Torino, Palazzo Madama: “Ritratti d’oro e d’argento”, ciclo di conferenze online

Riceviamo e pubblichiamo
In occasione della mostra “Ritratti d'oro e d'argento”, Palazzo Madama, dal 13 aprile al 22 giugno, propone un ciclo di sette incontri online di approfondimento. Le modalità per l’accesso con prenotazione obbligatoria.
foto 1

Palazzo Madama, Torino, propone, dal 13 aprile al 22 giugno 2021, un ciclo di sette incontri di approfondimento tra arte, devozione, tutela e indagini diagnostiche, in occasione della mostra Ritratti d’oro e d’argento, in corso a Palazzo Madama fino al 12 luglio 2021, che intendono offrire, grazie a un taglio interdisciplinare, uno sguardo sia sul contesto in cui si è sviluppata la produzione orafa in Piemonte e Valle d’Aosta tra Tardo Gotico e Rinascimento, sia sulle azioni di ricerca, tutela e valorizzazione, che musei, diocesi, soprintendenze e università stanno portando avanti con un importante lavoro di sinergia.

foto 2

Il ciclo prenderà avvio il 13 aprile con l’intervento di Cinzia Piglione che condurrà i partecipanti all’interno della bottega orafa di Beltramino de Zuttis, a cui è stato attribuito il busto di san Bernardo d’Aosta, esposto in mostra a Palazzo Madama e proveniente dalla cattedrale di Novara.
Questo raffinato artista fu attivo per la Fabbrica del Duomo di Milano per cui realizzò la monumentale chiave di volta con il Dio Padre.

foto 3

Il 27 aprile Laura Marino si soffermerà sulle vicissitudini di alcune opere in mostra che, una volta uscite dalla bottega, giunsero in luoghi lontani anche centinaia di chilometri: nel corso dei secoli furono soggette a interventi di aggiornamenti di gusto, a riparazioni o a trasferimenti in nuove sedi, ma anche sottratte al loro contesto, come il san Teobaldo di Alba, trafugato negli anni ’80 del Novecento e recuperato nel 2014.

foto 4

L’11 maggio don Gianluca Popolla illustrerà il lavoro della Consulta Regionale per i Beni Ecclesiastici di Piemonte e Valle d’Aosta che opera attraverso gli Uffici per l’arte sacra e i beni culturali nelle sedici diocesi piemontesi e in quella di Aosta nella tutela e valorizzazione del patrimonio artistico, archivistico e librario.

foto 5

Il 18 maggio sarà il turno di Fulvio Cervini e Angelo Agostini che presenteranno i risultati delle ricerche condotte sui busti dei santi Ruffino e Venanzio provenienti dalla chiesa vecchia al Castello di Sarezzano, nei pressi di Tortona: un processo di conoscenza basato su analisi storico-artistica e indagine diagnostica in un necessario dialogo interdisciplinare finalizzato a spostare sempre in avanti il fronte della ricerca.

foto 6

Il 25 maggio a Marco Fratini sarà affidato il compito di tratteggiare, anche attraverso numerosi documenti d’archivio, la raffinata stagione dei principi d’Acaia che a inizio Quattrocento richiesero a orafi locali ricche finiture per abiti e teche per preziose reliquie, tra cui il busto di san Giovenale commissionato da Ludovico d’Acaia a Severino Dorerio per donarlo alla cattedrale di Fossano.

foto 7

L’8 giugno Simone Baiocco ripercorrerà le vicende delle committenze artistiche destinate alla collegiata di San Secondo di Asti, chiesa identitaria di una città contesa dal XV secolo e fino al 1531 tra le potenti casate dei Savoia, Paleologi, Visconti e Valois-Orlèans.

foto 8

Il ciclo di conferenze si concluderà il 22 giugno quando, in prossimità della festa di san Giovanni Battista, patrono della città di Torino, Viviana M. Vallet e Alessandra Vallet presenteranno uno dei più interessanti reliquiari del primo Quattrocento, appartenente al Tesoro della Cattedrale di Aosta: un capolavoro dell’arte orafa, in cui i tradizionali materiali preziosi dell’oro e dell’argento, per la capigliatura e la base, convivono con un innovativo trattamento pittorico sul volto del Precursore.
Informazioni
Le
conferenze si svolgeranno sulla piattaforma Zoom.
Prenotazione obbligatoria
:  0114429629; madamadidattica@fondazionetorinomusei.it
Costi: 16€ per intero ciclo di sette conferenze; 4€ per conferenza singola.

DIDASCALIA FOTO
foto 1 – Orafo piemontese o lombardo, Capo reliquiario di san Giorgio, fine XIV secolo. Argento sbalzato, cesellato, dorato; smalto traslucido; perle; paste vitree; granati. Chieri, Chiesa di San Giorgio Martire
foto 2 – Bertramino de Zuttis (documentato a Milano dal 1404 al 1434), Busto reliquiario di san Bernardo di Aosta, 1424. Argento sbalzato e cesellato, rame traforato, inciso e dorato, smalti en ronde bosse, vetri colorati (busto); ottone dorato e rame (statuette di reimpiego); legno argentato (base). Novara, Duomo
foto 3 – Orafo piemontese, Busto reliquiario di san Teobaldo, 1429-1456 (?). Argento sbalzato, cesellato e dorato; rame sbalzato e dorato; vetro. Alba, Cattedrale di San Lorenzo – © Enzo Bruno
foto 4 – Orafo vercellese, Busto reliquiario di san Pantaleone, 1387 ca. Argento sbalzato, cesellato inciso e parzialmente dorato; rame sbalzato e traforato. Vercelli, Cattedrale di Sant’Eusebio – © Davide Casazza
foto 5 – Bottega del Valais, Busto reliquiario di san Maurizio, metà XV secolo. Legno di tiglio intagliato, dipinto dorato e argentato. Bagnes, chiesa parrocchiale di Saint-Maurice
foto 6 – Severino Dorerio, documentato a Pinerolo tra 1409 e 1421, Busto reliquiario di san Giovenale, 1417. Argento sbalzato, cesellato, bulinato, traforato, parzialmente dorato; smalto traslucido; paste vitree; base in ottone dorato e legno. Fossano, Cattedrale di San Giovenale
foto 7 – Bottega lombarda, Busto reliquiario di san Secondo, 1485-1488 (per la testa) e XVIII secolo (per il busto).
Argento sbalzato, cesellato. Asti, parrocchia di San Secondo
foto 8 – Orafo piemontese, Capo reliquiario di san Bernolfo, ante 1444. Argento sbalzato, cesellato, traforato, parzialmente dorato; paste vitree. Mondovì, Cattedrale di San Donato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: