La rubrica “Racconti e Poesie” accoglie ancora un  intervento dell’ormai “nostro” autore anonimo.
Tutti sono capaci di innamorarsi
di anonimo

Tutti sono capaci di innamorarsi, ma innamorarsi non ha nulla che vedere con l’amore.

L’amore ha a che vedere con il prendersi cura, significa amare così tanto una persona da togliere piccole attenzioni verso noi stessi per darle a chi abbiamo accanto.
Vuol dire cercare di capire i silenzi dell’altro quando non capisci nemmeno i tuoi, vuol dire vederlo rientrare stanco dal lavoro e fargli trovare apparecchiato anche quando tu avresti mangiato sul divano, vuol dire gioire dei suoi successi anche se possono allontanarlo da te. 

Prendersi cura vuol dire stringere la mano, lottare per avere sempre un po’ di sole dentro, portare il caffè a letto.
L’amore non si riconosce dall’innamoramento ma dalle piccole attenzioni, perché si può anche sentire il cuore battere a 1000, ma essere incapace di capire bisogni, esigenze, debolezze, difese, insicurezze, fragilità e lati nascosti. 
Non accontentatevi di chi vi dice “sono innamorato di te” cercate la meraviglia che ho voglia di dirvi “mi prendo cura di te”.