di Roberta Pelizer

Finalmente questo pessimo 2020 è giunto alla fine e tirando le somme devo tristemente constatare che è stato il peggiore della mia vita sotto tutti punti di vista.
In tutti questi mesi di lotta a 360 gradi ho avuto modo di imparare tante cose, di riflettere e confrontarmi con me stessa.
Questa è una cosa che ho fatto raramente ma che sicuramente prenderò come abitudine di guardarmi un pochettino più allo specchio e “parlarmi” in tutta onestà.
Ho le idee molto chiare su quello che voglio da questo 2021 e sicuramente anche dagli anni che verranno ma, soprattutto, su quello che non voglio.
Non voglio più cadere in errori di sottovalutazione riguardo ad eventi e persone.
Voglio seguire il mio istinto (che non si sbaglia mai) e mettere un po’ in tutto una manciata di sano egoismo perché ho ricominciato a volermi bene e per bene intendo a rispettarmi in maniera seria.
Quindi auguro a me stessa una vera e propria rinascita da queste macerie del 2020, macerie sulle quali costruirò con basi, molto solide, un futuro completamente nuovo e terrò uno sguardo al passato ma solo per ricordarmi dove ho sbagliato per non commettere più gli stessi errori.
Allora benvenuto anno nuovo con una nuova Roberta.