Riceviamo e pubblichiamo
La memoria e tutta la produzione di film legati alla storia dei Giochi, diventa prodotto di cultura sportiva, analizzato dal Prof. Franco Ascani (Presidente della FICTS). 

La memoria e tutta la produzione di film legati alla storia dei Giochi, diventa prodotto di cultura sportiva, analizzato dal Prof. Franco Ascani (Presidente della FICTS – Federation Internationale Cinema Television Sportifs e unico italiano Membro della Commissione Cultura del CIO – Comitato Internazionale Olimpico) nel volume “200 FILM SUL PODIO OLIMPICO – CINEMA & GIOCHI” (edito da UNASCI per il 20° anniversario di fondazione. Ed. Bradipolibri, pag. 317). In questi giorni in libreria (http://www.fictsfederation.it/200filmsulpodio.pdf).

L’autore, che considera la cultura olimpica dotata di una travolgente forza, elemento essenziale all’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali, per la prima volta, nella storia della cinematografia, ha commentato tutta la produzione esistente nell’arco di 125 anni.
Attraverso un’ analisi completa e comparata, vengono individuate le nuove prospettive per la “filmografia olimpica” come “prodotti culturali” che ispirano e uniscono le persone, a prescindere dalla provenienza, assumendo un ruolo importante per diffondere lo sport e i suoi valori.
Il volume, che ha classificato e valutato 200 film suddivisi in 51 Film Olimpici Ufficiali; 23 Film Olimpici; 105 Film a tema olimpico; 21 Film Antologici e Paralimpici, attraversa le curiosità e le gesta degli atleti e fa rivivere i momenti emozionanti dei Giochi con l’obiettivo di “costruire la memoria” che permetta di promuovere il patrimonio culturale dei Giochi Olimpici dell’era moderna.
Il metodo di ricerca utilizzato ha comparato ed individuato – attraverso le opportunità e le criticità che hanno caratterizzato i film nei diversi periodi – le linee di intersezione tra il pubblico, i registi, l’evoluzione delle tecniche ed il contesto storico delle competizioni.
Per i “Film Olimpici Ufficiali” è indicato il link per la visione attraverso i canali internet.