Riceviamo e pubblichiamo
Il fascino e le infinite contraddizioni di Milano, una Milano imbruttita, dove gli stagisti sfruttati e senza prospettive sono sempre più numerosi. Una stagista decide di cambiare le regole del gioco e di dare fuoco alla metropolitana gialla, il giorno delle elezioni europee.

Pubblicato giovedì 29 ottobre 2020 dalla casa editrice bookabook, “Ho dato fuoco alla metro gialla” è il romanzo d’esordio di Carlo Bossi, marketing manager milanese.

Milano, maggio 2019, dare fuoco alla metro gialla, fermata: crocetta. Valeria Conti è una stagista insoddisfatta come tante, ma quello che la contraddistingue dagli altri stagisti milanesi è la voglia di cambiare le cose e scuotere la società contemporanea, ammalata di cinismo.
Valeria Conti, detta La Contessa, è anche la capo terrorista di un gruppo di tre ragazzi con un piano ben preciso: colpire Milano nel suo centro più attivo, la metropolitana. Un romanzo milanese tremendamente contemporaneo, la voglia di rivalsa di un’intera generazione che è stanca di stare in silenzio e inizia a fare qualcosa per cambiare il proprio futuro.
Un attentato! Davvero può essere questa la soluzione? Se lo domanda Claudio, superiore di Valeria, che scopre il piano dei tre neo-terroristi e cerca di fermarli. Ma forse hanno ragione? Forse alla società serve davvero una scossa?   Cosa sceglierà di fare Claudio? Salvare Milano o condannarla per sempre? 

Sinossi: Milano, 2019. In una società cieca e sorda ai bisogni dei più e alla sofferenza del pianeta, mandata avanti dall’egoismo e dalla distrazione come obiettivo quotidiano, tre universitari, stagisti usa e getta, decidono di farsi finalmente ascoltare, a tutti i costi.  Il modo migliore per attirare i riflettori della politica e dell’opinione pubblica? Dare fuoco alla metro gialla, nel giorno delle elezioni. Basta sottomissione, basta ipocrisie. Un sacrificio necessario, crudo e veloce. Tutto procede secondo i piani, fino a quando la Contessa, stagista-capo terrorista, viene scoperta dal suo tutor, Claudio, trentenne in crisi esistenziale, che passa il tempo tra cannette, limoni occasionali, citazioni di Brecht, attacchi di panico e musica indie. All’improvviso sente di avere una missione: deve fermarla. Salvare lei. Salvare Milano. Ma un dubbio gli si insinua nel profondo… la Contessa ha davvero torto?   
Ho dato fuoco alla metro gialla è disponibile in tutte le librerie, anche in digitale in formato ebook, sul sito di bookabook e su Amazon.

Carlo Bossi nasce a Milano nel 1987. Dopo aver trascorso infanzia e adolescenza tra Liguria e Salento, rientra a Milano nel 2006, dove si laurea.  I tredici anni vissuti a Milano da marketing manager milanese e studente fuorisede allo stesso tempo gli hanno permesso di scoprire il fascino e le infinite contraddizioni della città, raccontate nel suo romanzo di esordio, Ho dato fuoco alla metro gialla