Alessandria: Palatium Vetus ospita la mostra dedicata a Carlo Carrà

Riceviamo e pubblichiamo
Dal 28 maggio al 5 ottobre, nella Quadreria del Broletto, omaggio al pittore Carlo Carrà a 140 anni dalla nascita. Esposte 44 opere, alcune inedite, realizzate tra il 1898 e il 1965.

Carrà 140. Opere della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e da collezioni private alessandrine” è il titolo della mostra con la quale, dopo un lungo periodo di confinamento legato alla pandemia, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria intende aprire la nuova stagione della Quadreria del Broletto, lo spazio espositivo al piano terra di Palatium Vetus, sede stessa della Fondazione.
La mostra, aperta dal 28 maggio al 5 ottobre, intende – a distanza di 140 anni dalla nascita – rendere omaggio a Carlo Carrà, nato in provincia di Alessandria (Quargnento 1881 – Milano 1966) e divenuto uno degli indiscussi protagonisti delle avanguardie del XX secolo.
Quarantaquattro le opere esposte, tra oli, disegni e acqueforti, in parte provenienti direttamente dalla collezione d’arte della Fondazione e in parte dai collezionisti alessandrini, i quali si sono dichiarati disponibili al prestito di un altrettanto interessante corpus di dipinti, in prevalenza paesaggi, che consentono di delineare un panorama articolato di questo artista imprescindibile del Novecento.
Aprire la Quadreria con una mostra dedicata a Carrà – afferma il presidente della Fondazione, Luciano Marianoha non poche motivazioni di fondo: in primo luogo celebrarne il 140° anniversario della nascita e rendere omaggio a questo artista al quale l’Ente ha sempre dedicato grande attenzione, fin dal 2004, anno a cui risale la prima acquisizione dell’opera Punta della Dogana(1948), arrivando nel tempo ad assicurarsi un corpus cospicuo di dipinti, tale da poter costituire il nucleo di una piccola, ma preziosa mostra che li ripropone tutti negli spazi della Quadreria del Broletto. Numerose le opere inedite che richiameranno sicuramente appassionati di storia dell’arte e visitatori provenienti da tutto il territorio nazionale, creando un positivo volano per l’economia del nostro territorio”.
La rassegna è anche l’occasione per far conoscere a un pubblico più vasto un’opera esposta in permanenza a Palatium Vetus, ma in spazi meno accessibili: il Grande fregio con putti danzanti, studio per una decorazione muraria di cui non si conosce l’esito, risalente al primo decennio del Novecento e appartenente al periodo giovanile dell’attività pittorica di Carrà.

Inoltre, una serie di incisioni – mai esposte – degli anni 1922 – 1927, incluse in una cartella di 30, ottenute su lastre originali in cui, tradotti nelle ombreggiature e nei tratti decisi delle acqueforti, tornano i temi più cari all’artista.
L’arco cronologico rappresentato dalla mostra va dal 1898, a cui risale Pergamena “Agli sposi”, forse la prima opera firmata e datata dall’artista, per arrivare a Campagna di Versilia del 1965, un anno prima della sua morte.
Il progetto scientifico è stato ideato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che si è avvalsa della collaborazione di tre esperti e critici d’arte: Fulvio Cervini, docente di Storia dell’arte medievale presso l’Università di Firenze, Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella, che hanno lavorato al catalogo generale delle opere della Fondazione.
La Fondazione ha incaricato della realizzazione operativa della mostra la sua Società strumentale Palazzo del Governatore Srl.
La rassegna inaugurerà il 28 maggio prossimo per concludersi il 5 ottobre 2021. Ingresso gratuito con prenotazione in ossequio alla normativa vigente.
Informazioni e approfondimenti alle pagine Facebook @Collezioni di Palatium Vetus e @Fondazione Cassadi Risparmiodi Alessandria che saranno costantemente aggiornate.
Informazioni e prenotazioni: e-mail: didattica.fondazionecral@gmail.com – telefono 3478095172
Pagine Facebook: @Collezioni di Palatium Vetus – @Fondazione Cassadi Risparmio di Alessandria
Orari ingressi e visite guidate: sabato e domenica (orari in fase di definizione)
Sede della mostra: Alessandria, Palatium Vetus, piazza della Libertà 28

