Goodbye 2020… il racconto di una fantapuntata come se ci fosse stata la diretta

di Roberta Pelizer
La trasmissione di Radio Vertigo One “Roby Sing & Song” è in letargo natalizio ma la sua conduttrice, nonché titolare del brand RP, Roberta Pelizer, ci racconta la puntata come se fosse andata in onda.

Eccoci qui affezionatissimi amici del web, l’ultimo dell’anno finalmente è arrivato e con questo San Silvestro del 2020 concludiamo un anno davvero assurdo con una “fantapuntata” del mio programma Sing & Song come se fossi stata davvero in diretta proponendo una carrellata dei vari capodanni che ho festeggiato.
Ne ricordo alcuni veramente belli e che porterò per sempre nel cuore tipo il primo con mio padre e mia madre: avevo all’incirca undici o dodici anni ed eravamo andati in Francia a trovare alcuni parenti e li abbiamo trascorso assieme il Natale e il Capodanno e ci siamo davvero divertiti; io e le mie cugine abbiamo giocato tutto il tempo è stato veramente bello perché, come spesso succede quando si abita lontano, non ci siamo mai più tornati tutti quanti assieme e nel frattempo siamo diventati tutti grandi e i ruoli si sono un po’ invertiti perché abbiamo quasi tutti dei figli e si sa che quando si è genitori tutto cambia.
Un altro davvero bello, invece, l’avevo organizzato con i miei vecchi amici d’infanzia di Casalnoceto, già all’epoca, se ci penso, avevo la vena artistica e l’estro nell’organizzare gli eventi ma, ovviamente, in maniera molto ma molto ridotta: difatti questa attitudine si è evoluta dalla scuola alberghiera in avanti.
Il più spassoso ed improbabile invece l’ho trascorso con la mia amica storica nonché madrina di mio figlio, Patrizia, siamo partite al pomeriggio con il “ riposino tattico” che era un rito necessario prima di ogni serata poi, una volta svegliate, ci siamo guardate in faccia ci siamo dette: cosa facciamo?

Allora siamo andati a Voghera, abbiamo comprato un vestito alle 19:15, veramente un quarto d’ora prima della chiusura di tutti negozi, dopodiché abbiamo cenato a casa mia e poi siamo andati a una festa tra le tante alle quali eravamo state invitate, giusto a fare un brindisi e a scandalizzare le fidanzate “bacchettone” con le ballerine ai piedi (per me sono l’anti calzatura, piuttosto che indossarle vado scalza, perché le puoi indossare solo a nove anni e mentre stai facendo la prima comunione oltre no).
La Patty ed io eravamo in abito lungo con lo spacco quindi non centravamo proprio un tubo all’interno di quella festa; in seguito siamo andate in discoteca e non in una soltanto, bensì in due: da lì in poi non mi ricordo l’ora in cui siamo rientrate ma una cosa la ricordo molto bene, non mi sono mai divertita così tanto o meglio con Patrizia ci si divertiva sempre e con il nulla soprattutto.
Capodanno 2000, invece, sono stata a Roma con una combriccola di amici ed anche lì è stata una vacanza un po’ improvvisata, siamo partiti in macchina con una mezza prenotazione in albergo e nient’altro quindi, una volta arrivati nella capitale, ci siamo dovuti inventare il ristorante, come muoverci, dove muoverci e quanto restare: mi ricordo che abbiamo assistito ad un concerto in piazza con fuochi d’artificio abbozzati un po’ da tutti.
Però mi sono divertita perché Roma è Roma.

Nel 2003 siamo volati in quel di New York la città che non dorme mai, la città che a Natale si trasforma in qualcosa che non lo puoi spiegare, lo devi vedere con i tuoi occhi e così è stato, ho trascorso lì otto giorni indimenticabili, anche in quell’occasione non avevamo organizzato quel granché ma alla fine siamo stati bene, ci siamo divertiti e soprattutto i miei amici ed io abbiamo vissuto “ la grande mela “ nella sua versione più bella.Nella fantapuntata di quest’oggi, comunque, avrei messo in scaletta tutti i pezzi divertenti e, naturalmente, quello del trenino attorno al tavolo quando si è già tutti i mezzi ubriachi, prima dell’arrivo del cotechino con le lenticchie che quest’anno, naturalmente, cucinerò a casa mia.
Ho deciso che andrò anche a cercare un po’ di usanze da tutto il mondo per vedere se riesco a scongiurare la jella che mi ha portato il 2020 e adotterò tutti riti propiziatori potenti.
Detto ciò mando un abbraccio virtuale a tutti e vi auguro buon anno
e vi ricordo anche di seguirci sempre e di mettere like alle nostre pagine aziendali.
Un bacio dalla vostra Roby.

La redazione di RP Fashion & Glamour News vi augura Buon 2020!

