di La Capra Enoica (Fabrizio Capra)
La sosta per il pranzo in una affascinante trattoria nel cuore di Genova, alla Raibetta, ha permesso di assaggiare un vino altrettanto affascinante: il Riviera Ligure di Ponente Pigato dell’azienda agricola Claudio Vio di Vendone, in provincia di Savona. Fashion o Glamour? Lo scoprirete leggendo l’articolo.

L’occasione rende l’uomo… enoico (cit. La Capra Enoica).

Mi trovavo a Genova per assistere all’esibizione musicale di amici (Le Note di Genova) e ho colto l’occasione per andare a pranzo in una trattoria nei carugi, la Trattoria della Raibetta, di cui avrò occasione di parlarne perché si mangia divinamente (http://www.trattoriadellaraibetta.it/).
E dove si mangia divinamente, naturalmente, speri di bere altrettanto divinamente.
Devo dire che mi sono fatto attrarre da un Riviera Ligure di Ponente Pigato che si è dimostrato ampiamente all’altezza e forse anche di più.
Si tratta del Riviera Ligure di Ponente Pigato dell’azienda agricola Claudio Vio di Vendone, in provincia di Savona, in Valle Arroscia, al confine con il comune di Ortovero, dove nel 1830 l’arciprete Francesco Gagliolo impiantò il primo vitigno.
Torniamo ai giorni nostri.

Ambiente giusto, cibo fantastico e vino che ti prende subito e ti accompagna durante tutto il pasto in un contesto che solo una canzone di Fabrizio De André ti può far rendere l’idea: “Nei quartieri dove il sole del buon Dio / Non da i suoi raggi / Ha già troppi impegni per scaldar la gente / D’altri paraggi…”.
Così mi sono avvicinato a questo Pigato con il giusto rispetto perché così mi è stato servito: un giovane, cortese e simpatico ragazzo mi ha portato la bottiglia ancora tappata al tavolo, mi ha mostrato l’etichetta e solo dopo il mio consenso l’ha stappata.
Solo dopo il primo assaggio e il mio gradimento ha posato la bottiglia su un piattino di acciaio, ha depositato il tappo al fianco della bottiglia e ha rivestito la bottiglia con un capottino termico affinché  mantenesse la temperatura… in effetti ho avuto modo di accompagnare tutto il pranzo con il Pigato a giusta temperatura condizione che ne ha esaltato profumo e sapore.

Come vi scrivevo questo Pigato è prodotto dall’azienda agricola Claudio Vio, vendemmia 2018 re una gradazione di tutto rispetto, 13 gradi che assolutamente non senti.
Un Pigato che rispecchia il territorio e l’azienda: il solare paesino di Vendone, gli appezzamenti piccoli e terrazzati, il lavoro di Claudio e della moglie Maria Grazia nel produrre questo piacevole capolavoro.
A questo punto vi chiederete: fashion o glamour?
Ho trovato questo vino molto elegante, che sa presentarsi bene e che rappresenta bene un territorio pertanto il Riviera Ligure di Ponente Pigato dell’azienda agricola Claudio Vio non può che essere “fashion”.