Renato Zero: torna con il nuovo album ‘Atto di fede’ e 4 live al Circo Massimo

di Jacopo Scafaro
Il cantautore romano ha  annunciato quattro concerti evento nel corso della presentazione del suo ultimo lavoro "Atto di fede" che contiene 19 brani inediti di musica sacra ed innumerevoli collaborazioni. 

Renato Zero tornerà sul palco con quattro concerti al Circo Massimo a settembre: l’annuncio oggi in Campidoglio, nel corso della presentazione del suo ultimo lavoro, il suo primo progetto (anche) editoriale, ‘Atto di fede’. 

Foto di Roberto Rocco

Dopo giorni di indizi disseminati sui social, il mistero è finalmente risolto. RENATO ZERO svela a tutti il suo primo progetto editoriale (un doppio cd ed un libro) che saranno pubblicati venerdì 8 aprile 2022. L’artista presenta così il suo progetto:
“Ci siamo ammalati di silenzio. Anch’esso probabilmente contagioso. Anche lo sguardo ne risente. Quei gesti necessari e molto più efficaci delle parole. Un silenzio che sbarra le porte. Che inibisce il respiro. Che toglie le forze e facilita la rassegnazione. E queste distanze si fanno sentire, eccome! I rumori della vita non sono più gli stessi. Il vociare dei bimbi. Il megafono graffiante dell’arrotino. Il fischiettare del garzone in bicicletta. E tanto altro benessere, così magicamente espresso, lascia il posto all’inquietudine. Alla routine snervante e tossica. Eravamo ottimi cristiani, anche prima di passare dal confessionale. Buoni dentro. Pazienti al punto che, una volta raggiunto un risultato, per gustarsi tutto il suo effetto, potevano trascorrere, giorni, settimane. A volte persino tutta la vita. Il prete riusciva a conquistarsi tutta la famiglia. Assiduo e premuroso com’era. Senza ricorrere ai santini. Alle benedizioni o alle promesse di un percorso immacolato. Sicuro e indolore. Ci siamo ammalati di indifferenza. Sguardo fisso. Muscoli arresi. Movimenti pochi e calcolati. Un abbraccio? Un inutile spreco di energie. Tutto scorre liquido e prevedibile. Qualche temporale ci scuote, ma poi, non si ha neppure più la voglia di rimpiangere il sole. Dove ci siamo persi? Per quale remota inspiegabile ragione? Una volta scartato il regalo se ne conserva persino l’incarto. Eppure la vita oltre tutto e tutti è uno spettacolo magnifico! Avevamo ciascuno un biglietto in prima fila, ma per la troppa indecisione siamo rimasti incollati al divano…e ci siamo addormentati. Ma il tempo è sempre rimasto sveglio e ha speso lui, per noi, tutte le emozioni che avremmo avute disponibili. E così, oggi, ad ammalarsi è il nostro futuro.È li che rifiuta di occuparsi di noi. Si è chiuso. È taciturno. E non si affaccia più nei nostri pensieri. Così le 24 ore, sono loro ad aggiudicarsi i nostri servizi ed attenzioni. Dio però è sempre più Dio. Sempre più ostinato a credere in noi. A perdonarci. Siamo le sue creature anche quando stupriamo, ammazziamo. Rubiamo. Spacciamo. Mentiamo. Perché è così indulgente e caritatevole? È semplice: perché vorrebbe guarirci! Dalla superbia. Dal rancore. Dall’insoddisfazione. Dalla mancanza di rispetto persino verso noi stessi. Guariremo? Considerando che la maggior parte dei mali, siamo noi stessi a scatenarli. Basterebbe forse cambiare sguardo. Aprire il pugno. Riprendere il dialogo con albe e tramonti. E ridisegnarci un futuro immacolato. Dio mio… quanto sei paziente!!!Ma poi chissà se effettivamente ce lo meritiamo questo Dio?!?!”

Atto di fede, in uscita per edizioni Tattica, contiene 19 brani inediti di musica sacra scritti e composti da Renato Zero e arrangiati e orchestrati dal maestro Adriano Pennino per altrettanti testi – pensieri e riflessioni degli ‘Apostoli della Comunicazione’ – dalle penne di Alessandro Baricco, Luca Bottura, Pietrangelo Buttafuco, Sergio Castellitto, Aldo Cazzullo, Lella Costa, Domenico De Masi, Oscar Farinetti, Antonio Gnoli, don Antonio Mazzi, Clemente J. Mimun, Giovanni Soldini, Marco Travaglio, Mario Tronti, Walter Veltroni – e voci narranti di Oscar Farinetti, Pino Insegno, Giuliana Lojodice, Marco Travaglio, Luca Ward, Renato Zero.