 a cura della Redazione
Siamo entrati nell’anno nuovo, il 2020 o VentiVenti come molti hanno iniziato a chiamarlo e la Redazione della rivista e il brand RP augura un buon anno con gli scritto del direttore editoriale, Roberta Pelizer, del redattore Jacopo Scafaro e del direttore responsabile, Fabrizio Capra.
Roberta Pelizer
L’inizio di un nuovo anno ci porta, sempre, a un momento di riflessione su quanto i 365 giorni  precedenti ci hanno lasciato. Come tutti ho ripensato a tutto: dalla famiglia al lavoro, all’amore passando dall’amicizia e si traggono le inevitabili valutazioni e i 65055388_2542998202482485_4564093971151716352_nconfronti con l’anno precedente. Quello che lascio alle spalle è un anno che si è rivelato molto difficile e complicato sotto tutti i punti di vista ma, al tempo stesso, le prove che ho dovuto affrontare sia fisiche sia psichiche mi hanno rafforzato e sono le base per guardare al futuro. L’anno 2020 l’abbiamo iniziato, io e lo staff del brand RP, come è finito il 2019: con un importante impegno di lavoro che ha risposto al nome di Capodanno 2020 in Alessandria. Iniziare bene l’anno è sempre un qualcosa di positivo che ci sprona a proseguire sul percorso che abbiamo tracciato. Questo è il nostro e il mio impegno per questo 2020. Espandere le attività del brand RP oltre i nostri confini provinciali e regionali ampliando la squadra RP e consolidando quello che è il team operativo. All’interno del brand RP c’è anche la rivista che ricopre un ruolo molto importante perché ci permette di arrivare a moltissime persone, ogni mese che passa sempre di più, attraverso i nostri articoli e le nostre riflessioni. Ciò che auspico, in modo particolare, in questo anno, porta d’ingresso di un nuovo decennio, una crescita costante di tutte le componenti del brand RP al fine di  poter sempre più essere vicini a coloro che ci seguono. 
E con questo auguro a tutti i lettori di RP Fashion & Glamour News un 2020 radioso e ricco di successi personali.
Jacopo Scafaro
Ci siamo, il conto alla rovescia è terminato. Tutti ci auguriamo che il nuovo anno sia migliore di quello che ci lascia. Tutti facciamo un bilancio, si chiude un libro per aprirne un’altro, chi più chi meno facendo i conti ci accorgiamo che non riusciamo mai a 57821607_10219110434412269_6906673227217502208_opareggiare. Non siamo bravi contabili? No, non è questo il problema, qualche volta siamo stati poco accorti, qualche volta la mazzata è arrivata e non siamo riusciti ad evitarla. Un altro anno è passato, siamo un poco più vecchi e un po’ più saggi. Passa il tempo ma non il buon umore, dobbiamo essere ancora degli incurabili  romantici e credere sempre e comunque nell’amore. Cosa possiamo volere da un anno nuovo?... Che ancora qualche sogno diventi realtà. Dobbiamo credere ai sogni, ed è per questo che auguro a tutti, di non perderli mai. E capire che forse vale la pena davvero di viverla questa vita, ma viverla davvero. Senza fronzoli, senza paura, senza limiti. Perchè al mondo non esisterà mai più un altra persona come noi, siamo marchiati di un unicità cocente, che ci da il privilegio di potere essere ciò che un altro non sarà mai. Il sogno è la speranza di ogni uomo, senza sogni il cuore di un uomo è vuoto.
Auguri di un sereno anno, auguri di tanta salute, auguri per una vita piena d’amore.
Buon 2020!
Fabrizio Capra
Mi sono tenuto per ultimo al fine di scrivere qualcosa di diverso e mi accorgo che sia Roberta sia Jacopo hanno già detto tutto e pertanto mi risulta difficile affermare 47686833_10215741721168446_1537461832267071488_oqualcosa di più senza scendere nel banale.  Mark Twain affermava “Il Capodanno è un’innocua istituzione annuale, utile solo come scusa per bevute promiscue, telefonate di amici e stupidi propositi”. Ecco per un anno voglio evitare di elencare buoni propositi, lo si fa ogni anno e come gli oroscopi televisivi ben pochi si avverano. Vorrei solo che le persone si impegnassero, tutte, a debellare cattiveria, malignità, malvagità, acredine con un sorriso sulle labbra scoprendo che la vita è molto più bella viverla piuttosto che cercare di farla vivere male agli altri. Noi con la rivista cercheremo sempre, nel limite del possibile, di far emergere solo situazioni positive raccontandovele con il sorriso sulle labbra.
Auguri per un 2020 che possa strabordare di sorrisi e positività!

img_7286-27-12-19-11-46

 

Prosecco Doc: brindisi di Capodanno da Venezia

Riceviamo e pubblichiamo
Il Consorzio di Tutela della Denominazione di origine controllata Prosecco ‘stappa’ i fuochi di San Silvestro nel cielo di Venezia. Ancora una volta i produttori del Prosecco sono vicini alle zone colpite della regione e dopo il le Montagne devastate dalla tempesta “Vaia”, il capoluogo che ha subito una anomala ondata di acqua alta.

capodanno veneziaIl Consorzio di Tutela della Doc Prosecco, come sempre impegnato nella valorizzazione del territorio in cui opera, conferma il proprio impegno anche in termini di solidarietà con una somma di 100.000 € deliberata al Consiglio di Amministrazione della Doc Prosecco a favore della Città di Venezia – colpita dal maltempo e dall’eccezionale acqua alta del 12 novembre – a supporto delle iniziative di comunicazione che la Città sta proponendo in questi giorni in funzione di rilancio dell’immagine nei confronti dei turisti.
Venezia – ha detto il presidente del Consorzio, Stefano Zanetteci rappresenta con la sua bellezza nel mondo e con il nostro supporto intendiamo contribuire a restituire alla città la gioia di un periodo natalizio effervescente ed armonizzato con il brio delle nostre bollicine. E’ un sostegno per aiutarla a superare le ferite di natura morale più che materiale“.
La campagna di informazione è stata suggerita dalla constatazione che, a causa della diffusione di descrizioni mediatiche distorte delle condizioni del centro storico, si sono moltiplicate di recente le disdette nelle strutture alberghiere di potenziali visitatori, impropriamente suggestionati dalle immagini delle conseguenze delle acque alte eccezionali di metà novembre.
brindisi proseccoCome avvenuto un anno fa in occasione dei danni causati dalla tempesta ‘Vaia’ sulla montagna veneta – prosegue Zanette – vogliamo nuovamente testimoniare la nostra vicinanza e la nostra disponibilità a tutto il territorio in cui operiamo e di cui ci sentiamo spiritualmente inseriti, con i nostri prodotti di eccellenza, fra i primi rappresentanti“.
Nel dettaglio, oltre alle azioni di comunicazione vera e propria, le risorse che il Consorzio Prosecco Doc consegnerà all’Amministrazione veneziana saranno destinate ai grandi tradizionali eventi della notte di San Silvestro, momento perfetto per il brindisi beneaugurante collettivo che verrà lanciato dal bacino di San Marco a tutto il resto del mondo.

