rubrica a cura di Fabrizio
Le Zampe di Zoe pubblicano "Casa". Da oggi, venerdì 19 febbraio, è disponibile in digitale “I'm Not Going Back” di Kina. Esce in digitale “Storia di Tich” il nuovo album di inediti del cantautore Andrea Tich. “Teenage Disease”, è uscito il nuovo disco dei FuoriUso.

LE ZAMPE DI ZOE
Disponibile l’esordio discografico del duo bolognese prodotto nell’ambito del progetto Trasporti Eccezionali. Dopo il demo “Cinema Lumiere” e anticipato dal singolo “Sacchetto per il vomito”, è disponibile da oggi – venerdì 19 febbraio – su tutte le piattaforme digitali “Casa“, l’Ep d’esordio de Le Zampe di Zoe, duo bolognese selezionati dal progetto Trasporti Eccezionali.  Un debutto sì ma incredibilmente maturo. Un lavoro complesso, ricco di sfumature e che dipinge su di una variegata tavolozza sonora. Un album che non accetta compromessi con le mode musicali del momento, ma che al tempo stesso risulta assolutamente attuale. Cinque canzoni in grado di affrontare temi profondi e delicati, con una leggerezza di fondo quasi “inquietante”. Un mix di sensazioni opposte e contrastanti che riescono nel non banale e semplice compito di far sorridere e far riflettere al tempo stesso. “Casa” è un ermetico insieme di ricordi e sensazioni che si fondono nell’insieme di quattro mura immaginarie. “Casa”, per l’appunto, non è il luogo fisico in cui viviamo, né la pelle che racchiude l’anima; almeno non prese singolarmente. “Casa” sono tutte le nostre scelte, le persone che incontriamo e decidiamo di vivere, le esperienze che ci ingrassano la coscienza, le sconfitte che ci oliano gli ingranaggi sociali. “Sacchetto per il Vomito”, “Thiene”, “Casa”, “Pia” e “Portogallo” sono cinque piccole stanze situate all’interno di due case: Elisa ed Edoardo, ovvero Le Zampe di Zoe.

Press Photo high res

KINA
Da oggi, venerdì 19 febbraio, è disponibile in digitale “I’m Not Going Back” il nuovo singolo del giovane produttore da oltre 5 miliardi di stream KINA in collaborazione con il cantante di Nashville MOKITA! Il brano unisce la voce unica e potente di Mokita con i beat Lo-Fi caratteristici di KINA. Da oggi online al seguente link anche il lyric video del singolo. «Ho scoperto Mokita ascoltando musica in riproduzione casuale su Spotify – racconta KINA a proposito della loro collaborazione – Mi ricordo quando è partita “Colorblind’, ero strabiliato e l’ho ascoltata in loop per un sacco di tempo, così ho sentito il bisogno di fare una canzone con lui… ed ora eccoci qua con “I’m Not Going Back”. Abbiamo lavorato a distanza a causa della situazione Covid (e perché io al momento vivo a Lisbona, mentre lui in America), il brano è nato in un momento particolarmente difficile ma anche stimolante della mia vita. Sono così felice del risultato finale semplicemente perché rappresenta completamente il mio stato d’animo durante quel periodo.».  «I’m Not Going Back è una di quelle canzoni che ho scritto molto velocemente, in circa 15 minuti – aggiunge MOKITA – Ho scritto delle battaglie contro le dipendenze e di quanto sia più semplice nutrirle che lavorare ad una relazione sana. Sono sobrio da quasi 2 anni ormai, e ricordo la mattina in cui mi sono svegliato e ho capito di avercela fatta… continuavo a ripetermi quello che è il titolo della canzone, “I’m not going back”. Penso che questo si possa applicare a tantissime cose che non ci fanno bene. Dobbiamo riguardarci dai nostri demoni e dalle nostre dipendenze, cercando di ricordare sempre perché ce ne siamo allontanati. Sono fan di Kina da un po’, quindi quando mi ha contattato per questa canzone è stato un gioco da ragazzi. Sono entusiasta che finalmente tutti possano ascoltarla e grato che Kina abbia voluto lavorare insieme a me su questo progetto».

ph Marzia Di Legge Benigna

ANDREA TICH
Oggi, venerdì 19 febbraio, esce in digitale “Storia di Tich” (Freecom / ZDB), il nuovo album di inediti del cantautore Andrea Tich (le versioni cd e vinile special packaging, picture disc & gadgets saranno disponibili in primavera). “Storia di Tich” è un disco fatto di tappeti sonori in cui l’alter ego Tich si racconta con maturità e consapevolezza. Compagni di viaggio in questo itinerario onirico fatto di reminiscenze sono la MAGISTER ESPRESSO ORCHESTRA, il musicista e scrittore ALESSANDRO SBROGIÒ e il fedele collaboratore CLAUDIO PANARELLO. «Da tempo volevo registrare un album in cui le canzoni fossero legate l’una all’altra, come i giorni, i mesi, gli anni che mi hanno portato fino qui – afferma Andrea Tich – Un viaggio a ritroso nelle visioni, sapori, odori e sensazioni che ho sotto la pelle». Questa la tracklist di “Storia di Tich”: “Viaggiare”, “Il mio acquario”, “La finestra”, “I sogni”, “Questo angolo di mondo”, “Megavita Megamore”, “Racconto in treno”, “Sotto un albero”, “Meduse in amore (il canto)”, “Pensa se noi avessimo le ali”, “Riavremo le ali” (bonus track cd version). “Megavita Megamore”, il nuovo singolo da oggi in radio, è una ballad che, con flashback visivi e astratti, ripercorre il passato del cantautore. Il video, diretto da Jacopo Tich e visibile al seguente link, è l’espressione di come i ricordi, le attese, i sogni e l’inconsapevolezza che abbiamo vissuto ci facciano continuare a credere che ci sia un futuro florido. Le immagini, con la loro patina tipica degli anni ’70 nonché degli stessi anni del debutto del cantautore, riprendono parte della registrazione del brano in studio e mostrano i processi di making of di tutto il disco insieme alle persone coinvolte nel progetto.

FUORIUSO
Teenage Disease
, è uscito il nuovo disco dei FuoriUso. Dopo alcune anticipazioni nelle scorse settimane, è finalmente disponibile da oggi Teenage Disease, il nuovo album pubblicato a marchio Volcano Records & Promotion dei FuoriUso, storica band attiva dalla metà degli anni Novanta che nel tempo, partendo dalla Provincia di Bergamo, ha saputo guadagnarsi una solida reputazione nella scena punk alternative con una produzione sempre di spessore e tanta gavetta live e concerti al fianco di Hanoi Rocks, The Quireboys, Adam Bomb, Extrema e Punkreas. Il nuovo disco disponibile in formato digitale su tutte le piattaforme online e streaming, è stato definito dalla band come “un autoritratto hard rock su una tela glam punk” e non potrà che raccogliere entusiasmo e gradimento nel pubblico rock italico e non solo.