Cosmoprof 2019 punta su sostenibilità ed economia circolare

di Fabrizio Capra

cosmoprof 2019Cosmoprof Worldwide Bologna 2019 (14-17 marzo “Cosmopack” e “Cosmo Perfumery&Cosmetics” e dal 15 al 18 marzo“Cosmo Hair&Nail&Beauty Salon”) quest’anno ha al centro della proposta la “Sostenibilità ed economia circolare”.
Cosmoprof è internazionalmente riconosciuto come il luogo dove le novità prodotto e le tendenze del mondo bellezza sono svelate in anteprima. Una tendenza preponderante del mercato di settore è sicuramente l’attenzione alla sostenibilità. Da una parte aziende che si impegnano a diventare ecosostenibili nella struttura e nei prodotti e, dall’altra, consumatori sempre più attenti a ingredienti naturali e packaging totalmente eco.
Cosmoprof ha sposato questa tendenza e propone, anche per la prossima edizione, attività e progetti speciali dedicati a questo tema. Le nuove iniziative firmate dalla manifestazione saranno inoltre volte a sottolineare l’impegno della manifestazione nell’evoluzione verso una maggiore sostenibilità dell’intero evento. L’impegno è anche nella promozione di progetti degli espositori che siano in linea con questa tendenza. Perché l’informazione è circolare. Come l’economia a cui Cosmoprof punta.
cosmopackCOSMOPACK PADIGLIONI: 20, 15, 15a, 18 e 19
Economia circolare e sostenibilità saranno i filoni anche dei padiglioni dedicati a Cosmopack. L’industria cosmetica è chiamata a trovare nuove soluzioni produttive per ridurre l’impatto ambientale dei processi di lavorazione, utilizzando fonti di energia rinnovabili e riciclando gli elementi di scarto della produzione. Temi che avranno la loro massima espressione nella settima edizione del progetto Factory dove si potrà vedere live la produzione di un prodotto capelli… naturalmente eco!
COSMO PERFUMERY & COSMETICS PADIGLIONI: 14, 16, 16a, 21, 22, 22a, 26, 29a, 29b, 34 e 19
cosmocosmeticsTra i padiglioni dedicati al mondo profumeria e cosmesi per la distribuzione retail troviamo il tempio della bellezza green. Il padiglione 21 accoglie da anni le aziende e i prodotti più ricercati di questo settore per il mondo retail. Tra le corsie è difficile non notare la varietà e l’internazionalità di un mercato in continua crescita ed espansione. Nuove soluzioni, nuove texture e prodotti sempre più performanti si susseguono tracciando la strada delle tendenze di domani.
COSMO HAIR & NAIL & BEAUTY SALON PADIGLIONI: 25, 31, 32, 33, 35, 36, 37, 28, 29 and 30
COSMO Hair & Nail & Beauty Salon rappresenta una percentuale importante sull’intera area di manifestazione. Una percentuale che si traduce in centinaia di aziende tra cui si registra un’attenzione crescente per soluzioni green, prodotti naturali ed eco-sostenibilità aziendale.

 

Cosmoprof 2019: la cosmesi maschile in forte crescita

di Fabrizio Capra

cosmoprof 2019Torniamo a parlare della prossima edizione di Cosmoprof Worldwide Bologna, edizione 2019, l’evento che a metà marzo si svolgerà nel Quartiere Fieristico bolognese: dal 14 al 17 marzo si sovlgerà “Cosmopack” e “Cosmo Perfumery&Cosmetics” mentre dal 15 al 18 marzoCosmo Hair&Nail&Beauty Salon”.
Sostenibilità ed economia circolare”, l’attenzione all’impatto ambientale dell’industria cosmetica si collega ad una rivoluzione del sistema, in cui si impongono nuovi diktat come l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, il limite allo spreco del prodotto, il riciclo ed il riutilizzo dei materiali derivanti dagli elementi di scarto prodotto: questo il filo conduttore di questa edizione.
Oggi trattiamo del mondo della cosmesi maschile, un settore in netta espansione.
Il mercato della cosmesi maschile sta vivendo un momento davvero importante. Protagonista da molti anni su scala globale, dopo un periodo di crescita lenta ma costante è ora considerato il settore che crescerà di più da qui al 2020 nel mercato della cosmesi. Nei prossimi due anni infatti  raggiungerà i 61 miliardi di dollari secondo le stime delle principali agenzie di ricerca internazionali.
I prodotti più richiesti? Sicuramente quelli per la cura della barba. Qui troviamo balsami e rasoi tradizionali e tutti i cosmetici che accompagnano i nuovi gesti dedicati alla rasatura.  Ma nei padiglioni della profumeria e cosmesi troveremo anche make up dedicato, formule skincare  ad altissime prestazioni e prodotti per la cura delle mani e delle unghie. Tutto rigorosamente declinato al maschile.