RP: un fine 2019 con il botto… e poi sguardo proiettato al 2020

di Fabrizio Capra
Anche a Santo Stefano siamo presenti con la ormai tradizionale chiacchierata con Roberta Pelizer, titolare del brand RP.

Roberta Pelizer - titolare RP Event - foto Sergio DiOggi Santo Stefano, giorno dopo il Natale e ultimo giovedì di questo lungo 2019. Anche in questo giorno di festa non vogliamo far mancare ai nostri affezionati lettori la chiacchierata intervista con Roberta Pelizer che settimanalmente ci porta a conoscere le attività del brand RP.

Roberta, iniziamo con il tracciare brevemente questo 2019 che tra pochissimi giorni ci lasceremo alle spalle?
Come ho scritto negli auguri di ieri si è trattato di un anno veramente impegnativo che, tra alti e bassi, difficoltà e soddisfazioni, siamo riusciti a portare a termine, credo, in modo positivo, soprattutto se andiamo a proiettare il nostro sguardo al futuro, a questo 2020 che è alle porte e che si sta già prospettando come un anno dalle tante opportunità. Sono parecchio fiduciosa perché, come sto ripetendo da un po’ di giorni, ora posso affidarmi a uno staff in grado di supportarmi in ogni azione che intraprenderò per far si che il brand RP cresca sempre di più e si affermi non solo in provincia.

Hai detto di uno sguardo rivolto al 2020 ma c’è ancora un momento importante, proprio nel giorno che ci traghetterà nell’anno nuovo?
WhatsApp Image 2019-12-07 at 12.17.05Da una settimana non è più un qualcosa di misterioso ma sta prendendo consistenza il flash mob che realizzeremo nell’ambito del Capodanno che il Comune di Alessandria sta organizzando. Sui social imperversano i nostri video che hanno lo scopo di spiegare cosa succederà e, soprattutto, per far vedere la coreografia agli alessandrini e non che avranno intenzione di far parte di questa nostra esperienza. Devo ringraziare Jacopo Scafaro, assistente advisor del brand RP, per aver proposto questa idea e dell’impegno che ci sta mettendo per la sua realizzazione. Chiaramente vi aspetto tutti al nostro flash mob, più siamo e più sarà coinvolgente”.

Aggiornamento capitolo Calendario 2020…
Ebbene si: abbiamo la data di presentazione ufficiale. Domani, venerdì 27 dicembre, alle INVITO PRESENTAZIONE CALENDARIO RP EVENTore 19.30, all’Escobar di Alessandria, in via Vochieri all’angolo con Piazzetta della Lega. Per chi interverrà sarà l’occasione per vedere il Calendario 2020, ascoltare il nostro racconto su come è nato e l’occasione di conoscere alcuni dei protagonisti di questi scatti che saranno presenti. Anche qui il mio invito e quello dello staff RP a essere presenti”.

Credo che per questa ultimo giovedì del 2019 abbiamo già detto molto ora si inizia a guardare veramente al 2020…
Si! Penso proprio che il 2020 sarà un anno di svolta per il brand RP, un anno con tanta carne al fuoco da saper cucinare in modo sapiente affinché possiamo ottenere il miglior risultato possibile. Affronteremo con grande entusiasmo questo 2020 in procinto di arrivare e, magari, giovedì prossimo qualche piccola anticipazione sulla programmazione riusciremo anche a darla. Per ora esprimo solo il mio personale augurio e quello dello staff del brand RP per un 2020 radioso e ricco di soddisfazioni per tutti”.

Ci ritroviamo con la rubrica RP Event giovedì prossimo, 2 gennaio 2020. Buon Anno a tutti!

Questo il link al video con la coreografia del flash mob di Capodanno
https://www.facebook.com/RPEVENTRobertaPelizer/videos/604491380364553/

Alessandria: presentato ufficialmente il Capodanno 2020. Un flash mob caratterizzerà la presenza di RP EVENT

di Roberta Pelizer e Jacopo Scafaro
Presentato ufficialmente il Capodanno 2020 di Alessandria organizzato dal Comune. RP Event farà parte dell’organizzazione dell’evento proponendo un coinvolgente flash mob.

