Viaggio nel profondo Nord con ARTE

Riceviamo e pubblichiamo
Dalla Norvegia all’Islanda tra panorami mozzafiato ed esperienze surreali: ARTE.TV rende disponibile gratuitamente in streaming la serie di documentari “Viaggio nel profondo Nord”.
Lapponia

ARTE.TV rende disponibile gratuitamente in streaming la serie di documentari “Viaggio nel profondo Nord” del regista francese Xavier Lefebvre. Tra paesaggi mozzafiato, yoga sulla neve e slackline ad altezze vertiginose, un’occasione per esplorare le terre dell’Europa Settentrionale e viaggiare con la mente verso le latitudini più estreme del nostro continente.Terre indomabili, altezze vertiginose e un profondo legame che unisce l’uomo alla natura, indiscussa protagonista di uno degli angoli più affascinanti del nostro continente: il Nord Europa.

Islanda

Attraverso una collezione di cinque documentari intitolata “Viaggio nel profondo Nord” e disponibile – gratuitamente in streaming e sottotitolata in italiano – su ARTE in Italiano (arte.tv/it) fino al 29 novembre, il regista Xavier Lefebvre accompagna gli spettatori in un viaggio attraverso le terre incontaminate dell’Europa Settentrionale, per esplorare da vicino i paesaggi mozzafiato che caratterizzano queste latitudini e lo stretto rapporto che lega l’essere umano a terre glaciali dalle infinite possibilità e meraviglie.
Un’occasione unica per compiere un viaggio attraverso lo schermo nelle straordinarie terre del Nord Europa, dai ghiacciai della Norvegia ai faraglioni dell’Islanda, passando per le nevi della Lapponia, le foreste svedesi e le dolci acque che solcano la Finlandia da nord a sud.

Norvegia

La Norvegia, figlia delle Glaciazioni
La Norvegia è un paese che deve i suoi splendidi paesaggi alle glaciazioni e un luogo dove il contatto tra uomo e ambiente è un aspetto radicato nella cultura nazionale così profondamente da aver ispirato una legge sul “diritto di accesso alla natura”. È proprio in questa terra quasi interamente attraversata dalle Alpi Scandinave che, coperto dalla tundra e intervallato da laghi di montagna, spicca l’immenso altopiano Hardangervidda.

Lapponia

La Lapponia, terra delle nevi
Oltre il Circolo Polare Artico, presso latitudini in cui l’inverno dura otto mesi, la misteriosa Lapponia si estende per centinaia di migliaia di chilometri quadrati a cavallo tra Norvegia, Svezia e Finlandia. Le sue distese desertiche ricoperte di neve ospitano l’unico popolo autoctono d’Europa, i Sami, e alcune comunità scandinave che vi si sono insediate dopo il XVII secolo.

Svezia

La Svezia e le sue foreste
Estendendosi per 2.000 chilometri tra la Danimarca e la Norvegia, la Svezia si caratterizza per la grande varietà dei suoi paesaggi, dalle campagne meridionali della Scania alle foreste del Nord. Mentre due terzi del territorio restano innevati per buona parte dell’inverno, la facciata marittima è puntellata da superbi arcipelaghi rocciosi, mentre, sul versante baltico, l’isola di Öland è il paradiso degli uccelli migratori.

Finlandia

La Finlandia, “Terra di Mezzo”
Nel nord-est d’Europa, bagnata dal Mar Baltico, la Finlandia è la terra di transizione geografico-culturale tra Russia e Scandinavia, ma con un’identità ben riconoscibile. Forgiata dall’intimo legame tra popolazione e paesaggio sorge su un territorio caratterizzato in particolare da due elementi: le acque dolci degli innumerevoli bacini lacustri e le sterminate distese boschive.

Islanda

L’Islanda, isola dei vulcani
Situata nell’Atlantico Nord, ultimo baluardo d’Europa prima della Groenlandia, l’Islanda è un’isola dove i venti incessanti si imbattono in un panorama geologico senza eguali. Un centinaio di vulcani attivi, molti dei quali circondati da immensi ghiacciai, sono infatti l’emblema paesaggistico del territorio islandese, rivestito per gran parte di lava, scorie e cenere.

Viaggio nel profondo Nord 
Francia, 2019
Documentario - Regia di Xavier Lefebvre
Disponibile gratuitamente in streaming - sottotitolato in italiano - fino al 29/11/2020 su ARTE TV in italiano
ARTE TV - ARTE in Italiano
ARTE TV, il canale culturale europeo, è presente in Italia con la sua offerta di ARTE in Italiano disponibile in streaming gratuitamente (arte.tv/it). L’offerta di ARTE in italiano propone la versione sottotitolata di un’ampia selezione del catalogo di ARTE, costituito da tutti i generi audiovisivi di carattere informativo e culturale: documentari e reportage, serie, programmi di infotainment, musica e spettacoli dal vivo. Fruibile anche sulle applicazioni ARTE per smart TV, Fire TV, Apple TV e dispositivi mobili e sul servizio tivùon di tivùsat, l’offerta si arricchisce e rinnova ogni settimana con nuovi contenuti e programmi che affrontano tematiche molto diversificate: politica, cultura, viaggi e scoperte, scienze e storia. Ampio spazio anche allo spettacolo, grazie all’offerta di ARTE Concert e ARTE Opera che porta nelle case degli italiani concerti di musica classica e leggera, opera, jazz e ancora elettronica e rock, disponibili in live streaming e on demand.

Venerdì Rai: Ritorno alla natura, Vienna e Sardegna

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, venerdì 23 ottobre, tra i programmi che andranno in onda sui canali Rai segnaliamo la serie “Ritorno alla natura”, il secondo episodio di “Vienna: impero, dinastia e sogno” e per “Art Rider” puntata dalla Sardegna.

“Ritorno alla natura”: il Saaristomeri
Itinerari insoliti e trekking accessibili a tutti attraverso le terre della Finlandia raccontati da un’appassionata di mito e leggende e dall’autore di un blog di viaggi molto frequentato, Reetta Ranta e Antti Huttunen. È la serie “Ritorno alla natura”, in onda da venerdì 23 ottobre alle 13.30 su Rai5. In nove episodi, i due protagonisti attraversano otto regioni e 24 destinazioni diverse che ripercorrono le terre finlandesi narrate nel poema epico “Kalevala”, combinando avventura, mitologia e narrazione, cultura e tradizione, anche culinaria. Leggenda e storia si mescolano così per portare il viaggiatore lontano dalla città e dai suoi ritmi, presso laghi, foreste, paesaggi da sogno che mostrano quanto il contatto con la natura selvaggia e il rispetto dell’ambiente siano fondamentali soprattutto oggi. Al centro del primo episodio è Saaristomeri, il mare dell’arcipelago. Qui ogni notte la luce calda del faro di Bengtskär lampeggia all’orizzonte. Ma non è lì da sempre a guidare i viaggiatori: le tempeste e le scogliere del Saaristomeri, infatti, sono costate la vita a molti.

Vienna: impero, dinastia e sogno: la città barocca
Una città al centro della storia d’Europa dai tempi dell’Antica Roma fino alla Prima guerra mondiale. Lo storico Simon Sebag Montefiore racconta Vienna e le guerre, gli intrighi e le lotte di potere, ma anche l’arte, l’architettura e la grande musica, che dal Medioevo al XX secolo l’hanno contraddistinta, nella serie “Vienna: impero, dinastia e sogno”. Nel secondo episodio, in onda venerdì 23 ottobre alle 20.30 su Rai5, Montefiore ripercorre il periodo barocco: dopo aver arginato le mire espansionistiche ottomane, l’Austria frena le ambizioni francesi sul continente europeo e gli Asburgo si spartiscono con i Borbone un ricco bottino territoriale. Vienna si afferma come città trionfante, dove fioriscono le arti e dove si sviluppa un ricco substrato culturale, che porta in dote Mozart, Haydn e Beethoven e gioielli architettonici come Schönbrunn. 