C’è poi la gioia di tornare live dopo il lungo tempo della pandemia, con quattro concerti il 23, 24, 25 e 30 settembre, giorno del suo 72esimo compleanno. Con due anni di ritardo, proprio a causa del Covid, sui festeggiamenti per il 70esimo compleanno e recuperare ed estendere i festeggiamenti per il traguardo della sua cifra più tonda e celebrare con i fan i 55 anni di una carriera irripetibile. 

Ma con serate che si preannunciano uniche, perché, ironizza, “di Renato ce n’è uno, tutti gli altri non so’ nessuno. Sarò ancora originale come è nelle mie tradizioni. Mi avvalgo di un’orchestra molto nutrita, con archi, fiati, percussioni, poi la band che garantisce anche una sonorità moderna. E finalmente al Circo Massimo, perché 70 ‘cucuzze’ non sono una passeggiata”. Una location che “premia la mia romanità. Ci sono stati giorni in cui mi sentivo forestiero, con tutti questi politici in giro. Perché il governo non lo mettono a Torino? A noi che ci importa di essere la capitale d’Italia, quando siamo la capitale del mondo? In fondo quello che manca a Roma è un po’ la voce dei romani. Al Circo Massimo mi faccio gladiatore per conquistarmi ancora una volta l’applauso, ci troveremo con la felicità di un abbraccio che promette un nuovo percorso”.

I biglietti saranno disponibili in prevendita su renatozero.com, vivaticket.ite in tutti i punti vendita Vivaticket dalle ore 11.00 di lunedì 11 aprile.

La radio partner di ZEROSETTANTA è Radio Italia

Renato Zero: la follia è un’arte!

di Jacopo Scafaro
Il nostro redattore, Jacopo Scafaro, ci racconta il concerto di Renato Zero.

Prima promiscuo, sfacciato, colorato, osceno; poi predicante, ieratico, in 50 sfumature di nero.
Renato Zero (all’anagrafe Renato Fiacchini) è ancora un mistero per la sua personalità WhatsApp Image 2020-01-18 at 19.04.42controversa, contraddittoria, e per come ha saputo capovolgere il ragazzo osteggiato di un tempo nella superstar indiscussa di oggi. Identità negate e conquistate, la parabola artistica e insieme esistenziale di un caso unico, per talento, per approccio col pubblico, per successo, nel panorama musicale italiano.
Quanto rimane del giovanotto incerto e convinto, che doveva guardarsi le spalle ad ogni uscita, che accumulava ferite e cicatrici che ancora bruciano, a protagonista, figura ieratica che fa scattare l’appaluso, la standing ovation a qualsiasi epifania? Pochi ci sono riusciti, Renato Zero più e meglio di tutti.
Una lotta estrema, eterna, col proprio doppio, fra istrione e uomo; la simbiosi col pubblico, la ricerca, quasi, di una crisi definitiva, risolutiva; il ritorno al successo e a un WhatsApp Image 2020-01-18 at 19.04.42 (1)sé stesso nel frattempo mutato.
Oggi è patrimonio nazionale, nessuno più lo contesta, lo discute, lo giudica.
Con queste premesse mi sono recato e vedere il Tour “Zero Il Folle” uno spettacolo che da mesi sta girando l’Italia, uno show che va a gonfie vele, il suo percorso è un successo e, dopo 3 ore di concerto – questa volta ha fatto tappa al Mediolanum Forum di Milano– uno sciame di piccoli sorci se n’è uscito piuttosto soddisfatto.
Le recensioni sono stato tutte positive c’è chi addirittura ha parlato di un nuovo tendone alla Zerolandia (uno dei primi tour del cantante romano, ha seguito l’uscita dell’album contenente “Il Triangolo”, siamo alla fine degli anni’70), se di Zerolandia però si vuol davvero parlare, lo si può fare, certo, ma limitandosi ai costumi: 18 cambi d’abito, uno dietro l’altro, magiche invenzioni sartoriali, sgargianti come nei passati ’70.
Dicevamo del concerto, tra emozionanti giochi di luce, si svela, il “pifferaio magico”, WhatsApp Image 2020-01-18 at 19.04.43 (1)osannato dalle migliaia di “sorcini” di tutte le età, lui, Zero il Folle, “il mercante di stelle” (canzone con la quale apre il concerto) si presenta sul palco e il cuore sobbalza…
Dopo un medley di vecchie canzoni, ouverture del lunghissimo concerto, Zero mette in campo i suoi nuovi capolavori.
Al centro di tutto l’AMORE.
Un amore pellegrino, come ama definirlo il cantautore romano, che è sempre sceso in campo a fianco dell’impegno e della ricerca, che si ritrova in uno sguardo, in una carezza, in una richiesta mai esaudita. Un lampo e l’eternità, il dolore e la gioia, la sorpresa e l’intuizione sono le mille sfaccettature del diamante che Zero porta alla luce e svela al suo pubblico.
Nei suoi testi l’amore parla a 360 gradi: l’Amore per la giovinezza e la bellezza di quegli anni, l’Amore per la giusta energia, l’Amore che torna a placare la sete di fantasia, l’Amore creativo che inventa emozioni per sfuggire al destino, l’Amore che alimenta passioni, speranze, ambizioni e follie, l’amore per ricordare.
Tre ore e passa di concerto durante il quale il cantautore presenta quasi per intero il nuovo disco dal quale la tournée prende il nome, ma tira fuori dal cilindro gran WhatsApp Image 2020-01-18 at 19.04.41parte del suo repertorio ultra quarantennale: non possono mancare “Cercami”, “Magari”, “Si sta facendo notte” fino alle nuove “Quanto ti amo”, “Questi anni miei” e la ‘lettera’ scritto a sé stesso in musica di “Zero il folle”. Ai medley è affidato il passaggio dei classici come “Vivo”, “Uomo no”, “Non sparare”, “Il Carrozzone”, “La tua idea, “Niente trucco”, “Per non essere così” e l’immancabile “Il Cielo”.
Non è mancata una dedica a coloro che non ci sono più, personaggi del mondo della musica, del teatro, della televisione. Curiosamente, invece, anche se in scaletta ci sono due super-classici come “Madame” e “Il triangolo” a cantarli non è Renato Zero, ma il coro formato da giovanissimi e bravissimi cantanti.
Fino al finale con “Più su” e l’emozionante abbraccio con il popolo dei Sorcini milanesi, mentre si richiudevano i tendoni di Zerolonadia, e quel “non dimenticatemi” che fa sempre tanta tenerezza.
Renato sa intrattenere, ci sa fare ancora ed alla grande, stupisce e ammicca, WhatsApp Image 2020-01-18 at 19.04.43convince sotto tanti punti di vista e fa innamorare ancora. Anche con uno stent al cuore e 69 anni all’anagrafica, sa “esaltare” più dell’ultimo Justin Bieber.
Uno Zero che “stanotte faccio festa”, come ama ricordare lui.
Ebbene Renato Fiacchini, ci sei riuscito: la festa l’hai fatta, insieme ai tuoi sorcini, ancora una volta, perché al tuo pubblico come a te, «questa calma piatta non piace proprio per un caxxo!».
Se dovessi scegliere una frase per descrivere il concerto e chiudere questo mio articolo sarebbe questa, del compianto Robin Williams: “Ti viene data solo una piccola scintilla di follia, non perderla”.

