rubrica a cura di Fabrizio Capra
“L’anima vuole” il nuovo singolo di Paolo Simoni con Roberto Vecchioni. Vaysy torna sulla scena musicale con il suo secondo singolo “Dimenticare”. “Desert Queen” singolo di Shy Rantha. “Fagli vedere chi sei” è il nuovo singolo di Piove.
Ph. Costantin Kore Bolohan

PAOLO SIMONI
Da oggi, venerdì 14 maggio, è in radio e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “L’anima vuole”, il nuovo singolo di Paolo Simone, con la partecipazione speciale di Roberto Vecchioni, estratto dall’album di inediti, piano e voce, “Anima” (Riservarossa Records / Warner Music). In “L’anima vuole” le voci dei due cantautori appartenenti a due differenti generazioni si incontrano per cantare di temi importanti, quali la libertà di pensiero e di parola, e del materialismo che caratterizza i nostri tempi e che impedisce all’anima di esprimersi nella sua maniera più autentica. «Credo sia una delle canzoni più importanti della mia scrittura. Volevo cantare il tema del pensiero, della libertà di espressione e del senso collettivo delle cose – afferma Paolo Simoni – Volevo cantare il materialismo imperante di questo tempo che costringe l’anima a non esprimersi e le impedisce di specchiarsi nel suo spirito più autentico. Sognavo di cantarla con Roberto e lui ha onorato la mia richiesta con l’eleganza e la generosità che lo contraddistinguono». “Anima” (https://lnk.to/PS_Anima), disponibile in formato cd, in digitale e in vinile (edizione limitata, 180 grammi bianco), è un disco piano e voce composto da dieci brani: ogni canzone analizza diversi aspetti della società attuale e della vita individuale. Per esempio, “Porno Società”, singolo che ha anticipato l’uscita dell’album, descrive come l’uomo da consumatore diventi oggetto dei consumi. Un album tutto da scoprire anche nella vena cantautorale più classica. Questa la track-list dell’album: “L’anima vuole” (con Roberto Vecchioni), “Porno Società”, “Cuore di Ragazzo”, “Imparare a vivere”, “Non sono altro che un artista”, “E invece importa”, “Amico mio”, “Eterna estate”, “4 zampe” e “Augh”.

VAYSY
Vaysy
 torna sulla scena musicale con il suo secondo singolo Dimenticare, disponibile da oggi in radio, su YouTube e in tutte le piattaforme digitali. Dimenticare è il brano in cui Vaysy riesce finalmente a dar voce ai ricordi negativi con i quali convive da anni, un racconto autobiografico di come gli errori di un padre possano avere effetto sul proprio figlio. Ritrovata la serenità, l’artista scava nel suo passato e attraverso la musica trova il coraggio di affrontare e ripercorrere i passi di un’infanzia segnata dalla sofferenza e dal dolore dell’abbandono paterno. Vorrei dimenticare tutto quanto/ Ma tutto ciò mi ha reso quel che sono / Dimenticarti come hai fatto tu con me/ Per ogni giorno perso a chiedermi perché. Le immagini del videoclip scorrono come fotografie nel rullino dei ricordi del protagonista. Un bambino solo e sopraffatto dalla negligenza di un padre assente e violento ripercorre l’infanzia di Vaysy. La mamma come punto di riferimento e ancora di salvezza; un’atmosfera cupa e claustrofobica e il senso di soffocamento in cui il protagonista si trova costretto a vivere.

SHY RANTHA
Desert Queen” di Shy Rantha è un brano di estrazione pop rock, con un arrangiamento articolato, che trae ispirazione dalle colonne sonore cinematografiche e si nutre dell’immaginario dei grandi romanzi di avventura. L’incalzante ritmo tribale dona un colore particolare alla canzone, confezionata con cura e tenuta insieme da elementi di elettronica. Il testo racconta di un protagonista impegnato in un viaggio a cavallo, all’interno di un deserto ricco di pericoli e miraggi insidiosi, con lo scopo di trovare la regina del deserto. Una volta raggiunto il suo obiettivo, nel torrido caldo africano, capirà che la realtà può talvolta superare l’immaginazione, trasformando i sogni in incubi. L’ambizioso obiettivo degli Shy Rantha, nuova band del novarese, è quello di unire idealmente India e Europa, i due continenti di origine dei componenti del gruppo. Il duo, formato da Eugenio e Shirantha, nasce da un’amicizia ritrovata dopo 25 anni di viaggi e avventure in giro per il mondo, seguita dal desiderio spontaneo di scrivere insieme canzoni in inglese. Dopo poco il duo inizia a collaborare con Luca Antonini, compositore di colonne sonore, che cura e arricchisce gli arrangiamenti dei pezzi, e Rosa Piacenza, bassista e cantante di origini sudamericane. La musica scaturita da questo melting pot ha anime e profumi diversi da scoprire ed esplorare avventurandosi un po’ più in profondità, dove l’intensità di queste “colonne sonore per film immaginari” può lasciare il segno. Link al video: https://bit.ly/2RQEsdX

PIOVE.  
Fagli vedere chi sei è il nuovo singolo di PIOVE. uscito per Woodworm e distribuito da Universal Music. È disponibile da oggi – venerdì 14 maggio – in radio e su tutte le piattaforme digitali. Nel brano, una collaborazione d’eccezione: il rapper Claver Gold.  Chi è PIOVE.? È un’artista di cattivo umore. Si definisce avantpop. Pubblica il suo primo brano “Quello che non saremo mai nel 2020, in cui il rap e il cantato si mischiano con estetiche Glitch  e Hyperpop.  Tematiche introspettive ed esistenziali, contrastate dalla leggerezza del videogame sono presenti anche nel secondo singolo “Fagli vedere chi seiun inno de-motivazionale rispetto all’omologazione a un modello prestabilito, un invito a cercare se stessi. “Non voglio sentirmi dire dagli altri cosa devo fare e chi devo essere, – racconta PIOVE. – è deprimente. “Fagli vedere chi sei” è un fumettone americano con un ritornello martellante, un’ironia sottile, se fosse un film sarebbe horror e il supereroe alla fine muore. Nonostante tutto è pop. Le atmosfere musicali in  “Fagli vedere chi sei sono cupe, dense: il brano si sviluppa in un crescendo a partire da un pianoforte che ricorda le colonne sonore di vecchi film dell’orrore. La voce è all’inizio sussurrata, fino a insistere – ancora e ancora – nel ritornello e poi subire un’improvvisa accelerata nell’ultima strofa. È questo il momento dei mostri, degli incubi sempre più inquietanti, con un rapace che ci vuole portar via qualcosa. Lo stesso Capitan America che prometteva, che incoraggiava, ora ruba, tormenta. La collaborazione con Claver Gold aggiunge al brano riferimenti all’arte contemporanea, ma anche al culto odierno dei social media e ai disturbi d’ansia, sciogliendo molte metafore sparse nel brano: ora è il momento di uscire, gridare, morire, tu fagli vedere chi sei. Fagli vedere chi sei,  certo: ma cosa vedrebbero gli altri se vedessero davvero chi sei? In questo momento PIOVE.  non vuole dare una risposta a questa domanda, né a se stessa né agli altri. Ha deciso di non svelare il proprio volto, ma dal suo cappuccio sa osservare (e osservarsi) e prova a raccontare.