Art Rider. La Sardegna da Monte D’Accoddi a Sant’Antioco
La Sardegna, culla dell’antica civiltà nuragica, è stata oggetto di numerose dominazioni che hanno contribuito ad arricchirla culturalmente. L’archeologo Andrea Angelucci va alla scoperta di questa terra, nell’ultimo episodio della serie in prima visione “Art Rider” in onda venerdì 23 ottobre alle 21.15 su Rai5. Lo fa seguendo un tragitto che va da nord a sud, passando per luoghi di culto di 6000 anni fa e attraversando sotterranei poco noti fino a giungere verso il mare, a Sant’Antioco. Qui incontrerà una donna che porta avanti la memoria di un’antica tradizione fenicia. Il tutto all’insegna della parola d’ordine: avventura. 

Venerdì Rai: Kevo, la National Gallery of Art e lo Stretto di Messina

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, venerdì 14 agosto, sui canali Rai vi consigliamo tre documentari : Kevo il canyon d’Europa in Finlandia, la National Gallery of Art di Washington e lo Stretto di Messina.

“Il cielo, la terra e l’uomo”: Kevo, il canyon d’Europa
Con i suoi magnifici canyon, è una tra le più aspre attrazioni escursionistiche della Finlandia con percorsi impegnativi che permettono di osservare rari uccelli. È la riserva naturale di Kevo, al centro del nuovo episodio della serie “Il cielo, la terra, l’uomo. Nell’incanto del grande Nord” in onda venerdì 14 agosto alle 15.15 su Rai5 (canale 23).  Istituita per proteggere il canyon di Kevo e il paesaggio che lo circonda, la riserva è attraversata dal fiume Kevojoki che scorre all’interno di una valle che raggiunge i 40 chilometri di lunghezza e 80 metri di profondità. Il resto della riserva è un altopiano caratterizzato da anfratti e dalle grandi paludi tipiche della tundra artica.

“I più grandi Musei del Mondo”: la National Gallery of Art di Washington
La National Gallery of Art di Washington è uno dei più grandi musei degli Stati Uniti. La pittura rinascimentale italiana è particolarmente rappresentata, oltre a opere di artisti europei ed americani e molti pittori moderni, tra cui Seurat, Modigliani e Pollock. Il nuovo episodio della serie “I più grandi musei del mondo”, in onda venerdì 14 agosto alle 19.30 su Rai5 (canale 23), racconta le opere raccolte in questo museo e la Phillips Collection, una delle più grandi collezioni al mondo con quasi 3000 opere eccezionali.

“Mare Nostrum”: lo Stretto di Messina
Un viaggio nello stretto tra mito, natura, letteratura e storia: il racconto di un braccio di mare che divide (e unisce) la Calabria e la Sicilia. Lo stretto di Messina è il protagonista di “Mare Nostrum”, in onda venerdì 14 agosto alle 22.10 su Rai Storia (canale 54). Il documentario parte dal mito di Scilla e Cariddi e dalla fondazione da parte dei Greci delle due città dello Stretto, Zankle (Messina) e Reghion (Reggio di Calabria) per ripercorrere l’intricato rapporto che queste due antiche fondazioni hanno avuto con il mare, attraverso i secoli. Periodi di splendore, alternati a crisi profonde, segnate dai catastrofici terremoti del 1783 e del 1908. Una riflessione sulle vicende e sull’identità attuale di questo luogo meraviglioso e unico.

Martedì Rai: il lago Saimaa e la Guerra dei trent’anni

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 11 agosto, su Rai5 il grande Nord e il lago Saimaa mentre su Rai Storia nuova puntata sulla guerra dei trent’anni.

