Vampire Weekend dopo undici anni un concerto in Italia. Unica data a Milano al Circolo Magnolia il 9 luglio

rubrica a cura di Fabrizio Capra
Unica data italiana per i Vampire Weekend a Milano il 9 luglio al Circolo Magnolia e organizzata da Dna Concerti dopo il successo del nuovo album “Father of the Bride” (“Il padre della sposa”).

Dopo lo straordinario successo del nuovo album “Father of the Bride” (“Il padre della sposa”), tornano finalmente in Italia i Vampire Weekend per un’unica imperdibile data organizzata da Dna Concerti.
La band capitanata da Ezra Koenig sarà in concerto martedì 9 luglio al Circolo Magnolia di Milano.

vampire_weekend_credit_monika_mogi

foto Monika Mogi

Una formazione a sette con due batteristi per una scaletta piena di sorprese ma che includerà i loro successi passati e presenti e dove non mancherà certamente “Bambina”, la canzone del nuovo album che manifesta la loro fascinazione per l’Italia.
Un atteso ritorno nel nostro paese dopo una lunghissima pausa: sono passati più di dieci anni infatti da quando i Vampire Weekend sono venuti in Italia per l’ultima volta. Undici anni, per la precisione, quattro album – “Vampire Weekend”, “Contra”, il vincitore del Best Alternative Grammy “Modern Vampires of the City” e “Father Of The Bride”– e mille trasformazioni. Anni in cui Ezra Koenig non è certo rimasto inattivo: ha pubblicato su Netflix la sua serie tv anime “Neo Yokio”, continua a tenere il suo show “Time Crisis” su Beats1, ha contribuito alla scrittura e prodotto “Hold Up” di Beyoncé.
In “Father Of The Bride” la scrittura dei pezzi si è fatta più sofisticata, i testi di Koenig sempre più complessi e profondi, Rostam Batmanglij ha lasciato il gruppo per darsi alla carriera solista ma è rimasto un membro mobile della formazione (è il produttore del primo singolo, “Harmony Hall”, e il co-autore e produttore di “We Belong Together”).
“Father of the Bride”, uscito il 3 maggio su Columbia Records e anticipato dai sei singoli “Harmony Hall”, “2021”, “Sunflower”, “Big Blue”,“This Life” e “Unbearably White”, è stato subito accolto come un capolavoro dalla critica internazionale.
“Father of the Bride” è un lavoro multiforme, che mescola generi e stili e non teme le sperimentazioni, ma riesce comunque a suonare come un’opera omogenea, legata insieme dallo straordinario talento melodico di Ezra Koenig. Già il titolo del disco, scelto da Koenig anni fa, rispecchia a pieno il paradosso della band: riuscire a creare canzoni con molteplici livelli di significato, che trovano facilmente posto in qualsiasi playlist ma che a un ascolto più approfondito rivelano una ricca complessità e affrontano temi profondi come il dolore, l’ecologia e la riscoperta delle proprie radici (come nell’ultima traccia del disco “Jerusalem, New York, Berlin”, dove Koenig parla delle sue origini ebraiche).
L’album è stato presentato al pubblico con un evento speciale: una giornata intera alla Webster Hall di New York, da poco riaperta al pubblico, con bagel per colazione e pizza a pranzo per tutti gli invitati, e tre set esclusivi della band, fra cui uno in cui hanno suonato “Father of the Bride” per intero. Poco dopo ha preso il via un lungo tour americano e internazionale, che include anche l’ambiziosa performance del prossimo 6 settembre al Madison Square Garden di New York, in una performance live davanti a 18mila fan.

DNA concerti presenta
VAMPIRE WEEKEND
9 luglio 2019 
Milano - Circolo Magnolia
UNICA DATA IN ITALIA
Apertura Porte: 19.00 - Inizio Concerto: 20.30
Ingresso: 30€ + d.p.
Prevendite: https://bit.ly/2WSp2T9 
Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/2311479152455219/

Kamasi Washington incontra Masego: il 16 luglio al Magnolia Summer di Milano

rubrica a cura di Fabrizio Capra

kamasi-washingtonRADAR Concerti presenta un’incredibile doppia data: Kamasi Washington incontra Masego. Da una parte il portabandiera della nuova generazione del jazz internazionale, dall’altra un talento capace di avvicinare trap, house e jazz. Due artisti eccezionali, unici nel loro genere protagonisti il 16 luglio al Circolo Magnolia di Milano di #MusicIsMyRadar, la rassegna che ridisegnerà Milano come una Giungla Urbana.
Rivoluzionario nei concetti, nel suono, nell’attitudine e nel pensiero, Kamasi Washington torna in Italia dopo l’uscita di Heaven&Earth (Young Turks), due ore e 30 minuti circa che raccontano, in una sorta di mantra onirico tra il perdersi e il ritrovarsi, come “noi siamo simultaneamente i creatori del nostro universo personale e il creato di questo stesso universo“. Kamasi, che ha riunito agli Henson Studios di Los Angeles la sua The Next Band e membri del collettivo The West Coast Get Down, con nuovi arrangiamenti da “Hubtones” della leggenda jazz e bebop Freddie Hubbard e dalla colonna sonora di “Fists of Fury”, così come un brano scritto da Ryan Porter, e con la partecipazione di Thundercat, Terrace Martin, Ronald Bruner, Jr., Cameron Graves, Brandon Coleman, Miles Mosley, Patrice Quinn, Tony Austin e molti altri, è decisamente l’artista che tutti, una volta nella vita, dovrebbero avere il privilegio di ascoltare.
masegoMasego, radici giamaicane trapiantate in una comunità cristiana in Virginia, USA, e un ultimo album, LADY LADY, che ha fatto il giro del mondo. Eccelso polistrumentista, dopo aver imparato a suonare basso, batteria, chitarra, pianoforte e sassofono intraprende un percorso comune a molti artisti della sua generazione, fatto di remix e registrazioni caricate sul Web. A differenza di tanti altri, però, Masego sviluppa fin da subito uno stile unico e originale, che in poco tempo trova codificazione nel termine “Trap House Jazz”, genere che unisce “contemporary alternative hip-hop’s eclectic future bounce style, the grimy snares and bass of trap, the trance-like synths of house, and the melodic sax found in jazz.”
kamasi masego magnolia summer

Vederli insieme il prossimo 16 luglio al Magnolia Estate, sarà un’esperienza indimenticabile.

Prevendite
DO IT YOURSELF: https://goo.gl/shh1z5 
TICKETMASTER: https://goo.gl/oKxts4