Riceviamo e pubblichiamo
Domani, martedì 24 novembre, su RadioLive per la serie “Percorsi italiani” si racconta la Basilicata mentre su Rai5 tra fantascienza e pseudomondi  Philip K. Dick.

“Percorsi italiani” alla scoperta della Basilicata su RadioLive con Rosita Stella Brienza
A Rai RadioLive, “Percorsi italiani” torna in viaggio con un nuovo itinerario alla scoperta della Basilicata, tra natura e cultura. Martedì 24 novembre alle 9, a far da Cicerone a Daniela Miniucchi sarà Rosita Stella Brienza, giornalista e scrittrice, redattrice delle Guide di Repubblica e della testata Matera Social e socia del Gist,  il Gruppo italiano stampa turistica. Si partirà da Matera, si procederà verso la Rotondella detta “Il balcone dello Jonio” fino alla Rabarana di Tursi, un villaggio arabo, dove scorre il fiume Sinni. Infine,  si arriverà al monte Pollino, alla scoperta delle meraviglie naturalistiche dell’Appennino Lucano e  si approderà sulle Dolomiti Lucane, per giungere, all’insegna dell’avventura, dove un cavo d’acciaio, sospeso tra le vette  di due paesi, permette di effettuare il così detto Volo dell’Angelo. “Percorsi italiani” si ascolta al link www.radiolive.rai.it, oppure su RaiPlay Radio e su tutti i device digitali. 

Philip K. Dick, fantascienza e pseudo mondi: uno scrittore visionario
Il mondo immaginato da Philip K. Dick oggi è ormai una realtà: il pianeta è mercificato, il comportamento è disumanizzato, la pubblicità è onnipresente, le società sono controllate e i media giocano un ruolo determinante nella creazione del consenso. Il documentario “Philip K. Dick, fantascienza e pseudomondi”, in onda martedì 24 novembre alle 19.30 su Rai5, attinge al lavoro dello scrittore e ai vari adattamenti cinematografici dei suoi romanzi (tra questi Blade Runner, Minority Report, Total Recall) per spiegare in che misura l’opera di Dick ha anticipato il nostro presente: con 45 romanzi e 120 racconti, ha previsto molti dei temi che ossessionano la vita moderna, compresi i mondi virtuali, le società totalitarie, le tecnologie che ci schiavizzano. Seguendo la biografia dell’autore, il documentario approfondisce le principali ossessioni che caratterizzano la sua opera: l’essere umano e il suo doppio, la società controllata e, infine, che cos’è la realtà.