“ZERO IL FOLLE”: perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia…

rubrica a cura di Fabrizio Capra
Presentato il nuovo lavoro di Renato Zero – “Zero il folle” – in uscita venerdì prossimo, 4 ottobre. Renato Zero sarà in tour dal 1° novembre nei palasport italiani e già tredici date sono sold out.
“Qualcuno prima o poi avrebbe dovuto riaccendere il sacro fuoco della follia!
Una follia bella. Sana. Contagiosa!
In un mondo non più tondo. Ma troppo quadrato ed impostato.
Troppo prevedibile e quindi, privo di sorprese e di cambiamenti significativi.
Io sono folle dal 30 Settembre del 1950. E da allora non ho mai smesso di esercitare “la professione”.
Grazie anticipatamente a chi mi offrirà ancora stupore e nuovi spunti per il mio diario di bordo.
A chi insomma, riaccenderà la “miccia”. La rivoluzione è possibile e necessaria ogni santo giorno.
Le mie canzoni sono rumorose da sempre...
Sono certo perciò che il mondo grazie a quelli come noi ritornerà a girare con fantasia ed eccentricità!
E fissatevelo bene in mente: la vita bacia i folli!!!”
Renato Zero

1967: il diciassettenne RENATO ZERO pubblica il suo primo 45 giri “Non basta sai”/“In mezzo ai guai”.
renato zero2019: il sessantanovenne RENATO ZERO, con oltre 50 anni di carriera, oltre 500 canzoni e oltre 45 milioni di dischi venduti, continua a stupire e rinnovarsi, confermandosi l’artista italiano più rivoluzionario di sempre!
Pubblicato da Tatticavenerdì 4 ottobre uscirà “ZERO IL FOLLE”, il nuovo disco di inediti di RENATO ZERO, sia in formato CD sia in formato LP.
Entrambe le versioni saranno disponibili con quattro “folli” cover, che vanno a comporre Z E R O.
Zero il folle - Cover_bQuattro immagini che, insieme, rappresentano visivamente il disco, con la creatività e la follia che contraddistinguono Renato Zero e tutti coloro che rifiutano le regole e l’autorità.
Perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza.
ZERO IL FOLLE” è stato registrato a Londra, prodotto e arrangiato da Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams), con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.
Questa la tracklist dell’album: “Mai più da soli”, “Viaggia”, “La culla è vuota”, “Un uomo è…”, “Tutti sospesi”, “Quanto ti amo”, “Che fretta c’è”, “Ufficio reclami”, “Questi anni miei”, “Figli tuoi”, “La vetrina”, “Quattro passi nel blu”, “Zero il folle”.
ZEROILFOLLE_1 bÈ attualmente in radio “LA VETRINA”, il secondo singolo dopo “MAI PIÙ DA SOLI”, che, sempre da venerdì 4 ottobre, sarà possibile acquistare negli store fisici e digitali in uno speciale vinile 45 giri.
Sono già tresici le date SOLD OUT di “ZERO IL FOLLE IN TOUR” (prodotto e organizzato da Tattica), il nuovo tour di RENATO ZERO, con cui l’artista tornerà live nei principali palasport italiani, per stupire la sua gente con un grandioso show nel quale, oltre ad attingere dal suo storico repertorio, presenterà dal vivo anche il nuovo album di inediti “ZERO IL FOLLE”.

Queste tutte le date di “ZERO IL FOLLE IN TOUR”:
1 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
3 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
4 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
6 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
8 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
9 novembre - Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
14 novembre - Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
15 novembre - Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
18 novembre - Grana Padano Arena di MANTOVA
19 novembre - Grana Padano Arena di MANTOVA
23 novembre - Vitrifrigo Arena di PESARO
24 novembre - Vitrifrigo Arena di PESARO
7 dicembre - Modigliani Forum di LIVORNO
8 dicembre - Modigliani Forum di LIVORNO
14 dicembre - Pala Alpitour di TORINO
15 dicembre - Pala Alpitour di TORINO
21 dicembre - Unipol Arena di BOLOGNA
22 dicembre - Unipol Arena di BOLOGNA
11 gennaio - Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
12 gennaio - Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
18 gennaio - Palasele di EBOLI – Salerno
19 gennaio - Palasele di EBOLI – Salerno
23 gennaio - Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
25 gennaio - Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
26 gennaio - Palaflorio di BARI (SOLD OUT)

