rubrica a cura di Fabrizio Capra
"Voglio dirti qualcosa" è il nuovo singolo di Patrick De Luca. “Fortuna”: il nuovo brano di Luca Di Martino. “Sogni” e “Sotto la Moon” sono i due nuovi singoli di Petross. “Trip” è il nuovo Ep di Young Corrado.

PATRICK DE LUCA
Voglio dirti qualcosa” è il nuovo singolo di Patrick De Luca, giovane e brillante cantautore e musicista italiano classe 1993, dopo un’intensa formazione musicale – che l’ha visto partecipare, tra gli altri, al C.E.T. di Mogol -, le collaborazioni con diversi artisti italiani e la pubblicazione del suo primo singolo, “Es mas grande”, torna a sfiorare i cuori degli ascoltatori con “Voglio dirti qualcosa” (Pako Music Records/Visory Records/Thaurus), il suo nuovo singolo, prodotto da Alberto Rapetti. Vocalità limpida e precisa, animo da busker e capacità di fare proprie le influenze musicali a cui attinge, sono solo tre degli elementi che rendono Patrick una delle più luminose leve del nuovo cantautorato italiano. Le sue composizioni, testi e musica, sono la fusione dei suoi ascolti, a cui aggiunge sempre, con originalità e buon gusto, la sua personalissima impronta, delicata ma profonda, un universo intimista che accarezza dolcemente l’ascoltatore, portandolo ad immergersi in atmosfere sognanti, incantate e raffinate. “Voglio dirti qualcosa” punta il focus sull’importanza dell’essere e del sentirsi grati per ciò che la vita ci regala, senza dare nulla per scontato: un abbraccio, un bacio, i momenti vissuti con le persone a cui teniamo; tutta quelle serie di semplici gesti ed attenzioni che rendono un’esistenza degna più che mai di essere vissuta e che, specialmente in questo ultimo anno, ci sono mancati, rendendoci consapevoli di cosa conta davvero nei rapporti e nella vita.

LUCA DI MARTINO
Fortuna”: il nuovo brano di Luca Di Martino. «Penso che la chitarra sia la mia vera “Fortuna”, uno strumento attraverso il quale riesco a dare vita alle mie tante idee, una fedele compagna a cui racconto tutto di me. Grazie alla chitarra ho visitato nuovi luoghi, ho conosciuto parecchi artisti, ho assaporato le loro storie ed ho cercato sempre di fare tesoro di ogni esperienza». È dedicato alla sua chitarra, ma anche allo studio, al sacrificio e alla ricerca della propria personalità artistica, il nuovo brano di Luca Di Martino intitolato Fortuna, con il video in anteprima su Sound36. Il chitarrista e compositore siciliano, a tre anni di distanza dal debutto da solista Di Istinti e di Istanti, torna con un brano al quale tiene molto, un episodio a sè che si distacca dal precedente album e inaugura un percorso nuovo, di maggiore accessibilità. Con una sorta di ideale guida d’ascolto,  Luca Di Martino sottolinea tre momenti precisi nello sviluppo di Fortuna: «Un arpeggio introduttivo, una sorta di preludio che non fornisce un’idea precisa della tonalità, quasi a simboleggiare la ricerca continua di una condizione di stabilità; nella parte centrale il brano trova la sua identità con un tema dolce e affascinante che trasporta l’ascoltatore verso uno stato di quiete e serenità; il terzo momento ripropone l’arpeggio introduttivo a sostegno di quell’idea di ricerca e di instabilità, che si conclude in un accordo sospeso, ovvero nell’intenzione di affidare tutto al caso». Il video di Fortuna è stato realizzato da FD Light Project di Flora Tarantino, «che ha saputo dare vita, attraverso il suo grande talento, ad una mia piccola riflessione sulla “Fortuna”. Tradurre in immagini un pensiero rappresenta a mio parere una grande sfida; credo che la formula vincente sia stata il suo restare in linea con la mia idea, lasciandosi guidare semplicemente dalle suggestioni evocate dalla mia musica».

