberto Bolle.

Sanremo Story: primo posto e Premio Immagine a Marco Pinton.

di Fabrizio Capra
sanremo story staff

Elisabetta Stango, Giorgio Pagnotta e Giorgio Mengato

Anche la terza edizione di Sanremo Story, andata in scena ieri sera sul palcoscenico della Sala Polifunzionale della parrocchia di San Michele, sobborgo di Alessandria, come una nave, è andata in porto condotta dagli elegantissimi timonieri, Elisabetta Stango e Giorgio Mengato con l’impeccabile Giorgio Pagnotta alla gestione suoni e luci.
Il vincitore di questa edizione è risultato Marco Pinton che si è presentato con il brano vincitore del Festival 2011 “Chiamami ancora amore” di Roberto Vecchioni e che, altrettanto sorpreso dell’esito della votazione, è salito sul palco a ritirare la coppa, concorrente che si è, altresì, aggiudicato il Premio Immagine messo in palio da RP Fashion & Glamour News consistente in un servizio fotografico.
Sui gradini più bassi dell’ipotetico podio si sono piazzati al secondo posto Marco Orsogna con “Se adesso te ne vai” di Massimo Di Cataldo e Angelo Mangiafico con “L’amore” dei Sonhora.
Premio della Critica con relativa coppa a Daiana Diliberti che ha portato in gara “Mentre ti parlo” di Miele.

marco pinton_sanremo story

Marco Pinton

Cinque premi speciali “La Musica Unisce” consistenti in un bijoux ad Alice Sansebastiano, Rosanna Mita, Betty Conti, Anna Garruti e Romina Ermini.
Si è trattata di una gara dai livelli molto elevati e da tante proposte veramente interessanti che hanno messo a dura prova il giudizio della giuria che era così composta: Lucia Boni (cantante e organizzatrice di eventi, vincitrice della seconda edizione del concorso Sanremo Story), Alessia Cordero (cantante, attrice, performer e una delle anime di Radio Voce Spazio di San Michele), Denise Fucone (cantante alessandrina,voce splendida già vincitrice di concorsi), Mauro Carrabs (presentatore e organizzatore del Carrozzone Alessandrino) e, infine, il sottoscritto.
E a parlare di gara mi sembra limitativo: si è trattata, infatti, di una “grande festa” dove i partecipanti si sono messi in gioco consapevoli che ogni nuova esibizione è una esperienza in più nell’affrontare il palcoscenico e maturare una maggiore consapevolezza nelle proprie capacità.
Però il fatto piacevole emerso è che tra i concorrenti regnava una grande amicizia e tanto divertimento.
Un’altra serata, quindi, decisamente positiva sotto l’aspetto dell’aggregazione, evento organizzato magistralmente (ma non si potrebbe proprio dire il contrario) dai Lilium Clef (Elisabetta Stango e Giorgio Pagnotta) con il supporto (non solo morale) di Giorgio Mengato che dell’evento ne è stato il direttore artistico.
L’appuntamento è per il prossimo anno con la quarta edizione perché “Sanremo è Sanremo” ma San Michele non ne è stato da meno…
Ecco l’elenco dei partecipanti (nome e cognome, canzone interpretata, interpreti sanremesi e anno del Festival)

Pierluigi Bellini Sotto le lenzuola Adriano Celentano – Coro Alpino Milanese 1971
Marco Orsogna Se adesso te ne vai Massimo Di Cataldo 1996
Lorenza Moscardo Un’avventura Lucio Battisti – Wilson Pickett 1969
Betty Conti Signor Tenente Giorgio Faletti 1994
Mary Casolo Mi manchi Fausto Leali 1988
Enrico Baroni Quando quando quando Tony Renis – Emilio Pericoli 1962
Alice Sansebastiano Echi d’infinito Antonella Ruggiero 2005
Marco Pinton Chiamami ancora amore RobertoVecchioni 2011
Liliana Giovannini Tutto quello che un uomo Sergio Cammariere 2003
Rosanna Mita Io come farò Ornella Vanoni 1989
Vincenzo Diliberti Quando l’amore diventa poesia Orietta Berti- Massimo Ranieri 1969
Giorgio Boaretto Il primo amore non si scorda mai Enrico Ruggeri 2016
Nerella Loberti Eternità Ornella Vanoni – I Camaleonti 1970
Romina Ermini Gli uomini non cambiano Mia Martini 1992
Maria Lisa Cavalli Mistero Enrico Ruggeri 1993
Salvatore Sorbara Ci sarà Albano e Romina Power 1984
Daiana Diliberti Mentre ti parlo Miele 2016
Loredana Pugliese Gente come noi Ivana Spagna 1995
Anna Garruto Terra promessa Eros Ramazzotti 1984
Fortunato Biondi Bada bambina LittleTony – Mario Zelinotti 1969
Paolo Quaranta Complimenti Stefano Sani 1983
Laura Benzi E non finisce mica il cielo Mia Martini 1982
Angelo Mangiafico L’amore Sonhora 2008
Daniele Ma che freddo fa Nada – The Rokes 1969
Marco Zuccaro Scrivimi Nino Buonocore 1990
Fabrizio Lovetere Perdere l’amore Massimo Ranieri 1988

