Riceviamo e pubblichiamo
Domani, giovedì 14 gennaio, sui canali Rai possiamo vedere: a “Passato e Presente” protagonista Alberto Sordi. Seconda puntata della serie “The Sense of Beauty. Alessandro Barbero ad “a.C.d.C.” introduce Gutenberg e la rivoluzione della stampa.

A “Passato e Presente” Alberto Sordi: il ritratto dell’uomo “comune”
Il 15 giugno di cento anni fa, a Trastevere, nel cuore di Roma, nasceva l’italiano per eccellenza: Alberto Sordi. Sin dai suoi esordi in teatro e alla radio, l’attore, regista, doppiatore, autore, ha portato alla ribalta l’uomo comune, coi suoi tanti vizi e le sue poche virtù, colto nella sua prosaica autenticità. Ad Alberto Sordi, l’italiano, è dedicato “Passato e Presente”, in onda giovedì 14 gennaio alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia. In studio, con Paolo Mieli, la professoressa Barbara Bracco. Nella sua lunghissima carriera cinematografica, che conta quasi duecento film, Alberto Sordi ha dato vita a personaggi che hanno raccontato l’Italia uscita dal secondo conflitto mondiale, alle prese con la ricostruzione e poi col miracolo economico, fino alla crisi degli anni Settanta. Ancora oggi, il suo contributo alla costruzione della maschera dell’italiano resta indelebile nella memoria collettiva. 

The Sense of Beauty: un atlante della bellezza
La bellezza è negli occhi di chi guarda: in un viaggio intorno al mondo, l’attore, comico e scrittore Domenico Frisby va alla scoperta delle diverse forme e concezioni del bello nel secondo episodio della serie “The Sense of Beauty”, in onda giovedì 14 gennaio alle 20.30 su Rai5. L’episodio parte da Venezia per arrivare in Oriente, fino alla terra del Sol Levante. Dalla pittura Orientalista, con le sue atmosfere esotiche, alla prima geisha occidentale. Dalla Venere di Botticelli in versione asiatica all’Hanami, la contemplazione dei ciliegi in fiore. Per scoprire che la bellezza, in fondo, è allo stesso tempo diversa e simile, così come la stessa umanità.

“a.C.d.C” e Gutenberg: la rivoluzione della stampa
Johannes Gutenberg e la nascita della stampa moderna: l’avventura tecnologica e imprenditoriale di un uomo che con la sua invenzione ha cambiato il mondo è al centro di “Gutenberg e la rivoluzione della stampa”, in onda in prima visione giovedì 14 gennaio alle 21.10 su Rai Storia per “a.C.d.C.” con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. L’orafo e imprenditore tedesco Johannes Gutenberg ha impegnato tutte le sue risorse e la sua rete di contatti per realizzare un’invenzione rivoluzionaria: la stampa con caratteri tipografici mobili, singole lettere componibili in parole, frasi, righe e pagine. Il contributo di storici del libro e dell’editoria, gli archivi giudiziari e notarili, l’analisi approfondita dei primissimi libri stampati con la nuova tecnica hanno permesso di ricostruire i momenti più significativi della vita di Gutenberg, un uomo tenace ed intraprendente, ricercatore dedicato e scaltro affarista, capace non solo di concepire un intero processo industriale, ma anche di trovare soci, finanziamenti e formule commerciali innovative per lo sviluppo della sua rivoluzionaria invenzione.