Riceviamo e pubblichiamo
Nel contesto della mostra “Frida Kahlo. Il caos dentro” allestita presso la Fabbrica del Vapore di Milano, il Consolato Generale del Messico a Milano con la collaborazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e l’Instituto Cervantes di Milano, presenta la conferenza “Dipingo i fiori per non farli morire”. L’eredità di Frida Kahlo a cura della professoressa Ana María González Luna.

Nel contesto della mostra multidisciplinaria “Frida Kahlo. Il caos dentro” che si presenta attualmente presso la Fabbrica del Vapore di Milano, il Consolato Generale del Messico a Milano con la collaborazione dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca e l’Instituto Cervantes di Milano, presenta la conferenza magistrale virtuale in italiano: “Dipingo i fiori per non farli morire”. L’eredità di Frida Kahlo a cura della professoressa Ana María González Luna.
La conferenza avrà luogo martedì 23 febbraio alle ore 16:30 in Italia su Zoom. L’accesso alla stessa è gratuito previa compilazione del registro su: https://forms.gle/TjEaMmxMjc3Gf2XK7
Il nome Frida Kahlo è un referente dell’arte e la cultura del Messico che forma parte del suo immaginario nazionale. Frida Kahlo è diventata una figura mediatica e un emblema rivendicato da diversi movimenti sociali, come quello della diversità sessuale, il femminismo e le persone con disabilità, non solo per il suo lavoro artistico ma per la sua vita intensa, il lavoro e la difesa dei suoi ideali, otre che un’icona della cultura messicana in Italia. Durante la conferenza si affronteranno diversi argomenti intorno il lascito di Frida Kahlo, visto dalla prospettiva del nuovo millennio che si apre come un ventaglio di esperienze culturali, artistiche e personali tutt’ora presenti e che hanno superato i confini geografici e temporali.

Ana María González Luna C.
Nata a Guadalajara, in Messico, Ana María González Luna C. è professoressa di Lingua e Cultura Spagnola presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca. Si occupa di storia e memoria nelle letterature ispanoamericane dal secolo XIX al XXI, con particolare attenzione al Messico. Tra le sue pubblicazioni: La búsqueda de los cuerpos como insurgencia cívica: los desaparecidos en México (2020); Exilio y memoria en "Shakespeare Palace" de Ida Vitale (2020); Sobrevivientes y desaparecidos. Los migrantes en las crónicas de Marcela Turati y Oscar Martínez (2019); Del Modernismo al Ateneo de la Juventud: una renovación cultural a través de los textos de Pedro Henríquez Ureña y de Alfonso Reyes (2012); Una amistad sin sombras. Correspondencia entre Manuel Gómez Morin y Efraín González Luna (2010); Dalla Lombardia al Messico: Massimiliano d’Austria tra letteratura e storia (2010).