La Capra Enoica (Fabrizio Capra)
Oggi per la rubrica vi proponiamo alcuni vini capaci di esaltare, in campo enologico, il Made in Italy, ottime proposte per le prossime festività, sia per regali sia per brindare rispettando le norme dettate dall’emergenza sanitaria.

Castello di Meleto
La nuova veste di un Chianti Classico che guarda al passato
Per il Natale 2020 Castello di Meleto torna alle origini. Il Chianti Classico Riserva 2017 si presenta in una veste inedita con una nuova etichetta, un omaggio a quella della prima bottiglia di Chianti Classico, prodotta nel 1968: una stampa storica che ritrae il Castello in tutta la sua potenza e che riporta la data della prima citazione scritta del Castello, il 1256. Il colore è il “verde Meleto”, quello della sala simbolo del Castello, la sala della Mappa, con le sue pareti verdi e l’affresco dell’area storica del Chianti Classico, dove si trovano i territori di Castello di Meleto. Disponibile in un elegante cofanetto, questo grande rosso dal colore rubino con riflessi tendenti al granato affina in botte per 21/24 mesi, per metà in rovere di Slavonia da 30hL e per l’altra metà in rovere francese da 50 hL. In bocca pieno, complesso e persistente con tannini morbidi è il compagno ideale per i grandi piatti delle feste a base di carne e selvaggina.
www.castellodimeleto.it

Giusti Wine
Una sinfonia di bollicine dal Montello
Quest’anno la cantina Giusti Wine brinda al Natale con una selezione di bollicine speciali. In un’elegante confezione arrivano tre delle eccellenze della casa di Nervesa della Battaglia (TV) per accompagnare le giornate di festa. Si comincia con l’aperitivo, con l’Asolo Prosecco Superiore Docg Brut: di buona acidità e gusto fresco, i sentori intensi e fruttati con note di mela acerba e limone lo rendono perfetto anche a tutto pasto. E il Prosecco Superiore Docg nella sua versione Extra Brut, il re dei Prosecchi della cantina di Nervosa della Battaglia; dalle migliori uve Glera della tenuta Aria Valentina, sul versante sud-est del Montello, il suo gusto fine e pulito e i sentori intensi e fruttuosi ne fanno il compagno ideale di crutidé di pesce, fritto di crostacei e molluschi, ma anche di cicchetti veneziani, spaghettini allo scoglio, formaggi caprini o vaccini cremosi e freschi. Per il brindisi di fine pasto, l’Asolo Prosecco Superiore Docg Extra Dry: uno spumante simbolo del territorio, strutturato e sapido con note intense e fruttate di mela Golden e limone, sempre all’altezza delle occasioni più importanti.
www.giustiwine.com

Merotto
Un Cartizze che pensa in grande

In edizione limitatissima in occasione del Natale, Merotto presenta uno dei suoi vini più rappresentativi in un formato speciale. Dall’omonimo cru in località Santo Stefano, il Prosecco Superiore di Cartizze DOCG è disponibile nel formato Jéroboam (3 litri) in un’elegante cassetta di legno singola. Massima espressione del Prosecco, al naso porta note di pesca bianca matura, pesca, sentori spiccati di gelsomino che lo rendono perfetto con dolci alla frutta e pasticceria secca. Fruttato, aromatico e avvolgente, ben si presta come raffinatissimo aperitivo, per brindisi indimenticabili.
www.merotto.it

Castello Bonomi
Tutta l’eleganza del Franciacorta

L’eleganza inconfondibile della Franciacorta. È un Natale all’insegna delle bollicine quello firmato Castello Bonomi: in un elegante cofanetto di legno le pregiate Riserve si accompagnano al Satèn e ai Dosaggio Zero della cantina di Coccaglio. Il regalo perfetto per accompagnare le giornate di festa, dall’aperitivo al dessert.
www.castellobonomi.it

Enrico Serafino
Enrico Serafino “parte da Zero”

Il Natale di Enrico Serafino porta in dono una selezione di bollicine per veri intenditori. In un elegante cofanetto di legno fanno bella mostra di sé le eccellenze dell’Alta Langa della casa di Canale d’Alba, la più antica del Roero: l’Alta Langa Zero Riserva PasDosé 2011, l’Alta Langa Zero Riserva PasDosé 2012 e l’Alta Langa Zero Riserva PasDosé 2013. Tre diverse espressioni del vino di punta di Enrico Serafino, rese uniche nel loro genere dalla scelta del dosaggio zero e della sboccatura tardiva. Il perlage fine e persistente, i profumi che ricordano fiori di tiglio, miele, frutta bianca matura, agrumi e crosta di pane ne fanno l’abbinamento ideale a crostacei ed aperitivi. Da sorseggiare rigorosamente in ottima compagnia. Per informazioni su questa ed altre specialità pensate per il Natale contattare giulia@enricoserafino.it
www.enricoserafino.it

Concludiamo con una divagazione dolce firmata
Distillerie Berta
Un dolce Natale per Distillerie Berta
Questo Natale si addolcisce degli storci amaretti di Mombaruzzo aromatizzati alla grappa. Fu Paolina Berta, nonna di Gianfranco ed Enrico Berta, ad avere per prima l’idea di accompagnare gli amaretti al distillato: un’intuizione che ebbe notevole successo e si rilevò all’avanguardia. Da una rielaborazione della storica ricetta che prevede l’utilizzo di zucchero di primissima scelta, mandorle dolci e amare, albume d’uovo e distillati d’autore nasce un nuovo dolce dall’aspetto dorato, profumato e morbido al tatto. L’aggiunta nell’impasto di poche gocce di distillato, firmato Berta, rende l’amaretto di Mombaruzzo ancora più fragrante, più delicato, tanto da far emergere il ricco profumo degli aromi dell’uva appena pigiata. Per una dolcissima conclusione dei pranzi di festa.
www.distillerieberta.it