Archicultura presenta il Concorso internazionale di poesia “Città di Acqui Terme”

Riceviamo e pubblichiamo
 XIII edizione per il Concorso internazionale di poesia “Città di Acqui Terme” promosso dall’Associazione Archicultura, presentato ieri dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
Luciano Mariano

Al via la tredicesima edizione del Concorso internazionale di poesia promosso dall’Associazione Archicultura.
Il Premio si articola in sei sezioni, di cui tre distinte per fasce d’età corrispondenti ai segmenti della scuola primaria, della secondaria di I grado e della secondaria di II grado, una dedicata agli adulti, una a tema e una al libro edito.
La sezione a tema prende spunto da una forte e bella illuminante idea di Ennio Flaiano che ci consente di essere protagonisti nel Settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Nella sua ‘Autobiografia del Blu di Prussia’, Flaiano scrive: «“L’amor che muove il sole e l’altre stelle”. Ecco un verso di Dante che vede oltre il telescopio di Galileo. Quando la Scienza avrà messo tutto in ordine, toccherà ai poeti mischiare daccapo le carte» – afferma Serena Panaro, presidente di Archicultura, che aggiunge – : “il Premio è aperto a tutte le classi di età, in modo da favorire ed incentivare l’accostarsi alla scrittura anche da parte dei più piccoli e, di anno in anno, ha visto un costante aumento del numero dei partecipanti. Il poeta Maurizio Cucchi e i professori Ferruccio Bianchi e Alberto Sinigaglia sono presidenti di sezione”.
La sinergia tra questo Concorso Internazionale e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria – dichiara il presidente della Fondazione, notaio Luciano Marianoè ormai consolidata nel tempo e testimonia l’impegno comune a promuovere la cultura tra i giovani e gli adulti e a valorizzare le eccellenze del nostro territorio. Quest’anno il programma prevede anche la celebrazione del “sommo poeta” e saranno, sicuramente, numerosi gli studenti e gli appassionati di poesia che si daranno appuntamento ad Acqui Terme per declamare i loro versi. Buon lavoro agli organizzatori e complimenti alla dinamica presidente per la determinazione con cui, anno dopo anno, è riuscita a rinnovare e implementare il Premio rendendolo sempre più autorevole e incisivo”.

Le opere dovranno essere inviate entro il 19 aprile 2021 presso Associazione Archicultura- Concorso Internazionale di Poesia “Città di Acqui Terme”, casella postale n. 78, 15011 Acqui Terme (AL).
Le specifiche sulla pagina Facebook e sul sito web www.associazionearchicultura.it
La cerimonia di premiazione, che sì svolgerà nei giorni 10-12 settembre 2021, sarà accompagnata da numerose iniziative, tra cui il conferimento del Premio alla carriera “Città di Acqui Terme” a personalità di spicco del panorama letterario e il festival culturale che dal 2016 raccoglie la partecipazione di case editrici, giornalisti e poeti.
L’iniziativa è sponsorizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, dall’Istituto Nazionale dei Tributaristi e patrocinato dalla Regione Piemonte, dalla Provincia di Alessandria, dal Comune di Acqui Terme e dall’Ordine dei Giornalisti del Piemonte.

“I tesori della Val Curone” sabato a Linea Verde Tour

Riceviamo e pubblichiamo
Sabato prossimo, 17 ottobre, alle ore 15, su Rai1, la trasmissione Linea Verde Tour farà tappa in Val Curone alla scoperta dei suoi tesori. La puntata è stata girata in convenzione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
Val Curone

Sabato 17 ottobre, alle 15, televisori sintonizzati su RAIUNO per scoprire tutti i “Tesori della Val Curone” protagonisti della puntata di LINEA VERDE TOUR.La trasmissione sarà, infatti, interamente dedicata a questa ridente vallata della provincia di Alessandria dove arte, cultura, tutela ambientale, attività sportive fanno da corollario a una enogastronomia di altissima qualità.
La valorizzazione dell’alessandrino attraverso trasmissioni di grande richiamo come LINEA VERDE TOUR è una iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, avviata da oltre un decennio, in convenzione con le reti RAI.

