di Roberta Pelizer
Roberta Pelizer, titolare del brand RP e conduttrice della trasmissione di Radio Vertigo One “Roby Sing e Song”, ci racconta la puntata di oggi.

Ciao carissimi amici del web eccoci qui puntuali come ogni giovedì a tirare un po’ le somme della puntata di oggi del mio programma “Roby Sing & Song” andato in diretta sulla web radio Radio Vertigo One.
La playlist che ho scelto, questa volta, è stata dedicata interamente ai gruppi, l’unico singolo che abbiamo ascoltato è quello di Luana Stoico intitolato “Purtroppo o per fortuna”.

Lei è una giovane artista che ho avuto il piacere di ascoltare ad un concorso canoro dove siamo stati invitati il mio staff ed io come giurati e quindi mi ha fatto molto piacere ascoltare il suo primo inedito.
Detto ciò indovina indovinello da quali gruppi sono partita? Ovviamente ripercorrendo i miei amatissimi anni 80 (che per me sono i migliori ed inimitabili) ho inserito i Duran Duran, i Pet Shop Boys e i mitici Depeche Mode, è chiaro che avendo solo un’ora a disposizione e con un panorama musicale così ampio tutte le volte quando si tratta di scegliere i brani da inserire all’interno della playlist vado un po’ d’istinto, un po’ per logica e un po’ con il cuore.
Balzando di un decennio, invece, ho voluto onorare quelli che sono stati i mostri sacri di tutti gli anni 90 e i primi 2000: le girls band e boy band hanno letteralmente dettato legge in fatto di videoclip, moda e tendenze.

Tutte le ragazze che sono state adolescenti proprio in quella decade non hanno potuto non amare i Backstreet Boys, i Five e i Take That e per inciso mi ricordo ancora quando questi ultimi si sono divisi ed hanno percorso un tragitto su un fiume salutando tutte le loro fans accalcate per poterli salutare un’ultima volta tutti assieme, in pratica hanno spezzato il cuore a milioni di ragazze.
In tema di Girls band, invece, nell’olimpo ci sono loro le Spice Girls, inarrivabili e assolutamente inimitabili: ebbene sì, altre ci hanno provato ottenendo risultati non soddisfacenti perché il mix di queste cinque ragazze è stato studiato a tavolino sin da quando le componenti avevano circa 7/ 8 anni e difatti il risultato è stato ottimale, tra l’altro di recente sui social ho visto un loro concerto che si è svolto in alcune città del mondo intitolato “Spice world” che ha visto racchiuso l’esperienza di oltre vent’anni di musica unito alla tecnologia e ai mezzi di oggi ed il risultato è stato sfavillante.

Rimanendo sempre in tema femminile ho voluto inserire le Pussycat Dolls, loro sono un progetto un pochettino diverso dalle Spice perché l’indirizzo e il messaggio che hanno dato sin da subito era in chiave più sexy, più mirata e con un profilo molto più alto, di fatti vantano collaborazioni con diversi artisti e quindi hanno mescolato vari generi musicali.
Ho voluto fare un omaggio anche ad un duo anch’esso storico ovvero i Roxette perché, purtroppo, l’anno scorso ci ha lasciati la cantante del gruppo Marie Fredriksson e quindi la sua scomparsa si è portata via un pezzo della storia della musica perché con i loro brani abbiamo cantato, ballato gioito ma anche pianto.

Naturalmente non sono mancati i saluti scaglionati durante la puntata, gli aneddoti e le Robertate in questione, quindi io vi aspetto come sempre tutti puntuali giovedì prossimo alle 16,00 e mi raccomando mettete il like a tutte le nostre pagine social…
Un abbraccio dalla vostra Roby.