Riceviamo e pubblichiamo
Il 22 aprile è la Giornata della Terra. Pitchup.com celebra la salvaguardia del nostro pianeta con un decalogo di comportamenti virtuosi da adottare durante le attività outdoor, dal campeggio alle escursioni.
Camping Sass Dlacia

Il 22 aprile si celebra la 51ª Giornata della Terra, conosciuta in tutto il mondo come Earth Day, una manifestazione internazionale per promuovere la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del nostro pianeta che ogni anno mobilita circa un miliardo di persone
Per l’occasione, Pitchup.com, piattaforma di instant booking per le vacanze outdoor leader in Europa, suggerisce dieci comportamenti sostenibili per rispettare l’ambiente anche in campeggio. Nonostante la vacanza en plein air sia riconosciuta come  la più sicura e la più sostenibile, sono comunque necessarie alcune norme di buon senso. È importante che ognuno di noi faccia la sua parte, impegnandosi attivamente per preservare l’ecosistema

Camping Faè

Già il fenomeno dell’eco camping rappresenta una delle nuove frontiere di un turismo sostenibile e responsabile, un trend che si sta consolidando negli ultimi anni e che porta con sé una nuova consapevolezza collettiva. Le parole d’ordine, qui, sono sostenibilità e rispetto per l’ambiente, a partire dalle scelte individuali che vanno dall’alloggio ai comportamenti virtuosi.
L’International Ecotourism Society definisce il turismo sostenibile come un “viaggio responsabile nelle aree naturali, che preserva l’ambiente e migliora il benessere delle popolazioni locali”. Si parla quindi di una modalità di viaggiare che sostiene il viaggiatore e il territorio, permette nuove opportunità di condivisione e favorisce un’interrelazione costruttiva. 
Per aiutare gli utenti a soddisfare le loro aspettative nella scelta del campeggio, Pitchup.com mette a disposizione una serie di filtri di ricerca legati al tema sostenibilità, quali energia rinnovabile, servizio di raccolta differenziata, punto/i di ricarica per auto elettriche, trasporti pubblici nei paraggi. 

Campeggio Giglio

Una visione condivisa anche da Daniel Yates, Founder di Pitchup.com, che afferma “Il campeggio è un ottimo modo per trascorrere il tempo a contatto con la natura e per esplorare paesaggi incontaminati, ma è altrettanto importante che le persone sappiano come comportarsi. La sostenibilità, la cura del territorio e l’attenzione verso le comunità locali sono temi che abbiamo a cuore da sempre”.
Quando si parla di comportamenti green si pensa spesso a scelte radicali, ma non è così. Sostenibilità significa un mix di scelte giuste e mirate. Di seguito la to-do list di Pitchup.com, perché quando si potrà tornare a viaggiare, lo si faccia al meglio.

Campeggio Cascina Ballarin

Ridurre la quantità dei rifiuti e differenziarli. L’ecologia è un dovere anche in vacanza: portare con sé un sacchetto, possibilmente in tela, per raccogliere i rifiuti e fare la raccolta differenziata seguendo le indicazioni dei singoli campeggi.
Preferire thermos e borracce alle bottiglie di plastica. Diminuire la quantità di plastica prediligendo accessori in acciaio inox è una scelta quasi obbligata. L’acciaio inox, oltre a essere un materiale termico e isolante, risponde alle caratteristiche di riutilizzo, durabilità, affidabilità, igiene e praticità.
Ridurre i consumi d’acqua. L’acqua è un bene prezioso, si sa, per questo è fondamentale evitare gli sprechi attraverso un consumo ponderato e consapevole. Ricordarsi di chiudere l’acqua e non lasciarla scorrere quando si lavano i piatti, ma anche per l’igiene personale, quando si lavano i denti, le mani o sotto la doccia. 
Optare per stoviglie in materiali lavabili privi di plastica. Se per ragioni di praticità è necessario utilizzare stoviglie usa e getta, preferire piatti, bicchieri e posate interamente biodegradabili e compostabili.

Campeggio ai Colli Fioriti

Rispettare la flora e la fauna. Imparare a sentirsi degli ospiti, più che dei padroni: vivere in armonia con l’ambiente circostante significa preservare la sua biodiversità. Non strappare la vegetazione e non portare via fiori, piante, sassi, legni, e così via.
Evitare di accendere fuochi. Oltre a essere pericoloso e vietato se al di fuori degli spazi predisposti, ogni falò brucia inevitabilmente suolo, così come le radici degli alberi che vi si nascondono. Inoltre, rami e parti secche di arbusti utilizzati per l’accensione, possono essere un habitat per numerosi insetti, uccelli e altri piccoli animali.
Acquistare prodotti locali e genuini, possibilmente biologici. Scegliere prodotti locali è una filosofia strettamente legata alla sostenibilità. Cibo a chilometro zero, stagionalità e attenzione agli imballaggi sono i concetti in cui può riassumersi una spesa zero waste e rispettosa dell’ambiente. 

Limitare l’uso di veicoli a motore. Girare i dintorni alla scoperta delle bellezze della zona può essere fatto anche, e soprattutto, senza mezzi inquinanti. A piedi, con biciclette o e-bike, le alternative per promuovere la mobilità sostenibile non mancano.
Favorire i dispositivi a energia solare. Addio alle pile usa e getta: le lampade da campeggio solari si ricaricano facilmente e senza inquinare durante il giorno, per poi garantire la luce necessaria nelle ore notturne.
Scegliere creme solari e prodotti antizanzare ecologici e biodegradabili. L’importanza di un’abbronzatura ecologica è garantita dall’ampia scelta di oli e creme solari naturali e bio, con certificazione FSC, formulati per rispettare noi e l’ambiente. Con questi prodotti anche tenere alla larga le zanzare in modo naturale e biologico non è più un problema.