IMG_7105-20-12-19-07-37Ieri mattina, giovedì 19 dicembre, nella splendida cornice di Palazzo Cuttica in Alessandria si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Capodanno 2020, promosso e organizzato dal Comune di Alessandria e che vedrà coinvolte, nello scenario di Piazza Marconi, alcune tra le più importanti realtà alessandrine tra le quali RP Event, l’agenzia di cui sono titolare.
Sono decisamente orgogliosa di questa prima esperienza di collaborazione con il Comune perché, innanzitutto, in questa edizione del Capodanno lavoreranno realtà davvero speciali.
IMG_7119-20-12-19-07-37Darà il via all’evento Filippo Terranova con la Bluesphemy Band quindi a seguire ci saremo noi della RP EVENT con il flash mob che coinvolgerà alessandrini e non, partendo da piazza della Libertà alle 21,30  per raggiungere piazza Marconi, in un ballo creato appositamente.
Dopo il flash mob saranno gli Explosion a coinvolgere i partecipanti e dopo il conto alla rovescia e il tradizionale brindisi di mezzanotte saliranno sul palco i dj Stefano Pain e Francesco Pittaluga.
Il tutto avrà come contorno alcuni giochi di luce davvero mozzafiato proposti da Gianmaria Ravetti.
Loco Bar e I-Bar cureranno il servizio lounge bar destinando parte del ricavato all’Associazione Vigili del Fuoco di Alessandria a sostegno delle famiglie dei tre pompieri tragicamente scomparsi.
IMG_7113-20-12-19-07-37Ci sarà anche una grande cornice con l’hastag #alessandriasocial dove i partecipanti potranno realizzare selfie.
Durante la conferenza tutti i soggetti coinvolti sono intervenuti per “raccontare” le singole proposte di una serata dedicata alla città che da 14 anni mi ha adottata e, come ho ribadito in conferenza stampa, dove è nato mio figlio, ci sta crescendo.
Ho deciso, pertanto, di fare qualcosa di bello e dare il mio contributo per rendere la festa del 31 dicembre un qualcosa di speciale, dando il massimo del nostro operato.
Devo ammettere che non è tutta farina del mio sacco: in questa avventura sono stata spinta dal mio assistente Jacopo Scafaro al quale lascio una riflessione su ciò che faremo e su come è nata questa idea .

Come si può coinvolgere vecchie e nuove generazioni a partecipare assieme ad una festa di fine anno senza che nessuna delle due si annoi?! È stato questo il punto di partenza che ci ha spinto a proporre e realizzare il flash mob.
IMG_7123-20-12-19-07-40Lo scopo di un flash mob è rendere partecipi le persone, comunicare loro una certa cosa, sostenere una causa o un progetto con un sistema affascinante e, al tempo stesso, sorprendente.
È stato fatto un grandissimo sforzo di volontà da parte di tutta la RP, considerato che avevamo a disposizione poco tempo per realizzare un prodotto di qualità ma, quando abbiamo capito che c’era la possibilità di fare qualcosa per la nostra città, ci siamo messi a disposizione.
Siamo già emozionati al pensiero di condividere il palco con tanti artisti e amici con l’unico scopo di regalare felicità ai nostri concittadini.
Sarà un evento di ampio respiro, nel quale faremo vedere quanto grande è Alessandria.
Non potrà che essere un evento unico, imperdibile.

IMG_7124-20-12-19-07-40

RP: un brand in continua espansione proiettato al 2020

di Fabrizio Capra
Eccoci alla nostra chiacchierata con Roberta Pelizer, titolare del brand RP, per farci raccontare cosa succede nel mondo RP.

Siamo giunti a un altro giovedì, il penultimo prima di entrare nell’anno nuovo. E come consuetudine  vi proponiamo la chiacchierata intervista con Roberta Pelizer che settimanalmente ci porta a conoscere le attività del brand RP.

Roberta, partiamo dal Capodanno, mancano solo dodici giorni…
Questa mattina, in Comune, alle ore 12, si terrà la conferenza stampa di presentazione delle iniziative che l’Amministrazione Comunale di Alessandria ha programmato per la serata che ci traghetta nel 2020. Ci saremo anche noi del brand RP sia per presentare 78743125_10221189334343468_1104475635012599808_oufficialmente in che cosa consisterà la nostra presenza nell’ambito del Capodanno sia per raccontarvi con un nostro articolo l’evento nel suo complesso. Chiaramente, dopo la conferenza stampa, daremo il via alla diffusione della nostra proposta che andremo a concretizzare nell’ultima sera dell’anno.

Come diventerà concreta la proposta?
Dal pomeriggio di oggi inizieremo a diffondere sui social i video girati nei giorni scorsi. I video ci accompagneranno a quello che sarà il nostro evento nell’evento. Già guardando i video, alessandrini e non, potranno comprendere e apprendere quella che è la nostra proposta che intende proprio svolgere un ruolo di coinvolgimento. Ma non farmi dire altro prima della conferenza stampa e del lancio dei video”.

Cosa possiamo ancora dire del calendario?
Nei giorni che precedono la fine dell’anno metteremo in agenda la presentazione ufficiale del Calendario RP Event 2020 in un locale alessandrino. Ogni giorno che passa mi fa pensare che abbiamo 80224305_584284775695849_2913732880490299392_nraggiunto lo scopo prefissato, quello di realizzare un prodotto artistico da collezione, quello che è il primo di una lunga serie. Ho altresì deciso di metterlo in vendita proprio perché non si tratta di un semplice calendario da appendere in cucina per segnare gli appuntamenti, le scadenze e quant’altro ma di un qualcosa di artistico da conservare e collezionare”.

Nel frattempo si inizia a ragionare su quello che sarà il 2020 per il brand RP…
Si! Oggi giornata abbastanza piena dopo la conferenza stampa in Comune e l’appuntamento in radio lo staff RP si riunirà per gettare le basi delle attività del prossimo anno, attività che si prospettano già ricche di interessanti iniziative su tutti i fronti. Partiamo dal fatto che sto avviando importanti contatti fuori provincia e auspico possano tramutarsi in fruttuose collaborazioni, la collaborazione con Petra Style sembra avviarsi verso nuove prospettive che renderemo note nel prossimo mese di gennaio e poi l’attività classica dell’agenzia che cercheremo di ampliare e migliorare ogni giorno che passa”.