“Il cielo, la terra, l’uomo. Nell’incanto del grande Nord”: il lago Saimaa
Un prezioso dono della natura che si trova in Finlandia ed è il quarto più grande lago d’acqua dolce d’Europa: il nuovo episodio della serie “Il cielo, la terra, l’uomo. Nell’incanto del grande Nord”, in onda martedì 11 agosto alle ore 15.10 su Rai5 (canale 23), racconta il lago Saimaa e il suo parco. Abitante d’eccezione di questo specchio d’acqua, che comprende 15 mila chilometri di costa, è la rara foca del Saimaa, considerata una delle specie di foca a maggior rischio di estinzione.

“a.C.d.C.”: Ferro e sangue – La guerra dei 30 anni che devastò l’Europa
Con lo sbarco in Germania di re Gustavo Adolfo di Svezia che, sostenuto dai francesi, sconfigge a più riprese l’esercito dell’imperatore sull’orlo della resa, la guerra divampa nuovamente e con maggiore ferocia. La battaglia tra eserciti cattolici e eserciti protestanti è al centro del nuovo appuntamento con la serie “Ferro e sangue – La guerra dei 30 anni che devastò l’Europa”, introdotta dal professor Alessandro Barbero e in onda martedì 11 agosto alle 21.10 su Rai Storia (canale 54), per il ciclo “a.C.d.C”. Due i personaggi che sovrastano tutti gli altri: Wallenstein e Holck. Sul campo di battaglia scende anche Re Gustavo Adolfo, che morirà in guerra. Peter Hagendorf conosce l’orrore delle guerre e delle malattie. Intanto, in tutta la Germania imperversa la peste.

Rai5: domani in programma il canyon d’Europa e in treno da Batumi a Baku

Riceviamo e pubblichiamo
Ancora due interessanti appuntamenti su Rai5: domani, giovedì 18 giugno, Kevo, il canyon d’Europa (ore 14,40) e “Prossima fermata Oriente” (ore 20,15).

“Il cielo, la terra e l’uomo”: Kevo, il canyon d’Europa
Con i suoi magnifici canyon, è una tra le più aspre attrazioni escursionistiche della Finlandia con percorsi impegnativi che permettono di osservare rari uccelli. È la riserva naturale di Kevo, al centro del nuovo episodio della serie “Il cielo, la terra, l’uomo. Nell’incanto del grande Nord” in onda giovedì 18 giugno alle 14.40 su Rai5 (canale 23).  Istituita per proteggere il canyon di Kevo e il paesaggio che lo circonda, la riserva è attraversata dal fiume Kevojoki che scorre all’interno di una valle che raggiunge i 40 chilometri di lunghezza e 80 metri di profondità. Il resto della riserva è un altopiano caratterizzato da anfratti e dalle grandi paludi tipiche della tundra artica.

“Prossima fermata Oriente”. Da Batumi a Baku in treno
Un viaggio in treno alla scoperta della
regione della Transcaucasia, ispirato alla storica guida ferroviaria Bradshaw pubblicata nel 1913. Nel nuovo episodio della serie “Prossima fermata Oriente”, in onda giovedì 18 giugno alle 20.15 su Rai5 (canale 23), il giornalista ed ex ministro britannico Michael Portillo parte da Batumi, in Georgia, per poi spostarsi nel Paese alla ricerca di tradizioni, storia e luoghi emblematici, tra monasteri e aziende vinicole, fino ad ammirare le maestose montagne del Caucaso. Riparte poi alla volta dell’Azerbaigian, dove conclude il suo viaggio visitando il terminal di estrazione petrolifera più grande al mondo.

Rai5: domani secondo appuntamento con “Wild Filippine” e la “Finlandia”

Riceviamo e pubblichiamo
Proseguono domani, mercoledì 17 giugno, su Rai5 gli appuntamenti con Wild Filippine con una puntata dedicata a Palawan e con la Finlandia dove la scogliera e i suoi abitanti sono i protagonisti de “Il cielo, la terra e l’uomo”.

