Cervicalgia: un mix di oli essenziali come rimedio naturale

a cura della Redazione
Oggi proponiamo un rimedio naturale per affrontare un problema che si va sempre più diffondendo: la cervicalgia.

Quando sentiamo dolori al collo, spalle e testa con evidente rigidità diciamo “abbiamo la cervicale”, ma la cervicale l’abbiamo tutti piuttosto quella forte rigidità dolorosa prende il nome di cervicalgia.

Sovente per contrastarla si fa uso di farmaci un po’ troppo invasivi.
Esistono anche dei rimedi naturali: dalle buone pratiche come esercizi yoga, meditazione, massaggi con oli essenziali e termoterapia abbinate a un corretto stile di vita all’uso di prodotti naturali che hanno virtù antinfiammatorie (rosa canina, artiglio del diavolo o ribes nigrum solo per citarne alcuni).
Riveste particolare importanza anche la prevenzione dei dolori cervicali eseguendo degli esercizi di rotazione del collo (chiedendo consiglia a professionisti esperti nel settore, guai al fai da te che può comportare più danni che benefici) da eseguire lentamente, rilassando al massimo la muscolatura delle spalle.
Altro rimedio naturale è l’adozione del “baule asciutto” che abbiamo trattato in un articolo dell’aprile 2019 e che vi invitiamo a leggere (cliccare qui).

Oggi vogliamo, invece, soffermarci in modo particolare su un rimedio che prevede l’utilizzo di oli essenziali che si prepara creando una miscela composta da: 2 gocce di olio essenziale di rosmarino, 10 gocce di olio essenziale di lavanda e 5 gocce di olio essenziale di basilico.
Il tutto deve essere diluito in 30 ml di olio vegetale.
Preparata la miscela dobbiamo applicare un quantità non esagerata di olio sul collo e sulle spalle (le zone dove si avverte normalmente un maggior dolore) massaggiando delicatamente fino a far assorbire l’olio.
È consigliabile, una volta terminato il massaggio, apporre sulla zona interessata una pezza di lino o di cotone preventivamente riscaldata leggermente da tenere fino a quando non inizia a raffreddarsi.

Al massaggio si può abbinare l’assunzione costante di un infuso di bacche di rosa canina che esplica la proprietà di alleviare le tensioni muscolari oppure, se l’infuso risultasse troppo blando, si può passare all’utilizzo dell’estratto di rosa canina in gocce, però in questo caso è bene sentire preventivamente il consiglio di un esperto.

“Baule asciutto”: un antico rimedio da utilizzare caldo o freddo

a cura della Redazione

baule asciutto - ciliegie e noccioliCervicalgia, dolori articolari, torcicollo, mal di schiena, infiammazioni, distorsioni, ecc. ecc. e siamo stanchi di assumere farmaci su farmaci?
Torniamo a utilizzare uno dei vecchi rimedi naturali: il “Baule asciutto”.
Il “Baule asciutto” altro non è che un cuscino con noccioli di ciliegio, rimedio naturale che si può utilizzare, a seconda degli scopi, caldo o freddo.
Si tratta di un rimedio antichissimo, sovente utilizzato nelle zone alpine: i noccioli riscaldati rilasciano un calore estremamente secco che è particolarmente indicato nel trattamento di dolori articolari, cervicali, torcicolli, coliche addominali e geloni, oppure per avere un pò di tepore durante i mesi invernali.
Può essere tranquillamente utilizzato da bambini e neonati in quanto non produce scottature o bruciature di alcun genere.
baule asciutto - utilizzoIl suo funzionamento è di una facilità unica: riscaldare il cuscino nel forno tradizionale a circa 150° per 5-6 minuti (anche nel microonde a 700/800 watt per 1-2, in inverno anche su un calorifero (ma ci vuole un po’ più di tempo per portarlo a temperatura).
I noccioli delle ciliegie vanno ad accumulare calore che rilasciano molto lentamente, a volte l’effetto rilascio calore dura fino a 50 minuti.
Però il “Baule asciutto” può essere utilizzato anche da freddo allora si mette nel freezer (dalle 2 alle 4 ore) e aiuta ad alleviare contusioni, dolori muscolari, distorsioni ed insolazioni; freddo esplica funzioni anche per stimolare la microcircolazione delle gambe. Se si utilizza freddo prima di metterlo nel freezer consigliamo di chiudere il cuscino in un sacchetto di nylon per evitare che il tessuto si bagni.
La caratteristica dei noccioli di ciliegio è proprio quella di assorbire il calore se raffreddati o di rilasciarlo se riscaldati, ovvero fungono da conduttore di calore o di freddo, a seconda della necessità.
Proviamo, quindi, a riassumere per cosa possiamo utilizzare il “Baule asciutto”:
Utilizzo a caldo: cefalee; difficoltà digestive; dolori addominali; dolori mestruali; gonfiore; ddominale; mal di schiena; stress; tensioni muscolari; torcicollo.
Utilizzo a freddo: colpi di calore; contusioni; distorsioni; infiammazioni muscolari; punture di insetto; slogature.
baule asciutto - noccioli di ciliegioIn commercio i cuscini con noccioli di ciliegie sono diventati facilmente reperibili (anche  acquisti online) però, altrettanto facilmente, si possono creare in proprio, basta attendere il periodo delle ciliegie e visto che una ciliegia tira l’altra sarà facile avere a disposizione in poco tempo una quantità di noccioli sufficienti allo scopo.
Pertanto consigliamo di non buttarli via ma di conservarli a questo fine.
Vediamo, quindi, in conclusione dell’articolo come realizzare un “Baule asciutto”.
I noccioli vanno lavati e asciugati al sole per un paio di giorni.
Una volta raggiunte la quantità sufficiente a realizzare un cuscino vanno passati in forno a 100° per circa 20 minuti.
baule asciutto - cuscinoSottolineiamo che i noccioli devono essere asciutti e ben puliti: patendo l’umidità potrebbero formare delle muffe che sono dannose per la salute.
Essiccati i noccioli diventano pronti per l’utilizzo quindi bisogna realizzare il cuscino e ci vuole veramente poco, basta ago e filo, due fodere di un cuscino da bambino o una da cuscino normale tagliata a metà.
Le fodere vanno messe una dentro l’altra per ottenere un doppio tessuto (passaggio importante per mitigare il calore che emana); a questo punto inserire i noccioli e con le mani distenderli in modo uniforme e poi con ago e filo chiudere la parte aperta facendo attenzione di non lasciare aperture da cui i noccioli possano uscire.

Ricordiamo che questi consigli non sostituiscono un consulto medico in ogni caso sempre necessario nel caso di problemi di salute.