Abbiamo parlato di staff: da qualche tempo vi è entrato Jacopo Scafaro. Cosa ha significato nella gestione delle attività del brand RP?
“La sua entrata nello staff con un ruolo importante a livello organizzativo mi ha dato l’occasione di sganciarmi da alcune incombenze d’ufficio, ora seguite proprio da Jacopo, consentendomi di poter spaziare in quello che è il mio ruolo e i primi risultati stanno pelizer e scafaroarrivando. Finalmente sono riuscita ad ampliare il brand come volevo proprio perché al mio fianco ho trovato, dopo tanti tentativi non soddisfacenti, la persona che mi è speculare a 360 gradi”.

Ricordiamo l’appuntamento di oggi in web radio?
Dalle ore 16 alle ore 17 in diretta su Radio Vertigo One, va in onda l’ultima puntata del 2019 di Roberta Sing & Song, la trasmissione dove si parla delle attività del brand RP e non solo e dove si ascolta anche tanta buona musica che ogni volta scelgo con particolare attenzione. Non posso che ringraziare mister dj Simone Camussi per questo spazio, darvi appuntamento ad oggi pomeriggio e un arrivederci a giovedì 16 gennaio 2020 quando riprenderà la trasmissione della Roby”.

Giovedì prossimo ricorre la festività di Santo Stefano, questa rubrica sarà regolarmente online con ancora tante anticipazioni e novità legate al brand RP.

Verona: il gusto del Natale, pandoro e vino della Valpolicella

Riceviamo e pubblichiamo
Sotto la Loggia Fra’ Giocondo, Piazza dei Signori, a Verona, il 20 dicembre tradizionale taglio del pandoro gigante Melegatti e il Recioto Valpolicella “Il Narcisista” della cantina Buglioni per festeggiare l’arrivo del Natale. Buglioni promuove golose iniziative per la città: dal Kitchen Lab di Capodanno al brindisi in onore della tradizione.

loggia fra giocondoUn brindisi per festeggiare l’arrivo del Natale con due dei prodotti più celebri della tradizione veronese, sotto la Loggia Fra’ Giocondo, in Piazza dei Signori. Il 20 dicembre i Mercatini di Natale di Verona testimonieranno il taglio del pandoro gigante offerto da Melegatti, accompagnato, com’è tradizione, dal Recioto della Valpolicella Classico Doc, Il Narcisista, della cantina Buglioni. Un tipico abbinamento veronese immancabile a Natale, che i turisti in visita nella città patrimonio dell’UNESCO avranno modo di apprezzare grazie a questa iniziativa.
L’appuntamento è alle ore 17.00.
Sempre sulla scia di feste all’insegna della condivisione e della convivialità, la Locanda Buglioni locanda Salettadel Bugiardo, ristorante gourmand immerso nei vigneti di San Pietro in Cariano della cantina Buglioni, ha previsto per il Capodanno un’originale proposta: Kitchen Lab, un’esperienza coinvolgente dove ogni partecipante potrà scegliere il proprio ruolo, dal mescitore all’aiuto cuoco, dal fochista al gastronomo, oppure semplicemente buongustaio. Un menù raffinato con una selezione di vini della cantina che vanno dal Molì, rosato frizzante sur lie da uve molinara, al Lussurioso, Amarone della Valpolicella Classico DOCG.
Inoltre, nelle tre Osterie del Bugiardo, di Verona, Negrar e Villafranca, la Cantina Buglioni propone, per il Natale, un ricco menù della tradizione a base di carne, mentre a Natale BuglioniPiscaria, il ristorante – pescheria con cucina di mare ideato per far scoprire le molte possibilità di abbinamento tra il pesce e i vini rossi della cantina, la cucina di mare è protagonista delle tavole di Natale e Capodanno. Le prenotazioni sono aperte.
In tutti i locali sono acquistabili i cesti di Natale gourmet, raffinate cassette di legno che abbinano ai prodotti gastronomici della tradizione della Valpolicella, e non solo, i vini originali e autentici della cantina.

Per info e prenotazioni:
Osteria del Bugiardo - Corso Porta Borssari 17/A Verona - 045591869 bugiardoverona@buglioni.it
Piscaria - Corso Sant’Anastasia, 42 Verona - 0454950663 piscaria@buglioni.it
Locanda del Bugiardo - Via Cariano 24/A Località Cariano, San Pietro in Cariano VR - ingresso da Pescantina - 0456801725 locanda@buglioni.it
Website: www.buglioni.it

“Sopravvivere” a pranzi e cenoni con golosa saggezza: i consigli di Emanuela Caorsi

Riceviamo e pubblichiamo
Emanuela Caorsi è la prima nutrizionista olistica d’Italia e ci fornisce i consigli salva linea per riuscire a sopravvivere all’arduo impegno di cenoni e pranzi nel periodo natalizio. E domenica per la rubrica Arte Culinaria vi proporremo un paio di sue ricette salva linea.