I biglietti sono disponibili in prevendita sul sito ufficiale di Renato Zero (www.renatozero.com), sul sito Vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati Vivaticket.
RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del tour.

La Vetrina: da domani in radio il nuovo singolo di Renato Zero

rubrica di Fabrizio Capra
Renato Zero da domani sarà in radio con “La Vetrina”, il nuovo singolo estratto dall’album di inediti in uscita il 4 ottobre dal titolo “Zero il folle”. Del tour in programma da novembre nei palasport di tutta Italia ben tredici date sono sold out.

renato zeroDa domani, venerdì 13 settembre, sarà in radio e disponibile in digitale “LA VETRINA”, il nuovo singolo di RENATO ZERO, che anticipa il prossimo disco di inediti, “ZERO IL FOLLE”  (Tattica), in uscita il 4 ottobre.
Una vetrina come una gabbia, che imprigiona e impedisce di liberarsi, dalle convenzioni e dalle regole di una società che mette paletti e spegne i sogni. Una vetrina con i riflettori puntati, per nascondere le proprie ombre dietro a piaceri effimeri, lontani dall’essenza della vita vera. Ma là fuori c’è ancora chi ha fame di sogni e di speranze, c’è ancora chi ha fame di un futuro da vivere, e non da osservare.
LA VETRINA”, il nuovo brano del folle Renato Zero, l’artista italiano più rivoluzionario di sempre!
Perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è chi rifiuta le regole e l’autorità, alimentando i desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza.
Cover singolo_bIl brano, così come il resto dell’album, è stato registrato a Londra e vede la produzione e gli arrangiamenti di Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams), con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.
Questa la tracklist del disco “ZERO IL FOLLE”: “Mai più da soli”, “Viaggia”, “La culla è vuota”, “Un uomo è…”, “Tutti sospesi”, “Quanto ti amo”, “Che fretta c’è”, “Ufficio reclami”, “Questi anni miei”, “Figli tuoi”, “La vetrina”, “Quattro passi nel blu”, “Zero il folle”.
È in radio e disponibile in tutti i digital store “MAI PIÙ DA SOLI” (https://tatticasrl.lnk.to/maipiudasoli), primo singolo estratto dal nuovo album di inediti. È possibile vedere il video, girato da Gaetano Morbioli, al seguente link:  https://youtu.be/2v44uEQiixs
Sono già 13 le date SOLD OUT di “ZERO IL FOLLE IN TOUR”, il nuovo tour di RENATO ZERO (prodotto e organizzato da Tattica), con cui l’artista tornerà live nei principali palasport italiani, per stupire la sua gente con un grandioso show nel quale, oltre ad attingere dal suo storico repertorio, presenterà dal vivo anche il nuovo album di inediti “ZERO IL FOLLE”.
Queste tutte le date di “ZERO IL FOLLE IN TOUR”:
1 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
3 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
4 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
6 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
8 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
9 novembre – Palazzo Dello Sport di ROMA (SOLD OUT)
14 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
15 novembre – Mandela Forum di FIRENZE (SOLD OUT)
18 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
19 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
23 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
24 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
7 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
8 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
14 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
15 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
21 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
22 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
11 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
12 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO (SOLD OUT)
18 gennaio – Palasele di EBOLI
19 gennaio – Palasele di EBOLI
23 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
25 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
26 gennaio – Palaflorio di BARI (SOLD OUT)
I biglietti sono disponibili in prevendita sul sito ufficiale di Renato Zero (www.renatozero.com), sul sito Vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati Vivaticket. RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del tour.

