La Capra Enoica (Fabrizio Capra)
Oggi per la sua rubrica La Capra Enoica ci propone un vino siciliano, il Syrah Baglio Gaiano. Sarà Fashion o Glamour? Ve lo rivelerà a fine articolo.

Qualche giorno fa mi lascio convincere da una bottiglia di Syrah sullo scaffale di un supermercato.

Avevo voglia di assaggiare qualcosa che provenisse dalle terre del sud e non avendo a disposizione il tempo materiale per affrontare un viaggio per una bottiglia mi sono dovuto fidare dell’istinto.
Si è trattato di un Syrah terre siciliane a Indicazione Geografica Protetta del 2019, 12 gradi, prodotto e imbottigliato dalla Cantina Sociale Paolini di Marsala, in provincia di Trapani, per il marchio Baglio Gaiano.
Un buon Syrah che mi ha degnamente accompagnato durante una frugale cena e che mi ha fatto venire in mente Anacreonte (circa 570 a.C. – circa 485 a.C. – poeta greco antico)
Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un’anfora di vino;
ora l’amata cetra tocco con dolcezza
e canto amore alla mia tenera fanciulla.

Questo Syrah che ho degustato non mi ha trascinato in vortici di pensieri (tranne il rimando ad Anacreonte) particolari, però si è svelato molto lineare rispettando le caratteristiche contraddistinguono questo vino e che, a volte, per quel lieve sentore di spezie ti riporta alle sue ancestrali origini medio orientali.
Diciamo che si è lasciato bere… e senza protestare.
Fashion o Glamour?

Chiaramente per la sua natura il Syrah Baglio Gaiano non può che essere “Fashion” perché sa presentarsi elegante ma non è riuscito a trascinarmi in un vortice di passione.