Visualizza articoli

di Donatella Pinna
Ospitiamo una bellissima e sentita riflessione di Donatella Pinna sull’essere nonni, una riflessione che scaturisce dal fatto di essere diventata nonna da pochi mesi.

Gli inglesi li chiamano “Grandparents”, grandi genitori, lo stesso termine lo usano i tedeschi: GroSeltern.
In Italia li chiamiamo NONNI.

Sono appunto dei genitori, ma con un qualcosa in più, sono un binomio di amore, è l’amore per i figli a cui si somma l’amore per i nipoti.
Sono diventata nonna da pochi mesi e dal primo attimo che ho visto il suo visino, le sue minuscole mani, i suoi occhi puri, ho capito cosa intendessero coloro che mi dicevano “vedrai sarà un affetto speciale quello che proverai per i nipoti”.
È un amore profondo, quasi irrazionale, sarà la maturità degli anni o forse sarà la sovrapposizione di affetti, da madre a nonna, che mi fa sentire l’amore per la mia nipotina un sentimento viscerale.
I nonni sono le radici di ogni famiglia, sono il legame con il passato, l’archivio degli affetti.

L’esperienza, la maturità, sono la biblioteca della vita che ogni nonno trasmette ai suoi nipoti, i loro consigli scaturiscono da esperienze vissute con i propri figli ed è per questo motivo che riescono a comprendere le problematiche dei giovani. Non si impara a fare i nonni, non esistono scuole di specializzazioni, si impara giorno per giorno, non si può neppure fare riferimento ai nostri nonni, a quando eravamo noi nipoti, sono cambiate troppe cose, la società è cambiata, la vita stessa ha assunto altri ritmi.
I nonni di oggi sono più longevi dei loro predecessori, sono più attivi, hanno più vigore e quindi un approccio molto simile a quello dei genitori, ma con più esperienza e più pazienza.

Non ho potuto ancora assaporare la vita da nonna, per adesso posso riversare solo tanto amore alla mia nipotina e di riflesso ai suoi genitori, quello che però posso sostenere con certezza è che, finché il Signore mi darà la forza, io porterò per mano la mia nipotina sulla strada della vita, il mio amore l’aiuterà a superare gli ostacoli della vita, la consolerò quando piangerà, con lei riderò, saremo amiche, confidenti, andremo a teatro, al cinema, ci tufferemo nelle onde del mare, insieme assaporeremo i profumi della montagna, gli insegnerò il rispetto per il prossimo e l’amore per gli animali.
Cara nipotina, i tuoi genitori ti aiuteranno a crescere, io invece spero di poterti accompagnare a scoprire la vita.