Cosmoprof uomoUNITED BARBER SHOW
Cosmoprof presenta l’ormai consolidato evento dedicato al mondo Barber.
United Barber Show si svolgerà infatti nel padiglione 35 dal 15 marzo al 18 marzo 2019.
Il progetto si compone di un’area espositiva e di una parte dedicata a veri e propri show con barbieri internazionali che si alternano sul palco per svelare le ultime tecniche e tendenze.
A completare l’evento il Campionato Mondiale della Barberia che metterà a confronto i talenti più grandi di questa arte.
Non solo grooming. Cosmoprof Worldwide Bologna, da sempre crocevia e anticipatore delle tendenze internazionali, ha già identificato tra gli espositori della prossima edizione nuovi prodotti che saranno sicuramente nuovi must per i consumatori finali.
Queste sono solo alcune delle novità dedicate al mercato maschile che potrete trovare in Cosmoprime l’area a ingresso selettivo nel padiglione 14.

archimanARCHIMAN – SKINCARE
Archiman è un nuovo brand francese dedicato alla cura della pelle dell’uomo.
I suoi prodotti sono composti da ingredienti naturali per il 95%.
Le formule sono altamente innovative e performanti, racchiuse in packaging eco friendly dal design moderno.
Prodotto di punta? Una crema giorno antirughe e idratante.
Non grassa ma nutriente protegge dall’inquinamento e dall’invecchiamento cutaneo.
L’erogatore “airless” inoltre preserva la qualità del prodotto, evitando sprechi e garantendo una distribuzione ottimale.

forman make upFORMEN – MAKE UP
Dagli Stati Uniti arriva un correttore compatto 3 in 1 che diventerà un passaggio essenziale della rasatura quotidiana.
Discreto e leggero affina qualsiasi imperfezione.
Formen è un’azienda statunitense che, durante Comsoprof, presentarà una linea completa di prodotti dedicati al make up maschile, compresa una CC cream 6 in 1 con micropigmenti che si adattano automaticamente ad ogni tono della pelle.

skincare66°30 – SKINCARE
66°30 è un brand francese che sposa a pieno tutti i valori di ecosostenibilità che Cosmoprof vuole promuovere.
Il contrasto simbolico tra la forza dell’universo e la fragilità del suo equilibrio si riflette nella vita dell’uomo urbano di oggi.
Questo il concetto che può descrivere tutti i prodotti delle linee 66°30.
Linee complete che offrono prodotti specifici per il contorno occhi, anche ad altissima precisione, la detersione del viso e del corpo e la rasatura.

Bologna: tutto pronto per il Cosmoprof 2019. Nuovi spazi per Spa e benessere

di Fabrizio Capra

cosmoprof 2019Mancano tre mesi all’inaugurazione di Cosmoprof Worldwide Bologna, edizione 2019, evento che coinvolgerà per cinque giorni il Quartiere Fieristico della città felsinea.
Due i momenti all’interno dell’evento. Dopo il successo riscontrato nella scorsa edizione, Cosmoprof personalizza le date di apertura: dal 14 al 17 marzo sarà visitabile “Cosmopack” e “Cosmo Perfumery&Cosmetics” mentre dal 15 al 18 marzo si svolgerà “Cosmo Hair&Nail&Beauty Salon”.
Filo conduttore dell’edizione 2019 sarà “Sostenibilità ed economia circolare”.
L’attenzione all’impatto ambientale dell’industria cosmetica si collega ad una rivoluzione del sistema, in cui si impongono nuovi diktat come l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili, il limite allo spreco del prodotto, il riciclo ed il riutilizzo dei materiali derivanti dagli elementi di scarto prodotto.
Nel frattempo è stata delineata l’allocazione dei vari spazi all’interno del padiglione fieristico.
cosmoprof planimetriaCosmopack continua a crescere. Oltre ai padiglioni 20, 15, 15a e 18, per il 2019 una parte della hall 19 sarà dedicata al segmento delle tecnologie produttive e dell’innovazione che i visionari già definiscono“Industry 5.0”. L’incremento della presenza espositiva di Cosmopack a Bologna riflette la crescita a livello internazionale della filiera cosmetica.
Cosmo Perfumery & Cosmetics, il salone dedicato alla profumeria e cosmesi con vocazione Retail occuperà i padiglioni 16, 16a, 22, 22a, 26, 29a, 29b, 34 e 19. L’universo green sarà ospitato dal padiglione 21 e il padiglione 14 accoglierà Cosmoprime.
Saranno molti i nuovi brand che esporranno le loro novità in questa area di manifestazione, con forte focus dedicato al tema Green e a quello della innovazione e ricerca.
Cosmo Hair&Nail & Beauty Salon, il meglio per il settore Hair sarà esposto nei padiglioni 25, 31, 32, 33, 33a, 35 e 37, mentre il mondo dell’Estetica & Spa avrà due nuovi padiglioni28 29 e 30.
L’universo Nail sarà rappresentato nel consueto padiglione 36.
Nel corso di questi mesi approfondiremo alcuni aspetti del Cosmoprof che verrà e iniziamo con un settore che sta a “cuore” a molte persone: Spa e benessere.

