Riceviamo e pubblichiamo
Rosita Celentano, Paolo Ruffini e Carol Maritato saranno da domani, domenica 15 novembre, i testimonial della nuova campagna dell’associazione Frida’s Friends. Iniziativa di solidarietà a sostegno dei pazienti negli ospedali d’Italia.

Sopratutto in tempi di Covid e complessa emergenza sanitaria, la solidarietà e la vicinanza ai meno fortunati diventano un gesto bello, semplice e di grandissima importanza. Con questo spirito sta per partire domenica 15 novembre la campagna televisiva sulla Pet Therapy, organizzata e fortemente voluta dalla associazione Frida’s Friends, presieduta da Mario Colombo.

L’iniziativa vedrà testimonial di eccezione come Rosita Celentano, Paolo Ruffini e Carol Maritato, giovane e talentosa cantautrice romana. Il video della campagna, inoltre, “passerà” in tutte le principali trasmissione del palinsesto Mediaset, nella speranza e nell’auspicio raccolga quanta più adesione e partecipazione possibile.
A spiegare il senso dell’evento solidale è proprio Carol Maritato: “Da otto anni Frida’s dona sorrisi e solidarietà a pazienti piccoli e adulti in ospedali, rsa, istituti scolastici e aeroporti. Adesso si vuole continuare con rinnovato slancio questo percorso sociale e portare la pet therapy nelle principali strutture sanitarie del territorio italiano”.

Credo enormemente nei benefici della terapia con gli animali – ha detto Carol Maritatola cui affettività e naturalezza crea una empatia meravigliosa con gli essere umani, aiutandoli anche nel loro percorso di convalescenza e di contrasto alla malattia. Per questa ragione sono orgogliosa e felice di essere una delle testimonial di questa campagna di sensibilizzazione e ringrazio Frida’s Friends per questa bella opportunità. E grazie anche per quello che fanno giornalmente a servizio della comunità e del territorio”.
Maritato poi si rivolge ai cittadini: “Aiutare il prossimo è bellissimo. Per questo vi chiedo uno sforzo in più: facciamo tutti insieme una donazione da telefono fisso o mobile al 45585. Aiutiamoci a portare un sorriso”.