Volpedo

Riteniamo che soprattutto in questo difficile periodo di transizione – afferma il presidente della Fondazione, notaio Luciano Mariano –  sia importante sostenere i nostri operatori economici facendo conoscere al grande pubblico tutte le peculiarità di un territorio che, nel massimo rispetto delle regole, è pronto ad accogliere un turismo di qualità. In particolare, LINEA VERDE TOUR mette in vetrina la biodiversità, la storia e la cultura della nostra provincia e rappresenta, a nostro avviso, lo strumento più immediato e diretto per raggiungere un pubblico ampio ed eterogeneo”.

Pieve di Viguzzolo

La brillante conduzione di Federico Quaranta, affiancato da Giulia Capocchi e da Peppone Calabrese permetterà ai telespettatori di scoprire inediti percorsi turistici e di apprezzare i prelibati prodotti della terra e della tradizione locale.
Le riprese metteranno in luce le bellezze paesaggistiche della Val Curone, le pievi millenarie, gli angoli di Volpedo ritratti dal pittore del “Quarto Stato” e faranno “assaporare” le specialità locali: tartufi, formaggio “Montebore”, salame nobile del Giarolo e un ottimo “Timorasso” delle cantine tortonesi.

“Linea Verde Tour”: lo staff del programma Rai in Val Curone per le riprese

Riceviamo e pubblichiamo
“Linea Verde Tour”, in convenzione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, da oggi fino al 28 settembre saranno in Val Curone per le riprese della trasmissione.

Nel corso di questo weekend la Val Curone sarà trasformata in un set televisivo a cielo aperto

La troupe di LINEA VERDE TOURRaiuno – ha infatti in programma di dedicare una intera puntata ai “Tesori della Val Curone“. A condurre la trasmissione sarà Federico Quaranta, accompagnato da Giulia Capocchi – già conduttrice di “Linea Bianca”- e dall’immancabile Peppone Calabrese.
Le riprese sono iniziate oggi, sabato 26 settembre, per proseguire domenica 27 e lunedì 28
Si tratta di un’occasione unica di promozione di questa ridente vallata, un vero e proprio viaggio nella tradizione locale, nel mondo dell’agricoltura e dei prodotti tipici, della cultura e dell’arte, ma anche dello sport e della vita all’aria aperta in un ambiente pressoché incontaminato.

Siamo sempre più convinti – afferma il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che, da anni, ha stabilito un accordo con le reti RAI – che il mezzo televisivo sia ancora tra i più validi per far conoscere e apprezzare le eccellenze del nostro territorio a livello nazionale e internazionale. Sono oltre cento le trasmissioni realizzate dalle reti di Stato e da Mediaset, negli ultimi dieci anni, nell’ambito della collaborazione con il nostro Ente e siamo certi di aver fornito un’importante ribalta a decine di comuni alessandrini ricchi di storia, arte, cultura e ai loro operatori economici“.

Le riprese spazieranno dalle bellezze paesaggistiche della Val Curone, alle strade di Volpedo protagoniste con i suoi abitanti delle opere del pittore del “Quarto Stato”, alle pievi millenarie per fare sosta nelle aziende vinicole che producono il Timorasso, nei boschi a cercar tartufi, nelle aziende casearie dove nasce il formaggio Montebore o nei salumifici famosi per il “salame nobile del Giarolo“.

Sarà un excursus nel mondo rurale della nostra provincia per raccontare storie di persone che hanno scelto di vivere in campagna, ma anche di operatori turistici, di ambientalisti, di sportivi che si impegnano ogni giorno per renderla migliore.
La trasmissione andrà in onda nei prossimi mesi su Raiuno, il sabato mattina.