Aperti i casting per il nuovo video di Renato Zero

rubrica a cura di Fabrizio Capra
Il nuovo video di Renato Zero verrà realizzato a Ravenna e da oggi sono aperti i casting. Il videoclip sarà quello ufficiale di un brano del nuovo album in uscita il 4 ottobre e verrà presentato a Ravenna in occasione di “IMAGinACTION”.

renato zeroSarà Daimon Film a realizzare il videoclip ufficiale di un brano contenuto nel prossimo album di inediti di Renato Zero, “Zero il folle”, in uscita il 4 ottobre.
Per l’occasione, si cercano comparse e attori/attrici che dovranno presentarsi i giorni 9 e 10 settembre dalle ore 10.30 alle ore 19.00 presso la sede della Daimon a Ravenna (via Gardini, 20 – campanello Daimon Film, 1° piano). Non sono previste remunerazioni economiche.
Per informazioni è possibile contattare il sig. Niccolò Torresani al 329.2388501.
Il videoclip, diretto da Stefano Salvati, verrà presentato alla terza edizione di “IMAGinACTION”, il primo festival internazionale del videoclip, che si terrà a Ravenna l’11, il 12 e 13 ottobre. Per l’occasione sarà presentata anche una performance della scuola di danza Passi di Danza di Ravenna, come tributo al grande Zero.
Dopo il successo delle prime due edizioni, anche quest’anno, “IMAGinACTION” sarà un’occasione unica per raccontare al pubblico, insieme ai big della scena musicale italiana e internazionale, il mondo dei videoclip: tre giorni di incontri, immagini e suoni, con la musica al centro di tutto.

Zero il folle in tour: aperte le prevendite per i concerti di Renato Zero. Da ottobre il nuovo album di inediti

rubrica a cura di Fabrizio Capra
Dal 1° novembre Renato Zero torna in tour nei palasport italiani, ventidue concerti che lo vedranno impegnato fino a fine gennaio: prevendite già aperte per “Zero il folle in tour”. Nel mese di ottobre è prevista l’uscita del suo nuovo album di inediti intitolato “Zero il folle”.

ZEROILFOLLE_1 bFolle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è chi rifiuta le regole e l’autorità, alimentando i desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza. Folle è Renato Zero.
L’artista italiano più rivoluzionario di sempre sta per tornare a stupire la sua gente con un nuovo tour dal 1° novembre nei principali palasport italiani con un grandioso show nel quale, oltre ad attingere dal suo storico repertorio, presenterà dal vivo anche il nuovo album di inediti, in uscita a ottobre, “Zero il folle” (Tattica).
I biglietti sono disponibili in prevendita, sul sito ufficiale di Renato Zero (www.renatozero.com), sul sito Vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati Vivaticket.
RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del tour.
ZEROILFOLLE_3 bRenato Zero commenta:
«Scommettiamo che il tempo non ci tange? Che la ruga non ci sfiora?
Che il sogno ci sostiene e la musica ci adora?
Siamo folli Impenitenti.
Siamo Alunni e Professori.
Siamo Principi e Corsari.
Siamo Giovani Maturi.
Scommettiamo che non ci fermerà nessuno?»
e così continua:
«Il folle esprime il rifiuto di ogni autorità e si alimenta dei desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli. La Storia l’hanno fatta i folli: Gesù, Galileo, Mozart, Martin Luther King, John Lennon, Pasolini, Steve Jobs. Non vergognarsi mai e osare tutto, per rendere eterna la giovinezza. L’elogio alla follia 500 anni dopo ha parole nuove e incontra il pentagramma. Perché, 500 anni fa come oggi, nessuna società, nessun legame potrebbe essere gradevole o duraturo se gli uni con gli altri non ci lusingassimo vicendevolmente col miele della follia».