PETROSS
Sogni” e “Sotto la Moon” sono i due nuovi singoli del giovanissimo artista italo giamaicano Petross (nome d’arte di Antonio Gabriel Petrosemolo), disponibili su YouTube e in digitale, pubblicati per Cabiria Record e distribuiti da Altafonte. Sogni, accompagnato dal videoclip ufficiale curato da Nino Villani, è il primo dei due singoli di questa unica release uscita il giorno della festa del papà. La scelta non è casuale: le parole chiare, certe, mature nonostante la giovane età di Petross (17 anni), dietro tanta schiettezza celano anche quel tipico senso di insicurezza degli adolescenti, di oggi in particolare. Un fiume di rime con un flow morbido e sensuale, supportato dal beat di Delta capace di sottolineare la roboante e rumorosa crescita interiore di un giovane artista, bramoso ma riflessivo, lucido e presente, come nelle parole rivolte alla madre: “Ma’, la vita è una sola, la devo sceglier bene”. La mamma è lontana, i sogni ‘condivisi con papà’ raccontano la vera vita vissuta di Petross, colmo di voglia di farcela e di rendere orgogliosi i suoi. Una rivoluzione per i giovani di oggi. Sotto la Moon, secondo singolo della raccolta, è accompagnato da un lyric video da oggi su YouTube. Il brano nasce dall’incontro di Petross con la produzione musicale di una delle pietre miliari della scena reggae italiana, Terron Fabiodei Sud Sound System, da trent’anni ambasciatori del genere in Italia. Un connubio che genera una traccia coinvolgente e originale, una canzone indie pop dall’impronta dancehall caratterizzata da un testo intimo e riflessivo che esprime il desiderio di sperimentare la vita. Una generazione di “piccoli fuori, ma dentro già grandi”.

YOUNG CORRADO
È disponibile in digitale TRIP, il nuovo Ep di Young Corrado, nome d’arte di Massimo Battistin, alle prese con un nuovo progetto discografico pubblicato per OSG Entertainment e distribuito da Believe. Dopo il debutto nel 2019 con il primo progetto Io sono, in questo nuovo Ep di 6 tracce – concepito, scritto e contestualizzato nel bel mezzo dell’isolamento e della crisi sociale del primo lockdown – Young Corrado interpreta un momento storico complicato da un punto di vista molto personale e introspettivo, raccontando un percorso emotivo che parte dal forte peso della pressione sociale e delle insicurezze, e che culmina nella musica come nuova fonte di energia e ambizione. Anticipato dal singolo Mase Gransport in collaborazione con Manesi, l’intero progetto è una metafora di questa trasformazione: nella prima parte dell’Ep è infatti percepibile il contrasto emotivo dell’artista, tra visione ed incertezze sul futuro (come in Fuori di me) e la loro interiorizzazione (Lasciami Andare). L’immagine della mazza da baseball ricorre spesso nelle immagini curate da Omar Breda che supportano il progetto: dal brano Fenomenoa 24, questa diventa una mazza chiodata, non come simbolo di violenza, bensì della capacità di sfruttare e far proprie le difficoltà e le incertezze, rappresentate dai chiodi, per canalizzarle verso una visione ancora più profonda e consapevole del proprio percorso. L’Ep alterna le sonorità della trap, che aprono il progetto in linea con il mood dell’artista, a rime colme di significato e di urgenza: lungo le sei tracce, il ritmo e il tappeto sonoro seguiranno l’evoluzione degli eventi. Nel corso del progetto le melodie si fanno via via meno rigide, i testi si arricchiscono di strofe più cantate e consapevoli, dimostrando anche la grande versatilità di Young Corrado nella scrittura e nella performance sul diverso stile di ogni brano.  Un progetto completo e maturo da due diversi punti di vista: quello personale, che ha riportato l’artista a una nuova fiducia in se stesso e nell’importanza di fare del proprio meglio per superare le situazioni difficili, ma anche quello musicale, che ha permesso a Young Corrado di confrontarsi con le diverse sfaccettature della propria musica e di interpretarle al meglio per trasmettere un messaggio forte alla sua generazione.