 

Sanremo: il programma degli eventi a Casa SIAE nei giorni del Festival

rubrica a cura di Fabrizio Capra

casa siae_render 02Come avevamo anticipato qualche giorno fa  in occasione del 69ª Festival della Canzone Italiana, dal 5 al 9 febbraio, Casa SIAE sarà il luogo in cui artisti, autori, editori, produttori, discografici e giornalisti potranno incontrarsi e confrontarsi sullo stato dell’arte dell’attuale scena musicale nazionale e immaginare assieme il Futuro della Musica.
L’ampia struttura, che verrà allestita in Piazza Colombo a Sanremo, ospiterà i protagonisti della musica italiana nel corso di una serie di appuntamenti aperti al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Casa SIAE ospiterà programmi di Radio Rai esterni al teatro Ariston. In particolare Rai Radio 2, Radio ufficiale del Festival, sarà in diretta quotidiana prima con Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini con Rock and Roll Circus (00.30 – 1.30) e a seguire con I Lunatici di Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, le voci che accendono la notte di Rai Radio2, in diretta dall’1.30 alle 06.00.
casa siae_render 03Rai Radio 1 invece comincerà da Sanremo la nuova giornata con Il mattino di Radio1, in diretta insieme a Dario SalvatoriGianmaurizio Foderaro e Francesco D’Ayala, per la parte giornalistica da Roma. Da lunedì 4 febbraio alle 5.00 e fino alle 7.00.
Maria Cristina Zoppa di Rai Radio Live registrerà alcune puntate del programma Era Ora, mentre Radio tutta Italiana realizzerà interviste con Gian Maurizio Foderaro e trasmetterà in diretta sui social gli eventi realizzati all’interno di Casa SIAE.
Sarà inoltre allestita negli spazi di Casa SIAE la mostra Genova per Sanremo. Dischi, etichette e copertine del Festival dal 1957 al 1997, a cura del Polo museale della Liguria e dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi con la collaborazione di Rai Teche.
A dare il via agli eventi di Casa SIAE martedì 5 febbraio sarà l’opening party che vedrà la presenza del Vicepresidente SIAE Salvo Nastasi e del Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini e di molti ospiti a sorpresa. La festa di inaugurazione proseguirà fino all’inizio del Festival di Sanremo, che sarà proiettato su un maxischermo all’interno della struttura.
Francesco RengaDal giorno successivo si entra nel vivo della programmazione, con un palinsesto ricco e articolato, curato da Massimo Bonelli.
Ecco il programma dal 6 al 9 febbraio.
Area Sanremo Tim: ogni giorno, dalle 10.30 alle 12.00, i 25 finalisti del concorso che porta i vincitori a Sanremo Giovani riempiranno con la loro musica Casa SIAE.
Buongiorno Casa SIAE: è lo spazio aperitivo, dalle 12.00 alle 13.00, durante il quale saranno ospitate presentazioni di progetti artistici e di iniziative culturali rivolte al sociale. A condurre ed animare le mattine in Casa SIAE ci sarà Marcello Cirillo, showman e volto noto al pubblico per le tante apparizioni tv.
Meet & Greet musica: dalle 13.00 alle 14.30 Casa SIAE ferma le attività del Main Stage e diventa luogo di incontro e di confronto per autori, artisti e professionisti del settore.
Premio Fabrizio De Andrè: Casa SIAE ospita le semifinali del concorso nazionale per emergenti, intitolato al grande cantautore e promosso dalla sua Fondazione. L’appuntamento, condotto da Gianmaurizio Foderaro, prevede ogni giorno l’esibizione di 6 artisti.
Caffè d’autore: a Casa SIAE ci sarà anche un momento dedicato all’editoria in cui ogni giorno, dal 6 all’8 febbraio, dalle 15.30 alle 16.30, un autore presenterà un suo libro su un tema legato alla musica. Già confermata la presenza di Gino Castaldo, Stefano Mannucci e Fausto Pellegrini. Il 9 febbraio invece si parlerà di Musica italiana: lo stato dell’arte in un incontro con giornalisti e manager degli artisti.

