Riceviamo e pubblichiamo
Al Palazzo Ducale di Urbino lo staff del museo al lavoro, coordinato dal nuovo Direttore Luigi Gallo.

La Galleria Nazionale delle Marche: chiusa al pubblico ma visibile.
Senza pubblico, qualunque museo, è un museo a metà
: la nuova chiusura, dettata dalla difficile situazione sanitaria attuale, li priva della componente fondamentale che sono i visitatori.
E non si tratta di soli turisti, ma anche di studiosi, appassionati d’arte, studenti e cittadini che condividono esperienze. Per adempiere al proprio ruolo sociale e culturale, ogni museo affronta moltissimi impegni non immediatamente visibili al pubblico; attività che continueranno ad essere svolte durante la chiusura.

La Galleria Nazionale delle Marche, in questi ultimi anni, oltre alla propria collezione e ai suggestivi spazi del Palazzo Ducale di Urbino, ha offerto al pubblico tante iniziative diverse come mostre, concerti, laboratori didattici: attività che non sono semplicemente “nel museo” ma che sono “il museo”. Durante questa chiusura si approfitterà quindi per portare avanti tutto quel lavoro che si svolge normalmente “dietro alle quinte” così da poter offrire al pubblico, appena le condizioni lo permetteranno, un servizio migliore e più ricco.
Dietro il portone chiuso del Palazzo Ducale di Urbino, c’è tutto lo staff del museo al lavoro, coordinato dal nuovo Direttore Luigi Gallo. Si prosegue con i lavori di adeguamento ed allestimento delle nuove sale del secondo piano, con la manutenzione delle opere, le revisioni catalografiche, le nuove campagne fotografiche e, non ultima, la programmazione di mostre, eventi ed attività in vista della futura riapertura. La forzata chiusura non impedirà, al Museo, di continuare a dialogare con il suo pubblico, e lo farà implementando la comunicazione digitale.

Già da qualche tempo si va arricchendo il sito istituzionale con un nuovo apparato iconografico e nuove schede di approfondimento sulle opere. Si è potenziata la presenza sui social condividendo la nuova campagna fotografica che illustra la bellezza degli spazi del rinascimentale palazzo e delle opere d’arte della galleria. Lunedì 9 novembre scorso poi, si è lanciata la webserie Il museo si racconta. Arte e architettura nel Palazzo Ducale di Urbino: brevi video di approfondimento sul nostro patrimonio, realizzate dallo staff interno. Insomma, pur non essendo accessibile, nell’attesa di poter tornare a goderne dal vivo, la Galleria Nazionale delle Marche sarà comunque visibile.