a cura della Redazione
Sovente sottovalutiamo che per il nostro benessere non servono soltanto tisane e elementi nutritivi. La nostra mente può ottenere un “nutrimento” che significa di riflesso “benessere” se la coccoliamo e l’aiutiamo a rilassarsi, per il bene di tutto l’organismo.

Leggere libri o poesie, come ascoltare musica contribuiscono in modo fondamentale al nostro equilibrio tanto da considerare queste azioni pari a un vero e proprio nutrimento della propria mente.
Ebbene si: se la nostra mente è rilassata allora tutto il corpo ottiene beneficio.

E si tratta di azioni che posso anche accompagnare un  breve periodo della giornata ma che devono essere costanti.
Leggere libri aiuta ad aprire la mente, permette che questa possa volare in luoghi che non abbiamo mai pensato.
Quando si legge un libro la nostra mente inizia a lavorare e facendo così si arricchisce e, soprattutto, si ringiovanisce.

Se ci mettessimo a rileggere libri che a scuola abbiamo mal sopportato perché abbinati a interrogazioni o compiti in classe, sicuramente ci ritroveremo a rileggerli in un’ottica differente provando nuove emozioni.

La regola dovrebbe essere quella di riuscire a leggere almeno un libro a settimana nel caso di romanzi.

Se, invece, il nostro interesse è rivolto alla saggistica anche uno al mese può essere sufficiente.
Sta di fatto che in Italia poco più del 40% legge almeno un libro all’anno: troppo poco per tenere la nostra mente allenata ottenendo benefici.
Non importa leggendo dove far volare la vostra mente, importante è leggere e farla volare.
Parimenti musica e poesia sono a disposizione per trasmettere sensazioni, emozioni, riflessioni.

Siamo ormai abituati a docce superveloci perché c’è sempre tanto da fare ma ogni tanto proviamo a immergersi in una vasca (per chi ancora ha in casa questo arredo del bagno quasi in via d’estinzione) con musica di sottofondo a giusto volume (non spaccatimpani) leggendo qualche pagina: aiuta a distendersi, alleggerisce le tensioni, fa scivolare via la tristezza, rilassa contemporaneamente corpo e mente.
Proviamoci: leggere e ascoltare musica non hanno controindicazioni.