Riceviamo e pubblichiamo
Sabato 26 settembre 2020, alle ore 18.30, a Collegno (TO), INTERPLAY 20/20 - Festival Internazionale di Danza Contemporanea incontra - la Lavanderia a Vapore - Fondazione Piemonte dal Vivo – per una performance multidisciplinare. Intervento di pittura murale dell’artista Gosia Turzeniecka (Polonia) e Improvvisazione danzata del danz’autore italiano Daniele Ninarello. La direzione artistica del festival è di Natalìa Casorati ed è a cura dell’Associazione Culturale Mosaico Danza. Ingresso gratuito con registrazione obbligatoria sul sito www.lavanderiaavapore.eu

Una giornata di pratiche e teorie condivise con gli artisti, le artiste e le comunità alla Lavanderia a Vapore nel quale si inserisce perfettamente la collaborazione con Interplay per la sezione “diffusa” del festival 2020. Sabato 26 settembre sarà un momento di riflessione a partire dai corpi, di nuovo insieme seppur distanziati, per affermare l’importanza oggi di ritrovarsi, di ascoltarsi, di recuperare le proprie emozioni, depositate nei corpi, veri e propri archivi emotivi spesso misconosciuti a cui invece, insieme, vogliamo ridare fiducia.

Alle 18.30 nel cortile del Centro di Residenza per la Danza si esibirà in una performance multidisciplinare del tutto inedita la coppia formata dal coreografo e danzatore Daniele Ninarello e dalla pittrice di origine polacca Gosia TurzenieckaSulle improvvisazioni del danzatore la pittrice realizzerà un murale, patrimonio duraturo e cristallizzazione del gesto e del corpo sulla recinzione esterna della struttura, in un costante dialogo fra medium espressivi solo apparentemente distanti.
Gosia Turzeniecka, artista polacca, classe 1974, di adozione Torinese. Sin dal 2003 sono numerose le sue esposizioni in Italia e all’estero, in mostre collettive e individuali. I suoi esordi, agli inizi del 2000, la vedono utilizzare la tecnica dell’incisione, tecnica di cui mantiene la delicatezza del tratto e che nel tempo si è evoluta in una restituzione più immediata e sintetica grazie all’uso dell’acquerello. Negli ultimi anni si dedica anche alla ritrattistica, reale e immaginaria, prediligendo l’uso del bianco e del nero o di morbidi colori pastello nel caso dei raffinati paesaggi urbani e naturali.
Daniele Ninarello, dopo aver frequentato la Rotterdam Dance Academy, danza con coreografi, musicisti e compositori di fama internazionale. Dal 2007 presenta le sue creazioni in diversi festival nazionali e internazionali. Dal 2010 le sue produzioni entrano a far parte della rete Anticorpi XL in Italia e all’estero grazie ai progetti Les Reperages e Dance Roads. Kudoku, realizzato insieme al musicista Dan Kinzelman, ha debuttato alla Biennale Danza di Venezia 2016 ed è tra i progetti selezionati per AEROWAVES TWENTY17, NID Platform e il Rencontres Chorégraphiques Seine-Saint-Denis Francia. STILL ha vinto il Premio Prospettiva Danza 2016, mentre il progetto più ampio STILL Body Experience with Digital Brain è tra i vincitori del bando ORA! Linguaggi contemporanei _ produzioni innovative della Compagnia di San Paolo.