L’ultima frontiera delle “Wild Filippine”: Palawan
È l’isola più occidentale dell’arcipelago delle Filippine ed è nota ai suoi abitanti come “l’ultima frontiera”. Il nuovo episodio della serie “Wild Filippine” in onda mercoledì 17 giugno alle 14.00 su Rai5 (canale 23), esplora l’isola di Palawan e le sue antiche foreste pluviali, le coste incontaminate, le barriere coralline e gli incredibili tesori sotterranei del suo territorio. La puntata mostra piante carnivore di dimensioni sufficienti per annegare un topo, incontra una fondazione locale che ha contribuito a salvare le sorti dello straordinario cacatua delle Filippine, visita una delle nuove sette meraviglie naturali del mondo: il Parco Nazionale del Fiume sotterraneo di Puerto Princesa. Il parco ospita una grande varietà di paesaggi e di forme viventi e accoglie il più lungo fiume sotterraneo navigabile al mondo. Il suo percorso attraversa grotte ricche di stalattiti e stalagmiti, snodandosi tra cunicoli e gallerie, per poi sfociare nel Mare Cinese Meridionale. A chiudere l’episodio è un’esperienza subacquea come nessun’altra: un’immersione a Tubbataha Reef tra mante, squali martello, seppie fiammeggianti e oltre 600 altri tipi di pesci. A dicembre, si assiste a un’invasione del più grande branco di squali balena sulla Terra che migrano qui per banchettare su vaste fioriture di plancton.

“Il cielo, la terra e l’uomo”: la scogliera e i suoi abitanti
La scogliera e le diverse specie di uccelli che, da fine maggio, migrano nella Finlandia Orientale e qui trovano rifugio. Sono i protagonisti di “Il cielo, la terra, l’uomo” in onda mercoledì 17 giugno alle 14.50 su Rai 5 (canale 23). Ci si chiede spesso come sia possibile che questi uccelli, ogni anno, scelgano gli stessi siti di nidificazione, come fossero dotati di bussole perfette. Molti scrittori e poeti hanno dedicato versi e libri a queste scogliere finlandesi, convinti che la natura abbia un ruolo di primo piano nella creatività finlandese.

Rai5: domani due appuntamenti con la natura

Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 16 giugno, due appuntamenti su Rai5 dedicati al mondo della natura. Alle ore 14,00 la serie “Wild Filippine”, il regno della biodiversità, e alle 14,50 "Il cielo, la terra, l'uomo" ci sono i grandi parchi della Finlandia.

“Wild Filippine” – Il regno della biodiversità
Oltre 52mila specie animali che per la maggior parte vivono solo qui e in nessun altro luogo: le Filippine sono il Paese con la più alta biodiversità per chilometro quadrato sul Pianeta. Un arcipelago – composto da oltre settemila isole tropicali incastonate nell’Oceano Pacifico – protagonista di “Wild Filippine” in onda da martedì 16 giugno alle 14.00  su Rai5 (canale 23). In ogni episodio, la serie rivela le straordinarie ricchezze naturali di questi luoghi e riprende creature mai catturate prima da una telecamera, grazie anche all’uso di tecnologie all’avanguardia. Nel primo episodio, lo zoologo e conduttore Tv Nigel Marven rivela i segreti di alcune meravigliose creature, da quelle più maestose come l’aquila delle Filippine, a quelle più minute, come il minuscolo tarsio, uno dei primati più piccoli del mondo.

“Il cielo, la terra, l’uomo”: nell’incanto del grande Nord: i parchi del Sud – Repovesi
A circa 200 chilometri da Helsinki c’è un parco nazionale che gli stessi finlandesi amano definire “la piccola Lapponia” perché in piccolo, riproduce tutte le caratteristiche geomorfologiche tipiche dei paesaggi lapponi. È il parco di Repovesi, protagonista del nuovo episodio della serie “Il cielo, la terra, l’uomo. Nell’incanto del grande Nord”, in onda martedì 16 giugno alle 14.50 su Rai5 (canale 23). Qui fitte foreste incontrano il blu di laghi e laghetti. La serie descrive la magia del viaggio attraverso i grandi parchi della Finlandia, dalla Lapponia alle riserve nella regione più densamente popolata del Paese, raccontata dal documentarista e ambientalista Petteri Saario