Queste tutte le date di “ZERO IL FOLLE IN TOUR”, prodotte e organizzate da Tattica:
ZEROILFOLLE_4 b1 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA
3 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA
4 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA
6 novembre – PALAZZO DELLO SPORT di ROMA
14 novembre – Mandela Forum di FIRENZE
15 novembre – Mandela Forum di FIRENZE
18 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
19 novembre – Grana Padano Arena di MANTOVA
23 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
24 novembre – Vitrifrigo Arena di PESARO
7 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
8 dicembre – Modigliani Forum di LIVORNO
14 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
15 dicembre – Pala Alpitour di TORINO
21 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
22 dicembre – Unipol Arena di BOLOGNA
11 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO
12 gennaio – Mediolanum Forum di MILANO
18 gennaio – Palaseledi EBOLI
19 gennaio – Palaseledi EBOLI
23 gennaio – Palafloriodi BARI
25 gennaio – Palafloriodi BARI

ZEROILFOLLE_2 bIl disco “ZERO IL FOLLE”, che uscirà ad ottobre, è stato realizzato a Londra con la produzione e gli arrangiamenti di Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams) con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.
1967. Un allora diciassettenne Renato Zero pubblica il suo primo 45 giri: “Non basta sai”/“In mezzo ai guai”. Dopo più di 50 anni, oltre 500 canzoni e 45milioni di dischi venduti, Renato Zero continua a stupire e rinnovarsi costantemente.

Geoff Westley: a marzo nuovo album per il direttore musicale del Festival di Sanremo

rubrica a cura di Fabrizio Capra

2. Geoff Westley_b_foto di Carlo Maradei

foto di Carlo Maradei

Anche quest’anno il Festival della Canzone Italiana, giunto alla sua 69ª edizione, può vantare Geoff Westley come direttore musicale. Il compositore, arrangiatore e pianista inglese è stato riconfermato dal direttore artistico Claudio Baglioni, dopo il successo dello scorso anno.
Geoff Westley ha appena ultimato un album di piano solo, registrato a Londra presso la Henry Wood Hall.  L’album, che contiene esclusivamente composizioni originali scritte dallo stesso Westley, sarà pubblicato a marzo e successivamente seguirà un tour.
Geoff Westley è noto al pubblico italiano per aver prodotto ed arrangiato due dischi storici della discografia di Lucio Battisti, “Una donna per amico” ed “Una giornata uggiosa” e per aver arrangiato l’album di BaglioniStrada facendo” e la famosissima “Avrai”.

3.Geoff Westley_b_foto di Lukasz Rajchert

foto di Lukasz Rajchert

Ha alle sue spalle una lunghissima e brillante carriera. Ha studiato Flauto, Piano e Composizione presso il Royal College of Music di Londra. All’età di 23 anni già dirigeva a Londra uno dei musical di maggior successo nella storia del genere: “Jesus Christ Superstar”. Fu successivamente chiamato ad assumere la direzione musicale dei Bee Gees, che ha accompagnato nei loro tour mondiali per sette lunghi anni.  Come pianista ed arrangiatore ha collaborato con Carpenters, Peter Gabriel, Phil Collins, Leo Sayer, Andrew Lloyd-Webber, Everly Bros, Vangelis, Gerry Goldsmith, Hans Zimmer, Marvin Hamlish e Henry Mancini. All’età di 30 anni è iniziata una lunga collaborazione di successo con artisti italiani come arrangiatore e produttore, lavorando con Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Mango, Renato Zero, Laura Pausini, Safina, Anna Oxa, Eros Ramazzotti, Fabio Concato, Lucio Dalla, Fabrizio de André, Fiorella Mannoia.

1. Geoff Westley_b_foto di Lukasz Rajchert

foto di Lukasz Rajchert

Nel 2008 ha vinto il Premio della Critica al Festival della Canzone italiana di Sanremo per il gruppo Frank Head con la canzone “ParaParà PaRaRa”.
Come arrangiatore e direttore ha lavorato con le più importanti orchestre del mondo.
Nel 2016 ha partecipato al Festival di Sanremo come arrangiatore e direttore per Eros Ramazzotti, ospite speciale di quell’edizione. Nel 2018 è stato voluto da Claudio Baglioni come Direttore Musicale per la 68/a edizione del Festival della Canzone italiana di Sanremo.
Quando non fa musica, Westley ama andare in barca a vela, fare lunghe passeggiate con i suoi cani in Sassonia e sui Pirenei e pilotare mongolfiere in Inghilterra.