cosmoprof spaSPA E BENESSERE
Il segmento dedicato a Spa e benessere sta diventando sempre più strategico per l’industria della bellezza e Cosmoprof Worldwide Bologna, punto di riferimento internazionale per tutte le principali tendenze e novità per il settore, ha costruito iniziative ad hoc. Per l’edizione 2019 Cosmoprof fornirà ai professionisti e alle aziende del settore spa, seminari di approfondimento e nuove aree speciali.
Il mondo di Beauty Salon & Spa sarà presente nei nuovi padiglioni 28, 29 e 30. Inoltre una nuova area speciale – il Mall – sarà dedicata alle aziende espositrici degli eventi beauty Forum in tutta Europa. Questa iniziativa nasce grazie all’acquisizione da parte del Gruppo BolognaFiere del gruppo tedesco Health and Beauty – organizzatore di tutti gli eventi Beauty Forum. Cosmoprof Worldwide Bologna ospiterà per la prima volta aziende di questa piattaforma offrendo a buyer, distributori e visitatori, l’opportunità di incrementare il proprio network e il proprio business.
cosmoprofSi potrà scoprire il segreto per avere successo nel settore termale con un interessante seminario organizzato in collaborazione con ISPA. Questo evento sarà inserito nel fitto calendario degli attesi CosmoTalks e si concentrerà sulle principali tendenze odierne e sul loro impatto sul business di una Spa. Il seminario coinvolgerà anche aziende produttrici di prodotti e servizi, concentrandosi sui trend della domanda da parte di buyer internazionali e sulla capacità di penetrazione dei marchi del mercato del lusso.

Cosmoprof 2018 - foto Fabrizio Capra

Cosmoprof 2018 – foto Fabrizio Capra

Un altro importante appuntamento avrà come protagonista il mercato italiano. La conferenza sarà tenuta da Andrea Bovero – opinion leader e influencer – che svelerà le nuove tendenze del settore. Focus del seminario i “rituali locali”  e la necessità di riconsiderare il business Spa portandolo da globale a individuale. Per sviluppare un business di successo è necessario intercettare i desideri e le aspirazioni di un cliente che pretende di vivere momenti unici e indimenticabili.
Il Mall – l’area di collegamento tra i padiglioni 28, 29 e 30 – accoglierà due progetti speciali.
SPACE99, THE SPA EXPERIENCE: IL TRIONFO DEL MADE IN ITALY
L’edizione 2019 di COSMOPROF sarà arricchita da SPAce99: un percorso benessere emozionale di 270 mq SPAce99 creato da LIFEXCELLENCE – azienda leader nel settore – e firmato dal design dell’architetto Simone Micheli grazie al prezioso contributo di aziende internazionali.

Cosmoprof 2018 - foto Fabrizio Capra

Cosmoprof 2018 – foto Fabrizio Capra

Partendo dal concetto originale di Salus Per Aquam, SPAce99 ricrea l’esperienza emotiva di una spa con numerose iniziative ed eventi live. I visitatori potranno degustare tisane, cocktail di benessere e oli essenziali e  provare rituali innovativi.
BEAUTY FORUM GALLERY
Cosmoprof 2019 presenta The Beauty Forum Gallery. L’area ospiterà aziende del settore Beauty & Spa della rete Beauty Forum – per la prima volta a Cosmoprof –  e rappresenta un’occasione unica per i buyer e visitatori di Cosmoprof Worldwide Bologna.

