rubrica a cura di Fabrizio Capra
Il 26 marco esce il nuovo album di inediti dei Tazenda. Domani esce “Life” di Fabrizio Paterlini. Canio Loguercio è fuori con il video della rivisitazione del brano “Quando vedrete il mio caro amore”. “Talking Gold” è il nuovo singolo dei Strubborn Heart.
foto Sergio Fusar Imperatore

TAZENDA
Venerdì 26 marzo esce in fisico e in digitale “Antìstasis”, il nuovo album di inediti dei Tazenda. È attivo il pre-save e il pre-order della versione digitale https://backl.ink/144245681 e del formato CD sul sito ufficiale www.tazenda.it/prodotto/antistasis. “Antìstasis” (dal greco classico “resistenza”) è un disco che incontra tradizione e innovazione, in cui si raccontano storie di vita comune tra debolezze, paure e speranze riposte nel futuro. 11 brani inediti, in lingua sardo-logudorese e italiano, in cui si fondono il desiderio di esplorazione, l’attenzione di produzioni moderne e la ricerca della semplicità stilistica e vocale. Questa la tracklist di “Antìstasis“Coro”, “La ricerca del tempo perduto”, “Ammajos”, “Splenda”, “A nos bier”, “Essere magnifico (feat. Black Soul Gospel Choir)”, “Dolore dolcissimo”, “Tempesta mistica”, “Dentro le parole”, “Innos (feat. Bertas)”, “Oro e cristallo (feat. Matteo Desole)”, “A nos bier (alternative version re-produced by jxmmyvis)”. Dalla loro formazione nel 1988, i Tazenda hanno pubblicato 19 album (“Antìstasis”  sarà il loro 20°) tra live, raccolte e studio. Già dal primo e omonimo album, la band rock etnica mostra il loro marchio di fabbrica: un sound unico che fonde gli strumenti musicali della tradizione sarda insieme alle chitarre elettriche.

foto Ray Tarantino

FABRIZIO PATERLINI
Domani, venerdì 19 febbraio, esce in streaming e in digitale “LIFE” (Memory Recordings/licenza esclusiva Believe), il nuovo EP del pianista e compositore mantovano Fabrizio Paterlini, che con oltre 100 milioni di stream nel mondo e 600 mila ascoltatori mensili su Spotify ha portato la musica classica Made in Italy in tutto il mondo, arrivando a conquistare anche Hollywood! Scritto e prodotto da Fabrizio Paterlini, “LIFE” è un EP di 6 tracce dalle atmosfere sognanti e malinconiche,  che riflettono la dimensione più intima dell’universo musicale dell’artista. L’EP rappresenta la prima parte di un progetto discografico più ampio, “LifeBlood”, che vedrà la luce in primavera. «LIFE è una suite di sei intimi brani per pianoforte solo, composti tra il 2019 e il 2020 – dichiara Fabrizio Paterlini – Alcuni di essi sono stati scritti mentre ero in tour: la traccia di apertura, “Solitude”, è in realtà un’improvvisazione che ha trovato la sua forma finale mentre ero ad Utrecht, nei Paesi Bassi, mentre “White Forest” è stata ispirata dalla bellezza della città russa di Kazan. Tutta la musica è stata originariamente composta e registrata nel mio studio di casa, sul mio pianoforte verticale feltrato, ma volevo registrare la versione finale di questi brani su un pianoforte a coda, come faccio di solito. Così ho deciso di mettere il feltro ancora una volta al pianoforte a coda come nel mio ultimo progetto “Transitions”: il suono potente del pianoforte a coda diventa improvvisamente morbido, intimo e fragile e, per me, è una gioia da ascoltare». Vera e propria eccellenza italiana e artista orgogliosamente indipendente, Fabrizio Paterlini ha portato la sua musica in tutto il mondo, raggiungendo persino Hollywood.

foto Marcello Merenda

CANIO LOGUERCIO
Da oggi, giovedì 18 febbraio, è online il video di “Quando vedrete il mio caro amore”, rivisitazione di Canio Loguercio, cantato insieme a Monica Demuru, del brano portato al successo da Donatella Moretti nel 1963. La canzone è contenuta nell’ultimo album del cantautore “Ci stiamo preparando al meglio” (Squilibri Editore), disponibile in formato cd nei negozi tradizionali e negli store digitali. Il videoclip, per la regia di Alessandro Scippa, inizia con l’attrice Sonia Bergamasco che legge i versi di “Deposto il nome”, una poesia di Maria Grazia Calandrone. Parole che raccontano la vita della poetessa, nata nel 1965 da un amore ritenuto allora adulterino, in un periodo in cui non esisteva ancora il divorzio e il codice penale contemplava il reato di “abbandono del tetto coniugale”. A seguire, scorrono le immagini dell’Italia degli anni ‘60 e ‘70 fornite dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico: ad emergere è un inequivocabile ritratto delle ansie di emancipazione e liberazione generazionale, sulle note di una canzone apparentemente d’evasione. Il video del brano è visibile al seguente link. La versione originale di “Quando vedrete il mio caro amore” è parte del concept album “Diario di una sedicenne” di Daniela Moretti, scritto da Loredana Ognibene, che racconta i pensieri e gli amori di una ragazza adolescente (in copertina era raffigurata l’attrice Valeria Ciangottini). Il brano parla di una storia d’amore fragile e sofferta, affidata ad una melodia semplice, esaltata dall’arrangiamento di Ennio Morricone. «Nel riproporre questo brano – afferma Canio Loguercio – ho cercato di mantenere intatta tutta la sua forza espressiva e la sua grandissima potenza evocativa per lasciare affiorare la nostalgia di un sentimento che pervade tutta la canzone, attraverso un misurato gioco di equilibri, grazie anche alla splendida voce di Monica Demuru, alla tromba di Luca De Carlo e al meticoloso lavoro nell’arrangiamento di Rocco Petruzzi».

STUBBORN HEART
Tra i migliori rappresentanti del nuovo filone elecrtro-soul britannico dal songwriting potente e diretto pubblicando oggi “Talking Gold”. Il primo nuovo singolo tratto da “Made of static”, il nuovo album in arrivo il 4 giugno. (On little independent records/Bertus). A otto anni di distanza da ‘Stubborn Heart’, il disco di debutto ampiamente accolto dai media musicali, Luca Santucci e Ben Fitzgerald annunciano l’atteso ritorno con ‘Made of Static’, dieci nuove tracce tra electro-soul, songwriting introspettivo ed infauste e meditative linee di synth. Dubstep e soul, house e garage anni ’90 accompagnati dalla voce di Luca Santucci, il cui timbro vocale acuto, intenso ed ipnotico, è paragonabile a quello di Thom Yorke. In questi anni di silenzio, Santucci ha collaborato con artisti di casa XL e Warp, tra cui Plaid e Soulwax. C’è un’onesta semplicità in cui Stubborn Heart (il cui nome deriva dal titolo di un vecchio brano norther soul di The Sheppards) creano, con testi immediati e diretti il cui obiettivo è di catturare un sentimento piuttosto che emularne uno. ‘Talking Gold’, la prima anticipazione tratta da Made of Static’, pulsa di atmosfere e ritmi elettronici. In arrivo il 4 giugno, Made of Static’ è stato interamente scritto, suonato e mixato da Stubborn Heart. Con l’omonimo album (2012, One Little Independent Records) Stubborn Heart hanno conquistato Pitchfork, NME ed i media inglesi, nonché Gilles Peterson (che ha nominato il disco ai Worldwide Awards del 2012) e Rough Trade, che ha posizionato il debutto tra le 20 migliori release dell’anno.