Alessandria: “Marengo e il suo tempo” in mostra alla Fondazione Cassa di Risparmio

Riceviamo e pubblichiamo
Inaugurata sabato negli spazi della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria la mostra “Marengo e il suo tempo”. Esposta documentazione riguardante Napoleone Bonaparte e la battagli di Marengo.

Sabato scorso, 19 settembre nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, piazza della Libertà 28, nell’area del cortile porticato adiacente al Broletto, è stata inaugurata la mostra “Marengo e il suo tempo”.

L’esposizione di manifesti, carte geografiche e stampe che si concentrano sulla figura di Napoleone Bonaparte e sulla battaglia di Marengo, permetteranno di seguire una narrazione visiva di questo avvenimento storico con la parabola del mito napoleonico fino al suo termine.
La mostra, che rimarrà visibile con altre straordinarie opere delle collezioni della Fondazione CRA, esporrà per la prima volta due rari volumi sulla battaglia di Marengo consultabili digitalmente.

La mostra permette di fruire di prestigiosi e rari documenti, editti, volumi, e di godere della bellezza di opere d’arte che vanno dalle stampe agli acquerelli alle tele tutti di tema napoleonico e segnatamente riferiti soprattutto a Marengo, forse la più importante battaglia di Napoleone, allora primo Console, battaglia che vide Dessaix caduto sul campo come eroe della battaglia. Napoleone chiama il suo cavallo Marengò proprio per ricordare la sua vittoria.

Un progetto voluto fortemente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e realizzato dalla Società strumentale della Fondazione, Palazzo del Governatore. La collezione è stata ereditata dalla Cassa di Risparmio di Alessandria e negli anni si è arricchita con importanti acquisizioni quali la grande tela “Le canonier Baraillier” , un episodio citato nelle cronache della battaglia, opera del Lalauze e poi la rarissima copia della descrizione della battaglia del Berthier, realizzata in poche e rarissime copie.
L’esposizione è curata da Mariateresa e Gianfranco Cairo.
Orari
Venerdì  9.00 – 13.00
Con visite guidate alle ore 10-11-12
Sabato   9.00 – 13.00     15.00 – 19.00
Con visite guidate alle ore 10-11-12     e 16-17-18
La prenotazione per l’accesso e per le visite non sono obbligatorie ma consigliate.
L’ingresso e la visita guidata sono gratuiti.
per informazioni e prenotazioni
tel. 3478095172 – didattica.fondazionecral@gmail.com

LE DICHIARAZIONI

LUCIANO MARIANO – presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria
La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha deciso di mettere a disposizione del territorio un’altra importante sezione del proprio patrimonio artistico allestendo una mostra per presentare al pubblico la nutrita collezione di stampe, carte geografiche e manifesti su Napoleone Bonaparte e la battaglia di Marengo acquisita nel corso degli anni e costantemente integrata con intere raccolte di opere d’arte dedicate all’imperatore francese le cui sorti si sono intrecciate con la storia di Alessandria il 14 giugno 1800,alle porte della città. Saranno esposti, per la prima volta, anche due volumi inediti, di grande valore storico che rappresenteranno motivo di grande interesse per studiosi e appassionati di storia locale e napoleonica e che, grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie, saranno consultabili da tutti gli interessati in formato digitale. La mostra farà da corollario alla ricca quadreria allestita al piano terreno di Palatium Vetus e rappresenterà una vera novità per chi ha già avuto modo di visitare la nostra sede e, al contempo, un invito a quanti non ne hanno mai varcato la soglia. L’apertura al pubblico del Palazzo anche nella giornata di sabato favorirà l’afflusso dei turisti creando un ponte ideale con il Museo di Marengo, nei pressi del quale sorge la scultura luminosa fortemente voluta dalla Fondazione e dedicata a Marengò, il cavallo prediletto da Napoleone.Con questa mostra, un altro tassello si aggiunge alle numerose proposte culturali che, in questo periodo, il nostro Ente ha messo in cantierequale contributo per promuovere l’alessandrino e rivitalizzare il tessuto economico e sociale fortemente compromesso dopo i lunghi mesi di lockdown”.
PIERANGELO TAVERNA – presidente Società Palazzo del Governatore
Con il Museo di Marengo aperto saltuariamente, era necessario intraprendere una iniziativa che testimoniasse il fatto che il Comune, la Provincia e la Fondazione sono consapevoli dell’importanza di Marengo dal punto di vista storico-culturale e turistico e puntano ancora sulla potenziale attrazione che Marengo può esercitare a vari livelli; questa iniziativa è funzionale al rilancio di Marengo e si inquadra come punto di documentazione distaccato dal Museo. La mostra realizzata grazie alla sensibilità della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e del suo Presidente vuole mettere a disposizione degli alessandrini, dei turisti, degli studiosi e degli studenti un patrimonio raro e prezioso che è parte della nostra storia come Marengo fa parte della storia mondiale. Una mostra che potrà essere rinnovata con l’avvicendarsi di opere che oggi non trovano posto nell’esposizione, ma che sono in collezione. Il percorso disegnato da Mariateresa e Gianfranco Cairo tratteggia magistralmente gli eventi attraverso le immagini con una cronologia per quanto possibile rispettata. A loro e a quanti hanno collaborato al progetto un ringraziamento per aver contribuito ad arricchire il panorama culturale alessandrino con una proposta di grande qualità”.

