a cura della Redazione
Il nostro corpo ha bisogno di depurarsi in particolar modo dopo periodi in cui si rischia di eccedere nel cibo e nel bere. Ecco che il carciofo ci viene in soccorso anche per la preparazione di tisane depurative.

Il carciofo, normalmente, esplica nei confronti del nostro corpo una funzione depurativa e rimineralizzante apportando potassio e sali di ferro, favorendo la diuresi e la secrezione biliare per via della cinarina.
Se al carciofo abbiniamo nella preparazione della tisana erbe carminative e sgonfianti potremo ottenere un’azione ancora più efficace.
Tre le tipologie di tisana depurativa a base di carciofo.
La prima composta esclusivamente di foglie di carciofo, amara ma efficace per depurare il nostro organismo.
La seconda a base di carciofo e finocchio per un’azione sgonfiante e carminativa.
La terza vede al carciofo (30 grammi) l’aggiunta di cicoria radice (15 grammi), un pezzetto di radice di liquirizia, qualche foglia di menta piperita e melissa.
La preparazione è uguale per tutte e tre.

Far bollire una tazza d’acqua, spegnere il fuoco e lasciare in infusione per un quarto d’ora circa.
Completata l’infusione filtrare il tutto e la nostra tisana è pronta da bere, naturalmente a piccoli sorsi.
Se mal si sopporta il gusto amaro tipico del carciofo, anche se si sconsiglia di dolcificare la tisana, si può aggiungere poco miele di acacia che al miglior sapore aggiunge una maggiore veicolazione, nel nostro organismo, degli effetti che si vogliono ottenere.
La tisana va bevuta a digiuno al mattino e la sera prima di coricarsi.
La proprietà sono, principalmente, quelle diuretiche, rimineralizzanti e stimolanti
.
Consigliamo prima di assumere queste tisane, come del resto qualsiasi preparato naturale, di consultare il proprio medico curante per evitare problemi legati a patologie che vedono i prodotti utilizzati dannosi al nostro benessere.