rosmy_tiziana orru photography 3

Tiziana Orru photography

L’angolo del cantautore: è lo spazio di Casa SIAE che ogni giorno, dalle 16.30 alle 17.00, ospiterà alcuni cantautori di grande qualità. Si esibiranno tra gli altri Massimo Di Cataldo, Renato Caruso, Peligro, Veronica Marchi, Rosmy, Alessandro Sipolo, Andrea Nabel, e Miriam Masala.
Il tè con l’artista: ogni pomeriggio Gianni Sibilla scambierà qualche battuta con due degli artisti in gara al Festival, davanti ad una tazza di tè. Tra gli altri, saranno presenti Daniele Silvestri, Francesco Renga, Il Volo, Motta, The Zen Circus, Nino D’Angelo, Ghemon, Geof Westley. L’appuntamento verrà trasmesso in diretta streaming da Rockol.
Il Futuro della Musica: panel realizzato in collaborazione con Wired, in qualità di Content Partner, dalle 18.00 alle 19.00, a Casa SIAE si parlerà dei principali temi legati all’innovazione nel settore musicale con chi lavora direttamente sul campo. Sul palco di Casa SIAE siederanno i principali player della musica italiana ideata, prodotta, suonata e promossa.
La Musica Attuale: la nuova musica italiana è di scena a Casa SIAE. Ogni sera, dalle 19.00 alle 20.00, si esibiranno tre artisti della scena indipendente nazionale. Già confermati i set di Eman, The André, La rappresentante di lista, Kaufmann, Lemandorle, Daniele Celona, Lelio Morra, Molla, Liede, Marat, Edwyn Roberts.
Tutte le sere, a partire dalle 20.30, sarà possibile seguire la 69ª edizione del Festival della Canzone Italiana su un maxischermo e su tutti gli apparecchi tv presenti all’interno di Casa SIAE che diventa il salotto della città di Sanremo.
Il programma artistico degli eventi previsti a Casa SIAE è curato da Massimo Bonelli di iCompany.
L’evento prodotto da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, ideato e realizzatoda iCompany, si inserisce nel progetto Fuori Sanremo di RAI Pubblicità.
Il programma delle singole giornate sarà comunicato quotidianamente.
Casa SIAE si potrà suguire in diretta su casasiae.icompany.it.

Sanremo: il “Futuro della Musica” si dibatte a Casa Siae nei giorni del Festival

rubrica a cura di Fabrizio Capra

casa siae_render 02In occasione del 69ª Festival della Canzone Italianadal 5 al 9 febbraioCasa SIAE ospiterà i protagonisti della musica italiana in un’ampia struttura che verrà allestita in Piazza Colombo, a Sanremo.
Casa SIAE sarà il luogo in cui artisti, autori, editori, produttori, discografici e giornalisti potranno incontrarsi e confrontarsi sullo stato dell’arte dell’attuale scena musicale nazionale e immaginare assieme il Futuro della Musica.
L’ingresso sarà libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
casa siae_render 03L’evento, prodotto da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, ideato e realizzato da iCompany, si inserisce nel progetto “Fuori Sanremo” di Rai Pubblicità, quest’anno concessionaria del Comune di Sanremo anche per le piazze adiacenti al Teatro Ariston.
Una partnership, quella con Rai Pubblicità, nata soprattutto per affinità valoriale e di mission: sostenere la qualità, l’innovazione, la creatività e l’etica.
Da Casa SIAE, Rai trasmetterà alcuni dei suoi programmi radiofonici, arricchendo la location attraverso copertura mediatica (Rai1, Rai Radio 2, Rai Play) e attività social e territoriali.
Il programma degli eventi di Casa SIAE, curato da Massimo Bonelli, verrà reso noto nei prossimi giorni.