Alessandria: “I giorni del coraggio e dell’orgoglio” sul sito della Fondazione Solidal

Riceviamo e pubblichiamo
“I giorni del coraggio e dell’orgoglio” è il libro scritto da una comunità che ha affrontato in prima persona i giorni della pandemia. Il libro è scaricabile con offerta libera sul sito della Fondazione Solidal.

Il libro scritto da una comunità per raccontare ‘I giorni del coraggio e dell’orgoglio’, quando l’emergenza della pandemia ci ha costretti a toccare con mano le conseguenze di una tragedia che non ci saremmo mai immaginati di vivere, ma anche a scoprire la forza della solidarietà che ci ha aiutati a superarla.

Il racconto di un ospedale che ha cambiato pelle. Il sacrificio di un medico in prima linea. La cronista che vede il coraggio negli occhi dei soccorritori. Quella foto, pubblicata sul giornale, che testimonia gli ultimi momenti di vita di un paziente. Vivere da sola e al rientro a casa, dopo una giornata di lavoro, vedere dalla finestra la città vuota, con le ambulanze che passano, e sentirsi fortunata. Gli infermieri, angeli senza ali. Dalla tragedia, una buona occasione per cambiare. La normalità persa, come può essere l’appuntamento con il barbiere con cui si parla ovviamente di calcio. I volontari che portano farmaci. La scuola al tempo del covid.
L’ebook adesso è pronto. In 92 pagine, contiene i contributi di medici, infermieri, pazienti dell’ospedale di Alessandria, giornalisti, docenti e studenti. Sono ‘Racconti di dolore e di speranza‘, come recita il sottotitolo, in molti casi testimonianze dirette, che ci consentiranno di riavvolgere il nastro degli ultimi quattro mesi della nostra vita, quella segnata dal covid-19.
Il libro è scaricabile a offerta libera(tramite carte o Paypal) dal sito della fondazione SolidAl (www.fondazionesolidal.it), e rappresenta un altro passo lungo la strada che ha portato alla riscoperta del senso di appartenenza a una comunità e dell’orgoglio di essere italiani e, nella fattispecie, alessandrini.