Renato Zero in edicola, Fiorella Mannoia disco e tour, Danila Satragno presenta il libro…

rubrica a cura di Fabrizio Capra
Protagonisti dell’articolo di oggi Renato Zero che sarà “in edicola” per 33 settimane. Poi Fiorella Mannoia e il tour in programma nel mese di maggio del prossimo anno. Infine la presentazione a Savona del libro di Danila Satragno (che è stata anche una delle coriste dell’ultimo indimenticabile tour di Fabrizio De André). Come al solito in fondo all’articolo la galleria fotografica.
RENATO ZERO

renato zeroVenerdì 28 dicembre, una data da segnare sul calendario: in edicola la prima uscita di un progetto monumentale.
Mille e uno zero – la storia di un inguaribile trasformista, trentatre appuntamenti settimanali per ripercorrere cinquant’anni di musica italiana attraverso l’intera discografia di un artista unico nel suo genere. Una collana che esce con TV Sorrisi e Canzoni e che, per la prima volta, comprende l’intera discografia dell’artista completamente rimasterizzata. Un lavoro totalmente inedito anche nella sua presentazione grafica, con un artwork creato appositamente per l’occasione.In omaggio con la prima uscita, l’album “Amore dopo amore”, anche lo speciale cofanetto. RTL 102.5 è la radio media partner.
AmoreDopoAmoreMILLE E UNO ZERO. La storia di un inguaribile trasformista” sarà l’occasione per riscoprire rarità e ritrovare grandi successi che hanno segnato la storia della musica italiana, un’opera unica e imperdibile che permetterà ai fan, e non solo, di immergersi totalmente nel mondo di Renato Zero.
La collana è composta da trenta album da studio e tre compilation inedite contenenti i singoli pubblicati e mai inseriti all’interno di un album. Ogni cd, in formato digipack presenta inoltre un booklet con contenuti speciali, immagini rare e un’intervista inedita che l’artista ha realizzato per la collezione, dedicata al racconto della sua vita e dell’album. In questi anni la maggior parte dei dischi di catalogo dell’artista non sono mai stati ripubblicati, preservando in questo modo alcuni album che oggi, dopo oltre venticinque anni, sono delle vere e proprie rarità.

FIORELLA MANNOIA

fiorella mannoia«Si riparte – ha scritto Fiorella Mannoia sui suoi profili social – “Personale” è il titolo del nuovo progetto, nuovo album e nuovo tour. Da maggio ci si rivede nei teatri. Avrò modo più avanti di raccontarvi cosa sta dietro a questa parola: “Personale”. A presto».
Sta per cominciare una stagione ricca di novità e soprattutto di nuova musica per Fiorella Mannoia: un nuovo album dal titolo “Personale” e da maggio, prevendite già avviate da poche ore, il “Personale Tour”.
In queste settimane la cantante sta lavorando alle nuove canzoni che andranno a comporre la tracklist  dell’album in uscita nel 2019, che sarà intitolato appunto “Personale”. Sono trascorsi tre anni dal disco di Platino con “Combattente” e Fiorella si accinge a un nuovo atteso progetto discografico, e non solo quello, che riserverà tante sorprese.
fiorella mannoia personale tourIl 2019 sarà ovviamente un anno all’insegna del live: dopo la stagione 2016-2017, tornerà presto a incontrare il suo pubblico per presentare dal vivo il suo nuovo progetto. Il prossimo maggio il “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners, farà tappa in dodici teatri d’Italia. I biglietti sono disponibili in prevendita da oggi, mercoledì 19 dicembre, su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di sabato 22 dicembre nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).
Queste le date: 7 maggio – Firenze – Teatro Verdi; 8 maggio – Parma – Teatro Regio; 11 maggio – Torino – Auditorium Del Lingotto; 12 maggio – Brescia – Gran Teatro Morato; 14 maggio – Milano – Teatro Degli Arcimboldi; 15 maggio – Bologna – Europauditorium; 17 maggio – Trieste – Teatro Rossetti; 18 maggio – Padova – Gran Teatro Geox; 20 maggio – Cesena – Nuovo Teatro Carisport; 23 maggio – Roma – Auditorium Parco della Musica; 25 maggio – Bari – Teatro Team; 27 maggio – Napoli – Teatro Augusteo

