rubrica a cura di Fabrizio Capra
“Amarsi è un miracolo” il nuovo singolo di Alberto Urso. “Anxious” anticipa l’album di debutto di Dennis Lloyd che uscirà a fine anno. “Strappi Sui Jeans” è il singolo che inaugura il nuovo percorso musicale di Dasty Dafreak. Uscito il singolo e il videoclip di “Mangiafuoco” nuovo brano della band siciliana Tintinnabula.

ALBERTO URSO
Alberto Urso
 torna con un nuovo singolo, “Amarsi è un Miracolo”, dal 12 febbraio su tutte le piattaforme digitali su etichetta Polydor/Universal Music. Il brano è una ballata scritta da Alberto insieme a Daniele Coro e Diego Mancino. La produzione è di  Daniele Coro. “Amarsi è un miracolo” è disponibile da oggi in pre order e in presave su spotify  (clicca qui). “Amarsi è un Miracolo” parla della forza dell’amore che supera sempre ogni avversità, “Ci sono dei momenti nella vita in cui devi fare delle scelte importanti e il più delle volte difficili che ti portano ad allontanarti dalla persona che ami – racconta Alberto – Se però è vero amore, quando si torna, tutto magicamente ricomincia come se non ci si fosse mai separati”. Alberto la  interpreta con la sua voce potente e unica, capace a  trasmettere come sempre forti emozioni. Con il brano inedito Urso apre il nuovo anno dopo la partecipazione a dicembre, come ospite, al musical di Natale di Katherine Jenkins, registrato alla Royal Albert Hall di Londra. L’evento ha chiuso il 2020, un anno proficuo per Alberto che lo ha visto in gara a Sanremo, pubblicare la nuova versione dell’ album “Il Sole Ad Est” e collaborare con la star della music classica gallese. In particolare la collaborazione con la Jenkins  è nata nell’estate scorsa quando Katherine lo ha invitato a duettare nel singolo “Cinema Paradiso”, title track del suo ultimo album, dedicato ai temi più celebri del cinema internazionale. Alberto Urso, tenore, polistrumentista, classe 1997, è nato a Messina. 

DENNYS LLOYD
Da venerdì 12 febbraio entrerà in rotazione radiofonica “Anxious” (Arista Records/Sony Music), il nuovo singolo, già disponibile in digitale, dell’artista multiplatino nato e cresciuto a Tel Aviv Dennys Lloyd. È online il video del brano. “Anxious” anticipa l’album di debutto di Dennis Lloyd che uscirà a fine anno. Il singolo racconta il “periodo più buio della sua vita”, che portò l’artista a una grave depressione. Dennis ha dichiarato: «È stata la prima volta che ho avuto un attacco di panico. La mia testa girava, il cuore batteva all’impazzata. Mi sentivo come se il mondo mi stesse crollando addosso, ma alla fine era tutto solo nella mia testa. È stato un periodo orribile». In questo nuovo singolo, Lloyd è vulnerabile e diretto, racconta la fatica di lottare contro ansia, depressione e solitudine. Dennis Lloyd ha pubblicato nel 2019 il suo EP di debutto “Exident”, che ha superato un miliardo di strams sulle piattaforme digitali. Il singolo “Never go back” è entrato nella classifica “Today’s Top Hits” di Spotify il giorno stesso della sua uscita.

DASTY DAFREAK
Strappi Sui Jeans” è il singolo che inaugura il nuovo percorso musicale di Dasty Dafreak. “Più di una volta ho detto che il pop punk è il genere con cui sono cresciuto tutt’ora influenza il mio processo di scrittura” sostiene il giovane cantautore. La nuova wave internazionale, che vede in Machine Gun Kelly il suo miglior rappresentante, si ravvisa nel brano “Strappi sui Jeans”. Dasty Dafreak entra con questo primo singolo a far parte della nuova scena italiana di artisti che si muovono agilmente in territori musicali tra la trap e l’emo, attraverso chitarre elettriche e ritmiche punk rock. Gabriele Verderio, in arte Dasty Dafreak, nasce nella periferia milanese nel 1994. Inizia il suo percorso musicale come solista nel 2010, scrivendo testi e approcciandosi al mondo della musica rap. Solo qualche anno più tardi decide di dare una svolta più rock al suo percorso  musicale, orientando i suoi progetti verso un genere come il POP-PUNK, con cui è cresciuto e che ha sempre avuto grande rilevanza nella sua vita e nel suo bagaglio artistico. Anche nei confronti della nuova wave, sebbene il suo continui ad essere un progetto solista, ha la fortuna di collaborare con musicisti ed esperti molto preparati nel settore (es. Andrea RockNeroArgentoAndrea GargioniGianluca Veronal), persone grazie alle quali riesce a migliorarsi e proporre musica di qualità sempre più elevata. Il riferimento artistico di Dasty è sicuramente il Pop-Punk dei ’90, con gruppi come i Blink-182, Green Day, NOFX e My Chemical Romance. Negli ultimi due anni ha pubblicato, tra YouTube e Spotify, circa 10 singoli. Gli ultimi 3 brani (Black RoseFreak Show 1Poppunk!) sono sicuramente i più importanti; tutti prodotti da NeroArgento, sono quelli che definiscono meglio la “reale” linea musicale che Dasty vuole portare avanti anche in futuro. L’ultimo singolo uscito su tutti i Digital Store e su YouTube è “1POPPUNK!”, prima collaborazione tra Dasty e Sorry Mom!, che ad oggi ha superato i 50K ascolti su Spotify. Recentemente Dasty ha lavorato in Attitude Studio a Milano sui nuovi brani in uscita a partire da gennaio 2021.

TINTINNABULA
Usciti in contemporanea il singolo (ascolta qui) e il videoclip (guarda qui) dei  “Mangiafuoco”, il nuovo brano dei Tintinnabula, band siciliana composta da Nino Leone (voce), Peppe Calandrino (chitarra), Gianni Giacalone (tastiere), Giuseppe Giacalone (basso)e Gaetano Denaro (batteria). La band fornisce la chiave di lettura del brano attraverso il videoclip, diretto da Salvino Martinciglio (in collaborazione con Teatro Equestre EQUUS di Giuseppe Cimarosa e TLS Service)uscito in contemporanea al singolo. Nel video viene rappresentato l’ultimo atto della tragedia del personaggio, il suo viaggio da una sponda del mondo reale all’immondo che lo attende. Mangiafuoco non può sottrarsi al viaggio, al passaggio obbligato, divenendo alla fine un tutt’uno con il circo diabolico che egli stesso ha forgiato. L’autore del brano è Antonino Leone, composto dai Tintinnabula. Registrato al PureSound di Giuseppe Denaro – Mazara del Vallo (Tp). Il Mix & Mastering sono a cura di Angelo Emanuele Buccolieri. Al brano ha partecipato Giuseppe Cataldo al violino.