Non si spiegano diversamente la generosità manifestata nei momenti più difficili della pandemia, il coraggio e la speranza quasi palpabili, così come il pensare per una volta a fare squadra.
L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e dal suo braccio operativo e solidale, rientra tra quelle che hanno consentito, grazie ai versamenti di migliaia di persone, di raccogliere oltre un milione di euro a sostegno degli ospedali del territorio e avrà lo stesso obiettivo.
L’idea – sottolinea il presidente della Fondazione Cral Luciano Marianoè nata nell’aprile scorso, nei giorni più cupi dell’emergenza sanitaria, con un duplice obiettivo: raccogliere in un unico progetto editoriale le storie vissute da chi ha combattuto il coronavirus in prima persona: personale sanitario, pazienti, parenti e amici di pazienti, volontari ma anche giornalisti che hanno riportato fedelmente la cronaca della pandemia con inchieste e resoconti. In secondo luogo, proseguire la raccolta fondi per continuare a sostenere i nostri ospedali, finanziare la ricerca e contribuire a combattere l’emergenza economica che ha colpito numerose famiglie residenti in provincia di Alessandria. La partecipazione al progetto da parte degli autori è stata entusiasta; mi auguro che, con altrettanto entusiasmo, i lettori si accostino a questo volume animati dall’interesse e dal desiderio di essere ancora vicini a chi continua a combattere questo oscuro nemico”.
Abbiamo lanciato la campagna #fermiamoloinsieme – aggiunge il presidente di SolidAl Antonio Maconid’intesa con il presidente Mariano, inconsapevoli dell’enorme risultato che sarebbe arrivato. Una cosa era certa: da sole, le fondazioni non avrebbero potuto dare la risposta adeguata per questa emergenza così fuori dal normale”. Considerazione che vale ancora oggi.

Alessandria. Ebook solidale: il racconto di medici, infermieri, giornalisti, studenti e pazienti

Riceviamo e pubblichiamo
Nei prossimi giorni la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la Fondazione SolidAL metteranno a disposizione l’ebook “I giorni del coraggio e dell’orgoglio”. L’ebook  sarà scaricabile ad offerta.

Il racconto di un ospedale che ha cambiato pelle. Il sacrificio di un medico in prima linea. La cronista che vede il coraggio negli occhi dei soccorritori. Quella foto, pubblicata sul giornale, che testimonia gli ultimi momenti di vita di un paziente. Vivere da sola e al rientro a casa, dopo una giornata di lavoro, vedere dalla finestra la città vuota, con le ambulanze che passano, e sentirsi fortunata. Gli infermieri, angeli senza ali. Dalla tragedia, una buona occasione per cambiare. La normalità persa, come può essere l’appuntamento con il barbiere con cui si parla ovviamente di calcio. I volontari che portano farmaci. La scuola al tempo del covid.

Sono 27, in tutto, i contributi che si potranno leggere sull’ebook ‘I giorni del coraggio e dell’orgoglio’, il libro che sarà pubblicato sul sito della Fondazione SolidAl e che raccoglierà quei ‘Racconti di dolore e di speranza’ (così recita il sottotitolo) che ci consentiranno di riavvolgere il nastro degli ultimi tre mesi della nostra vita, quella segnata dal covid-19. Lo potremo in un certo senso riascoltare grazie ai racconti di medici, infermieri, pazienti dell’ospedale di Alessandria, giornalisti e  studenti.
L’ebook sarà scaricabile a offerta. Indipendentemente dal risultato economico che si potrà raggiungere, l’iniziativa è un altro passo lungo la strada che ha portato alla riscoperta del senso di appartenenza a una comunità e dell’orgoglio di essere italiani e, nella fattispecie, alessandrini. Non si spiegano diversamente la generosità manifestata nei momenti più difficili della pandemia, il coraggio e la speranza che si toccavano virtualmente con mano, così come il pensare per una volta a fare squadra.

Concetti sintetizzati nel titolo: rappresentano un bene prezioso da conservare che, si spera, potrà servire anche per i mesi e gli anni che verranno.
Il libro, che conterrà anche fotografie che riassumono, come solo le immagini possono fare, il senso del difficile periodo dell’emergenza, sarà disponibile nelle prossime settimane.
Un’emergenza che la provincia si è lasciata alle spalle anche grazie agli alessandrini che hanno aderito all’invito della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e contribuito, con i loro versamenti, a raccogliere oltre un milione per le strutture sanitarie del territorio. Invito che vale anche per questa iniziativa.