Tavola di NataleIl Natale, si sa, porta con sé la magia dell’attesa e la gioia della convivialità, ma fra pranzi e cenoni il rischio è quello che la “troppa bontà” appesantisca la silhouette. Eppure, con i giusti accorgimenti a tavola, è possibile gustare a pieno i piatti delle feste, senza rinunciare a qualche sana trasgressione. Parola di Emanuela Caorsiprima nutrizionista olistica d’Italia, che ci svela alcuni preziosi consigli:

  1. Un’insalata ci salverà:
    per favorire il senso di sazietà e depurare l’organismo è consigliabile assumere un bel piatto di verdure ricche di fibra. Non “tristi” verdure al vapore, ma insalate sfiziose, come quella di finocchi, arance e pistacchi o broccoli al forno con noci, feta e melograno.
    Il consiglio furbo:
    per tenere a bada l’appetito, provate la mia ricetta speciale, ispirata a profumi e sapori della Sicilia (ma la ricetta la scoprirete solo domenica, ndr).
  1. Non esagerate con il Mix & Match:
    più alimenti si mangiano durante lo stesso pasto, più la digestione diventa difficile perché l’organismo non capisce cosa debba assimilare prima o dopo.
    Il consiglio furbo:
    cercate di trattenervi con gli antipasti, scegliendone solo un paio, per poi concedervi le altre portate.
  1. Less is more!
    se riuscite ad arrivare a fine pasto senza sentirvi esplodere è già un’ottima cosa: la vostra digestione non ne risentirà e vi sveglierete senza quei fastidiosi occhi gonfi dovuti ad una digestione lenta e ad un fegato affaticato.
    Il consiglio furbo:
    Il segreto è assaggiare un po’ di tutto senza esagerare.
  1. Senza guscio è meglio:
    La frutta a guscio contiene delle sostanze che inibiscono il funzionamento dei nostri enzimi digestivi: meglio non esagerare con noci, nocciole, pistacchi e affini, per non rischiare di rallentare la nostra digestione”, raccomanda la nutrizionista.
    Il consiglio furbo:
    la frutta a guscio andrebbe sempre messa in ammollo, almeno per dodici ore, per poter eliminare i suoi “anti-nutrienti” ed essiccata per una conservazione ottimale.
  1. Frutta a fine pasto? Preferite quella disidratata
    la frutta fresca a fine pasto andrebbe evitata perchè fa fermentare gli alimenti appena ingeriti.
    Il consiglio furbo:
    Meglio la frutta disidratata, ma senza esagerare, perché è pur sempre molto zuccherina e se abbinata a panettone, pandoro e torrone rischia di far impennare l’apporto calorico.
  1. Lotta all’acidosi:
    visto che spesso le cene sono accompagnate da vino e bollicine che tendono ad acidificare il corpo e a sovraccaricare il fegato, già affaticato dalle abbuffate natalizie, per evitare di svegliarsi con il cerchio alla testa il giorno dopo, è consigliabile assumere un basificante prima del riposo notturno, ovvero un mix di minerali facile da trovare anche in farmacia.
    Il consiglio furbo:
    provate anche il classico rimedio della nonna: la limonata calda con una foglia di alloro può essere portentosa per stimolare la digestione.
  1. Il giorno dopo un pasto in meno:
    “Il mio consiglio è di digiunare, saltando un pasto e bevendo solo acqua calda fino al pasto successivo”, spiega Emanuela Caorsi. “Quindi se fate il cenone, saltate la colazione e pranzate il giorno dopo oppure, se fate il pranzo, saltate la cena e fate colazione il giorno dopo. Mangiare il pasto successivo solo quando si ha genuinamente fame e si sente il famoso buco nello stomaco è importantissimo”.
  1. Godetevi il momento:
    “Questo è il mio consiglio di cuore: godetevi il momento senza pensare troppo alle calorie o alla linea: non sarà un pasto un po’ più abbondante a mandare all’aria ciò che avete fatto fino a quel momento”, conclude la nutrizionista.
Profilo di Emanuela Caorsi
Emanuela Caorsi, la prima Nutrizionista Olistica in Italia, ha deciso di lasciare il suo precedente lavoro da Ingegnere Strutturista per seguire la sua “missione”: insegnare alle persone la stretta connessione tra alimentazione e salute, purtroppo ancora trascurata dalla maggior parte della classe medica in Italia. La sua formazione all’avanguardia grazie al percorso di studi svolto presso la Canadian School of Natural Nutrition in Canada la porta spesso a diffondere informazioni “scomode” (ma incredibilmente vere!) e controcorrente circa alimentazione e salute. Per Emanuela il conteggio di calorie e “macros” è ormai anacronistico: quello che conta sono la qualità e la provenienza del cibo che si mangia. Inoltre, per Emanuela, non esistono tabelle standardizzate valide per tutti: ogni persona è unica, con una sua storia medica, ma soprattutto con un vissuto e un bagaglio di emozioni che non possono essere trascurati. Emanuela ha ricevuto il premio come Miglior Healthy Food Blog ai Cucina Blog Award de Il Corriere della Sera del 2018.
www.emanuelacaorsi.com

 

Capodanno: il countdown è infuocato a Ferrara e a Comacchio

Riceviamo e pubblichiamo
Tanti gli eventi di Natale e Capodanno 2020 a Ferrara e Comacchio, che culminano con originali cenoni nei palazzi storici e gli incendi del Castello Estense e del Ponte dei Trepponti. Vacanze speciali di fine anno con Visit Ferrara e Visit Comacchio.

Consorzio Visit Ferrara - Comacchio (5)Il Castello Estense di Ferrara si illumina di colori straordinari, che cambiano ogni giorno, mentre lo scenografico Ponte dei Trepponti di Comacchio diventa infuocato l’ultima notte dell’anno. Le piazze rinascimentali ferraresi e i canali della città sull’acqua si vestono a festa, tra luminarie, fontane danzanti, mercatini artigianali e speciali cenoni nei palazzi storici. Il periodo natalizio nella provincia ferrarese regala a fine anno eventi ed emozioni, che culminano con l’incendio del Castello Estense di Ferrara a Capodanno, annoverato tra gli spettacoli più belli del mondo, e lo show piro-musicale sulle acque nel cuore di Comacchio. Per questo vale la pena concedersi una vacanza nella città estense e nel suo territorio, cogliendo i vantaggi e le proposte di soggiorno del Consorzio Visit Ferrara, che ha pensato a pacchetti e programmi ideali per godere della fine del 2019 tra arte, gastronomia, cultura e tante soprese.