Sara Colonna: c’è incosapevolezza nel campo alimentare

di Fabrizio Capra
Sara Colonna

Sara Colonna

Sara Colonna è la protagonista delle “tre domande” di “A tu per tu”.
Piacentina di nascita e parmigiana di adozione, Sara Colonna è laureata alla Bocconi con un bel “110/110 cum laude”. Collabora con la rivista Food (mensile di riferimento del management di settore) e con Edoardo Raspelli; si occupa anche di moda e bellezza.
Sara l’ho conosciuta casualmente nello scorso mese di marzo nella sala stampa di CosmoProf a Bologna ed è subito scaturito una ottima feeling professionale.

Sara Colonna conduttrice

Sara Colonna conduttrice

Sara che idea personale ti sei fatta dell’attenzione che oggi le persone hanno di quello che gli viene proposto nel piatto?
Le persone seguono abbastanza consapevolmente una moda nel campo dell’abbigliamento, ma quasi sempre inconsapevolmente in campo alimentare. Il cibo, in questo senso, è anche il solo bene di consumo che noi ingeriamo e quindi dobbiamo fare molta attenzione. Le persone desiderano essere più consapevoli degli ingredienti che hanno nei loro piatti. Questa è la sintesi estrema che posso fare di questi anni trascorsi al fianco di Edoardo Raspelli come collaboratrice e co/conduttrice e come giornalista di marketing del Food. Molto è stato fatto per facilitare la comprensione del consumatore rispetto alla qualità, anche nutrizionale dei prodotti. La prima e più importante azione in questo senso è stata la completa informazione: il consumatore che legge in etichetta ‘olio di Palma’ invece che ‘grassi vegetali’ sa di assumere grassi saturi e sa di dover ponderare quella fonte con altre concomitanti fonti di grassi saturi. In questa direzione dobbiamo leggere l’emergere di un vero e proprio fenomeno salutistico: i consumatori vedono il cibo come fonte di benessere e si approcciano alla propria alimentazione in modo più selettivo, con una crescita d’interesse verso i prodotti biologici. Il progressivo aumento dei consumi di prodotti appartenenti al mondo ‘Benessere & Salute’, come l’ultimo rapporto Nielsen ha opportunamente sottolineato, non è un fenomeno solo italiano ma globale. I guru americani del marketing della food experience hanno un termine per descrivere questo cambiamento di paradigma: ‘Health is the new Wealth’, loro dicono, cioè, il salutistico è la nuova fonte di ricchezza”.

Sara Colonna un brindisi con Raspelli

Sara Colonna un brindisi con Edoardo Raspelli

Il patrimonio enogastronomico italiano cosa ha bisogno oggi perché diventi una componente dello sviluppo turistico della nostra nazione?
“L’italia è il paese con la maggiore biodiversità al mondo e in Europa è la nazione che vanta il maggior numero di D.O.P. precedendo la Francia che ne ha 45 mentre noi ne abbiamo 48. Questa ricchezza è indubbiamente una fortuna da valorizzare. Come? In quale direzione? Molto é stato fatto nella direzione della valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo come la Dieta Mediterranea, la Vite ad alberello di Pantelleria, i paesaggi della Langhe Roero e Monferrato, Parma Città creativa della gastronomia e all’Arte del pizzaiolo napoletano, l’ultima recentemente iscritta. Avviata è la candidatura per il Prosecco. Non sono irrilevanti tutte le iniziative volte a evidenziare lo stretto legame tra cibo, arte e paesaggio. Penso, a titolo di esempio, le promozioni volte a far conoscere, anche in termini turistici, i paesaggi rurali storici, per il coinvolgimento delle filiere, perché il patrimonio enogastronomico fa parte del patrimonio culturale e dell’identità italiana a tutti gli effetti
”.

Sara Colonna a FICO Eataly World

Sara Colonna a FICO Eataly World

Il tuo lavoro ti porta a girare l’Italia: ti è mai capitato di percepire il rischio di perdere il nostro patrimonio enogastronomico sacrificato nel nome della internazionalizzazione della cucina e all’appiattimento dei gusti?
I nostri ristoranti si stanno muovendo nella direzione del rispetto della tradizione gastronomica italiana e, detto ciò, di fronte ai rischi di esperimenti troppo arditi di contaminazione, la consapevolezza è la principale forma di difesa. Alcuni comportamenti alimentari, inizialmente nati per una motivazione etica, come la dieta vegetariana e vegana, o filosofica, come la macrobiotica, sono diventate alla fine mode. Con il tempo si sono, infatti, diffuse considerazioni sugli effetti salutari di tali regimi. Quindi seguiamo queste diete perché sappiamo che ci fanno bene anche se non ci piacciono oppure perché abbiamo un credo filosofico che ce lo chiede, anche a sacrificio del principio del piacere alimentare”.