Alessandria: riapre la collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio

Riceviamo e pubblichiamo
Dopo la forzata chiusura dovuta all’emergenza sanitaria riapre giovedì prossimo, 11 giugno 2020, la collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria con tutte le precauzioni previste.

La collezione d’Arte della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria dopo questi mesi di chiusura a causa delle misure di contenimento dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19, riapre finalmente al pubblico giovedì 11 giugno 2020.
La Fondazione invita il pubblico a visitare la collezione del Palazzo simbolo della Città di Alessandria in assoluta sicurezza.
La collezione comprende dipinti, sculture, disegni: sessanta opere di grandi autori legati al territorio, da Pellizza da Volpedo a Morbelli, uscite dal caveau della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
L’ingresso sarà contingentato e, grazie ad alcune semplici norme di comportamento, sarà garantita una visita piacevole e sicura.

La mostra osserverà i seguenti giorni e orari di apertura: giovedì dalle 15.00 alle 17.30 e venerdì dalle 9.00 alle 13.00.
Le visite guidate si effettueranno ogni mezzora in questi orari: giovedì ore 15.00 – 15.30 – 16.00 -16.30 e venerdì ore 9.00 – 9.30 – 10.00 – 10.30 – 11.00 – 11.30 – 12.00.
La prenotazione per l’accesso e per le visite non sono obbligatorie ma consigliate data la necessità di contingentare gli ingressi.
L’ingresso e la visita guidata sono gratuiti.
Per informazioni e prenotazioni tel. 3478095172 didattica.fondazionecral@gmail.com
Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria
Palazzo del Governatore

Piazza della Libertà 28 – Alessandria
https://www.fondazionecralessandria.it/

Modalità di accesso
L’accesso sarà consentito a un numero contingentato di visitatori finalizzato a garantire un’adeguata distanza interpersonale; di norma sarà consentito l’accesso a non più di 4 visitatori alla volta tranne che per gruppi familiari o conviventi
All’ingresso sarà misurata la temperatura. Se risulterà 37,5°C o superiore, sarete invitati a lasciare il museo con i vostri accompagnatori
I visitatori sono pregati di indossare la mascherina per tutta la permanenza alla mostra
In coda e durante la visita, i visitatori sono pregati di mantenere la distanza di 1,5 metri con gli altri visitatori e il personale del Palazzo
Lungo il percorso di visita il pubblico è pregato di attenersi alle indicazioni del personale preposto e alla segnaletica
Sarà possibile accedere al Bookshop uno alla volta e sarà necessario utilizzare i guanti monouso messi a disposizione per toccare e sfogliare i libri
Sono previsti erogatori di gel disinfettante a disposizione del pubblico
Viene assicurata la regolare, costante e periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti.

Alessandria: testimonial del territorio per l’appello sull’emergenza Covid #fermiamoloinsieme

Riceviamo e pubblichiamo
I testimonial del territorio rilanciano l’appello della Fondazione Solidal e Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’emergenza Covid: #fermiamoloinsieme. 