A Ferrara un vortice di eventi natalizi
Gli eventi natalizi a Ferrara si svolgono fino al 6 gennaio 2020. Lo scorso 16 novembre con l’inaugurazione delle luminarie della città, hanno aperto anche le casette di legno del Fideuram Christmas Village in Piazza Trento e Trieste. Si potranno ammirare le maestose mura del Castello Estense decorarsi di colori e scenografie diverse, ogni sera dalle 17.30 alle 6.00 del mattino. Le luci sul maniero vedranno momenti speciali con carrellate di colori, in occasione di eventi particolari. Nel Giardino delle Duchesse è aperta una bellissima pista da pattinaggio. Il 15 dicembre Palazzo Crema si animerà con Consorzio Visit Ferrara - Nataleil presepe vivente mentre il 21 dicembre Piazza Trento e Trieste sarà lo scenario di un concerto gospel e spiritual. Il Castello Estense sarà protagonista per tutto il periodo di scenografie multicolor fino nello spettacolo dell’ultima notte dell’anno e poi per l’evento di chiusura, il giorno dell’Epifania.
Con la proposta di Visit Ferrara “Ferrara a Natale” di 2 giorni, valida fino al 6 gennaio 2020 (escluso Capodanno), sono inclusi una notte a Ferrara, visita guidata della città il sabato, cena in ristorante tipico, ingresso alla mostra di Palazzo dei Diamanti “De Nittis e la rivoluzione dello sguardo” con sconto sul catalogo, un light lunch nella caffetteria del Castello Estense, con prezzo a partire da 135 euro a persona.

A Ferrara c’è l’Incendio del Castello Estense
Un’atmosfera incantata pervaderà la città per giungere alle iniziative di Capodanno, che regala ai visitatori eleganti cenoni nei palazzi storici, musica dal vivo dalle 21.30 in Piazza Castello, e l’attesissimo incendio del Castello Estense allo scoccare della mezzanotte, uno spettacolo piro-musicale molto coinvolgente e fuori dal comune, per poi lasciare spazio al dj set fino a notte fonda.
Consorzio Visit Ferrara - Fontane danzanti (1)Per aspettare l’arrivo del 2020, il 31 dicembre, nel piano nobile del Palazzo Municipale si può scegliere l’Apericena a Palazzo, (dalle 18.00 alle 20.00), degustando proposte stuzzicanti, per poi spostarsi al Teatro Nuovo per lo spettacolo teatrale “Makkeroni a Capodanno Makkeroni tutto l’anno”; o magari il Gran Buffet a Palazzo, un cenone classico con menu a buffet (dalle 21.00 alle 23.00). Oppure avere il privilegio di cenare direttamente nel Castello Estense: dalle 19.00 negli Imbarcaderi andrà in scena “A tavola con gli Estensi”, il cenone di Capodanno in stile rinascimentale, con specialità tipiche del territorio, musica d’epoca, ricette tramandate dal cuoco della corte estense, il famoso Messisbugo, e rivisitate da chef della provincia; al piano nobile verrà invece servito il Gran cenone in Castello con menu classico e accompagnamento musicale. Il piano nobile ospiterà inoltre il Primo Pranzo del 2020, il 1° gennaio.
Anche gli eleganti saloni del Ridotto del Teatro Comunale diventeranno il luogo in cui festeggiare le ultime ore dell’anno, assaporando dalle 19.00 il Gran Cenone a Teatro, un esclusivo galà di San Silvestro con piatti raffinati accompagnati da vini di pregio.
Consorzio Visit Ferrara - CastelloPer trascorrere il Capodanno a Ferrara sono diverse le opportunità proposte da Visit Ferrara, da prenotare direttamente su: www.visitferrara.eu
Con il pacchetto Capodanno Light per una notte (da 120 euro a persona) sono compresi una notte in hotel nei dintorni di Ferrara e il cenone del 31 dicembre in un ristorante in centro a Ferrara; con l’offerta di due notti (da 195 euro a persona) oltre al cenone è inclusa anche una visita guidata della città. Scegliendo il programma di 2 notti “Capodanno a Ferrara tra enogastronomia e cultura” (da 270 euro a persona), con 2 pernottamenti con colazione, sono compresi il biglietto d’ingresso alla mostra di Palazzo dei Diamanti, lo sconto del 10% sul catalogo, una visita guidata di Ferrara, cenone e cena in ristorante in centro. Il programma “Capodanno in centro storico a Ferrara” (da 480 euro a persona) comprende invece 2 notti in hotel con colazione a Ferrara, cena in ristorante centrale, cenone di Capodanno e pranzo del 1° gennaio al piano nobile del Castello Estense, una visita guidata della città, il biglietto d’ingresso alla mostra di Palazzo dei Diamanti e lo sconto sull’acquisto del catalogo. Per coloro che scelgono il cenone rinascimentale negli Imbarcaderi del Castello Estense, Visit Ferrara propone l’offerta di 2 notti “Il tuo Capodanno in Castello” (da 300 euro a persona) che include anche la visita guidata di Ferrara, l’ingresso alla mostra di Palazzo dei Diamanti e il pranzo del 1° gennaio sempre in Castello.