DANILA SATRAGNO

danila satragno2_b_2 foto di Melissa De BernardiLa Sala Rossa del Comune di Savona ospiterà domani, giovedì 20 dicembre, alle ore 18, la presentazione del libro di Danila Satragno, scritto con Roberto Re, “Tu sei la tua voce” (Sperling & Kupfer).
All’incontro, organizzato dalla libreria Ubik di Savona, saranno presenti, oltre alla cantante e vocal coach di alcuni tra i più grandi artisti della musica italiana, anche Roberto Re, mental coach numero uno in Italia e coautore del libro, e il contrabbassista Dino Cerruti, con cui Danila Satragno si esibirà dal vivo interpretando alcuni brani.
Il libro rivela e insegna le tecniche di due grandi maestri che hanno cambiato la vita a migliaia di persone.
«Ho dedicato la mia vita allo studio e alla ricerca dei colori della voce – afferma Danila Satragno – ho scritto questo libro per portarvi con me nel magico viaggio alla scoperta del pianeta voce e dei suoi mille segreti. Il fascino di una bella voce ha un potere immenso, con la forza della comunicazione potrete essere vincenti nella vita, nel lavoro, in famiglia e in amore».
Il metodo VOCAL CARE® di Danila Satragno, unico ed esclusivo, insegna ad usare la voce in tutte le sue potenzialità e possibilità espressive. Utilizzato da migliaia di professionisti del canto e del parlato, si rivolge a un pubblico molto ampio, sia di esperti che di amatori.
«Questo metodo mi ha fatto scoprire molte cose sulla mia voce, mi ha aperto un mondo ancora tutto da esplorare – afferma il leader degli Afterhours Manuel Agnelli, che ha curato l’introduzione del libro – mi ha ridato la gioia di cantare. L’energia, il linguaggio, il coraggio».
COP_satragno_tu_sei_la_tua_voce.inddLa voce può far innamorare. È il caso di attori e doppiatori che stregano i nostri sensi al ci­nema, oppure di cantanti che riescono a far vibrare le corde più profonde del nostro ani­mo. Questo libro svela che in realtà ognuno di noi può migliorare la propria voce e renderla un’alleata straordinaria per trasmettere emo­zioni, sicurezza, personalità e fascino nella nostra vita privata e professionale. Il segreto è un metodo esclusivo testato da migliaia di persone che cura, potenzia e libera la voce fino alla sua massima espressività, e al contempo in­segna a gestire le emozioni e lo stress per comunicare al proprio interlocutore o a un’intera platea quello che più desideriamo, parlando o cantando. Danila Satragno, vocal coach delle star che per la profondità e la completezza del suo metodo ama definirsi “vocal builder”, e Roberto Re, mental coach numero uno in Italia, hanno unito le loro esclusive com­petenze per trasformare per sempre la nostra voce e farci ottenere risultati eccezionali nelle relazioni quotidiane (con il partner, con i figli, con i colleghi), in pubblico (dall’assemblea condominiale alla presentazione di un proget­to di lavoro, a un’aula scolastica), su un palco (come nel caso di veri professionisti quali atto­ri, cantanti, presentatori, deejay). Il Vocal Care®, l’unico metodo scientifico per la cura della voce, ideato da Danila Satragno, e le tecniche di gestione emotiva e di focalizzazione di Rober­to Re, forniscono per la prima volta in questo libro i segreti per un cambiamento radicale e sorprendente delle nostre capacità vocali e del nostro potere di sedurre, convincere, coinvol­gere, incantare tutti coloro che ci ascoltano.
Il libro è completato da risorse video gratuite sul sito www.vocalcare.it.

Danila Satragno, can­tante, musicista e vocal coach, lavora con gran­dissimi artisti, tra cui Jovanotti, Giuliano Sangiorgi, Ornella Vanoni, Biagio Antonacci,Arisa, Annalisa, Ghali e moltissimi altri (la ricordiamo, inoltre, coriste dell’ultimo indimenticabile tour di Fabrizio De André). Docente al Conservatorio di canto jazz e pop, è stata coach ad Amici X-factor. La sua lunga esperienza di vocal coach per professionisti e per giovani ta­lenti l’ha portata a elaborare l’esclusivo metodo Vocal Care®, utilizzato anche da molti attori e doppiatori.  Ha già pubblicato “Voglio cantare” e “Accademia di canto” per Sperling & Kupfer.
Roberto Re è il mental coach numero uno in Italia con oltre venticinque anni di esperienza e centinaia di migliaia di partecipanti ai suoi corsi. È fondatore di HRD Training Group. I suoi corsi di coaching sono stati scelti da alcune delle principali aziende italiane e multinazionali e da molti personaggi dello spettacolo e dello sport. È autore di diversi bestseller, tra cui “Leader di te stesso” e “Cambiare senza paura” (entrambi pubblicati da Mondadori), e “Energy” con Roy Martina (Sperling & Kupfer).