Antonella Clerici, Gad Lerner, Simone Barbato, Mario Giordano: sono alcuni dei PHOTO-2020-03-11-10-03-14testimonial fortemente legati al territorio che hanno sostenuto e aderito alla campagna di raccolta fondi #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa avviata dalla Fondazione Solidal e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per l’emergenza Covid.
Il legame con il territorio che le due Fondazioni hanno da sempre come mission emerge inoltre nel binomio cultura e solidarietà attraverso l’appello forte per per contrastare il virus, che può essere debellato solo rimanendo a casa: #fermiamoloinsieme e #doniamodacasa perché solo antonella clericiinsieme e uniti si può contrastare questo virus che ha sconvolto così prepotentemente le nostre vite in questo ultimo periodo.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e la Fondazione Solidal in questa campagna mettono quindi a disposizione una serie di filmati di promozione di tutto il territorio, (realizzati dal videomaker Matteo Forcherio in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e il Comune di Alessandria) per conoscerlo meglio in questo tempo forzato a casa.
Dai castelli delle colline del Monferrato ai musei della Città di Alessandria, un viaggio simone barbatovirtuale per conoscere ed apprezzare le bellezze del nostro territorio, piccole perle di storia e arte.
I filmati sono disponibili sul sito della Fondazione Solidal www.fondazionesolidal.it e saranno veicolati sulla pagina Facebook della Fondazione Solidal Onlus https://www.facebook.com/SolidalOnlus/
L’appello è già stato accolto da oltre milleduecento donatori, che hanno scelto di donare con fiducia alle Fondazioni del territorio provinciale per sostenere gli operatori che in questo momento sono in prima linea contro il Covid, consentendo di arrivare a raccogliere oltre gad lernersettecentomila euro.
Di questi già trecentomila sono stati trasferiti agli ospedali della provincia di Alessandria per l’acquisto di materiale utile alla cura dei pazienti e ai dispositivi di protezione per gli operatori sanitari: sei letti di rianimazione, un tavolo operatorio e cento caschi CPAP per i pazienti ricoverati, oltre a sedicimila mascherine FFP3, un milione di guanti monouso in nitrile, diecimila camici di protezione, mille visiere protettive e settantamila mascherine chirurgiche come dispositivi di protezione per gli operatori sanitari.
Ma la raccolta continua, perché il materiale va costantemente utilizzato e ciascun mario giordanodonatore può fare la propria parte da casa, donando e aiutando il proprio ospedale attraverso un bonifico intestato a
PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19
IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537
oppure sul sito della Fondazione SolidAl attraverso il circuito PayPal

Emergenza Coronavirus: una raccolta fondi per gli ospedali della provincia di Alessandria

Riceviamo e pubblichiamo
SolidAl e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandia lanciano la raccolta fondi a favore degli ospedali della Provincia di Alessandria quale messaggio di generosità, concretezza e unione.

Un aiuto per gli ospedali della Provincia di Alessandria” perché solo insieme si può fermare il coronavirus. È un messaggio di generosità, concretezza e unione quello Donazioni_COVID(FB)lanciato dalla Fondazione SolidAL e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che questa mattina ha aperto ufficialmente la campagna di raccolta fondi che interesserà gli ospedali di Alessandria, Tortona, Casale Monferrato, Novi Ligure, Ovada e Acqui Terme.
In un momento di emergenza sanitaria come quello che sta affrontando ora il territorio a causa della diffusione del Covid-19, è fondamentale il contributo di tutti perché ogni piccola donazione può fare la differenza e salvare delle vite.
Per questo Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria presieduta dal notaio Luciano Mariano, e Fondazione Solidal presidente Antonio Maconi, si sono subito schierate dalla parte della solidarietà.
Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Alessandria il cui commissario è Valter Galante e Azienda Ospedaliera di Alessandria diretta da Giacomo Centini  hanno accolto e fatto propria la campagna.
Se infatti i medici, gli infermieri e tutti i professionisti degli ospedali della Provincia PHOTO-2020-03-11-10-03-14stanno lavorando in prima linea con impegno e dedizione al fine di curare e tutelare i pazienti nella massima sicurezza, la volontà del resto della comunità è di stringersi intorno a loro e aiutarli fornendo attrezzature, macchinari e tutto ciò che può garantire un’adeguata assistenza in primis in questo periodo di crisi ma anche per affrontare le future sfide della sanità.
Ringraziamo anticipatamente tutti coloro che intendono donare, sappiamo che sono tanti e ricordiamo che tutti coloro che vogliono alla raccolta fondi e aiutare il proprio ospedale possono donare in piena serenità attraverso:
Bonifico intestato a
PRO ASL-AO AL UNITI CONTRO COVID-19
IBAN IT52 S 05034 10408 000000005537
Le donazioni effettuate alla Fondazione Solidal godono di benefici fiscali, che sono consultabili al link  https://www.fondazionesolidal.it/benefici-fiscali/