A Comacchio, il Ponte dei Trepponti è piroteatrale
La città sull’acqua di Comacchio, con i suoi ponti e canali decorati di luci, diventa a Capodanno la città del fuoco. Il monumentale Ponte dei Trepponti alla mezzanotte che scandisce l’arrivo del 2020 è protagonista di uno show piroteatrale che renderà magico il centro storico della città perla del Parco del Delta del Po. Già dal pomeriggio, dalle Consorzio Visit Ferrara - Comacchio (3)17.30, prenderanno vita nel centro storico spettacoli itineranti e nell’Antica Pescheria si potrà partecipare ad un aperitivo in musica. Alle 19.30 è in programma una visita speciale al Museo del Delta Antico ed in seguito le sale del Palazzo Bellini ospiteranno il Cenone di Capodanno con animazioni musicali. Dalle 23.50 countdown sul Trepponti in attesa della mezzanotte e dello spettacolo pirotecnico, e poi animazioni e dj set fino alle 2 del mattino.
Con Visit Comacchio, una vacanza di 3 giorni e 2 notti in elegante b&b del centro storico e colazione, la Comacchio Museum Pass per visitare i musei e monumenti della città tra cui il Museo Delta Antico, la Manifattura dei Marinati, il cenone di fine anno con menu a base di pesce in un ristorante ricavato in un antico casone da pesca, a partire da 190 euro a persona.

Consorzio Visit Ferrara
Via Borgo dei Leoni 11, Ferrara (FE)
Tel. 0532 783944, 340 7423984
E - mail: assistenza@visitferrara.eu
Sito web: www.visitferrara.eu 

Visit Comacchio
Strada Statale 309 Romea, Comacchio (FE)
Tel: +39 0533 307030, 346 0921618
E-mail: info@visitcomacchio.it 
Sito Web: www.visitcomacchio.it

Natale con i tuoi, Capodanno insieme a noi! Ultimo dell’anno con le Navi Gialle

Riceviamo e pubblichiamo
Con Corsica Sardinia Ferries due minicrociere imperdibili in Corsica e Costa Azzurra. La proposta per Capodanno da parte delle Navi Gialle.

csf a nizzaLe Navi Gialle sono pronte a traghettarvi verso il 2020!
Con Corsica Sardinia Ferries potrete scegliere tra la bella Corsica e la romantica Costa Azzurra, per trascorrere un magico ed emozionante Capodanno a bordo, tra brindisi, giochi, musica, buona cucina e un servizio impeccabile.
Due proposte differenti, che consentono di trascorrere una breve vacanza in tutta serenità e sicurezza, pensando solo al puro divertimento, senza doversi mettere al volante subito dopo la festa più attesa dell’anno e permettono di scoprire suggestivi mercatini, singolari eventi e affascinanti tradizioni natalizie di Corsica e Costa Azzurra.

Capodanno in Corsica a bordo della m/n Corsica Victoria
Livorno – Bastia: 1 notte
Partenza da Livorno la mattina del 31 dicembre, arrivo a Bastia nel primo pomeriggio, corsica-victoriacon possibilità di sbarcare per visitare la città.
Una notte a bordo, una ricca colazione a buffet, due pranzi e un Cenone con Veglione, tra musica, giochi e brindisi.
Il primo giorno dell’anno vi regalerà una rigenerante passeggiata per le vie di Bastia, prima del rientro a Livorno, dove l’arrivo è previsto alle 17:15.
Tariffe a partire da € 230,00 per persona, in cabina doppia interna, tasse incluse.

Capodanno in Costa Azzurra a bordo della m/n Mega Smeralda
Savona Vado Ligure – Nizza: 2 notti
Partenza da Savona – Vado Ligure la sera del 30 dicembre, arrivo a Nizza la mattina del mega smeralda31 dicembre, con possibilità di sbarcare per tuffarsi nell’atmosfera festosa della città.
Un’elegante cena servita, un Cenone con Veglione, due ricche colazioni a buffet e i fuochi d’artificio della città più eccitante della Costa Azzurra.
Il rientro a Savona Vado Ligure è previsto alle 17:00 del 1° gennaio.
Tariffe a partire da € 290,00 per persona, in cabina doppia interna, tasse incluse.

Programmi dettagliati e prenotazioni su www.corsica-ferries.it

Dal 1968 Corsica Sardinia Ferries è la prima Compagnia di navigazione privata per il numero di passeggeri trasportati sulla Corsica, che serve tutto l’anno Corsica e Sardegna. La Corsica è collegata da Tolone, Nizza, Savona e Livorno e, in estate, da Piombino; la Sardegna è collegata da Livorno, Nizza e Tolone e, in estate, da Piombino. L’isola d’Elba è collegata da Piombino e da Bastia (Corsica) nella stagione estiva. Corsica e Sardegna sono unite da collegamenti annuali. La linea Tolone/Alcúdia (Maiorca) è attiva da aprile a settembre. Dal 2019, una nuova rotta unisce la Sicilia (Trapani) alla Provenza (Tolone) e alla Costa Azzurra (Nizza). Corsica Sardinia Ferries gestisce una flotta di 13 navi e si occupa direttamente di tutti i servizi all’utenza: dalla prenotazione, all’imbarco, all’accoglienza, al servizio di catering a bordo. Tutte le attività di Corsica Sardinia Ferries sono certificate ISO 9001:2015. A Savona Vado, in un’area di 50.000 mq in concessione alla Compagnia, sono concentrate le attività organizzative, amministrative e logistiche della società che nel 2018 ha trasportato oltre 3.700.000 passeggeri.