rubrica a cura di Fabrizio Capra
“Homework”, il nuovo EP di Sam Fischer uscito venerdì scorso, 28 agosto, contiene i due nuovi brani “Ready” e “People I Don’t Know”.

È uscito venerdì 28 agosto, “HOMEWORK” il nuovo EP del cantautore australiano SAM FISCHER, reduce dall’enorme successo di “THIS CITY” e del progetto “These Cities”.

Accompagnano l’uscita due brani: “READY” e “PEOPLE I DON’T KNOW”.
HOMEWORK” è il risultato di un processo catartico oltre che creativo, attraverso il quale Sam Fischer, con totale sincerità e aprendo il suo cuore, riconosce come momenti critici e dolorosi della sua vita lo abbiano cambiato per il meglio. Attraverso ognuna delle sei canzoni, porta con sè l’ascoltatore coinvolgendolo in un viaggio riconoscibile e personalizzabile.
«Sono davvero entusiasta che “HOMEWORK” sia fuori! – afferma SAM FISHER – Da quando ho rilasciato “This City” e la mia vulnerabilità è diventata un modo di aprirmi ai miei fan, ho passato gli ultimi quattro anni scrivendo quanto più onestamente e apertamente ho potuto e questo è diventato “HOMEWORK”. È uno studio su me stesso, l’insieme di momenti e storie che hanno definito la mia vita, e che spero possano dare voce anche alla vostra»
In merito ai due brani che hanno accompagnato l’uscita dell’EP, l’artista ha dichiarato: «Ho scritto “Ready” come se mi stessi fissando allo specchio e stessi chiedendo quando sarei stato pronto ad accettare me stesso per quello che sono. Non sono stati due anni facili, lasciarsi cadere è stata una brutta rottura e ha fatto un male infernale. Ci è voluto molto tempo per arrivare a dove sono ora mentalmente ed emotivamente. “Ready” è il messaggio a me stesso per dire che è tutto nella mia testa e nessuno mi amerà come posso amarmi se me lo permetto».

«Mi capita di parlare male alle spalle di persone che non conosco e sono sicuro che anche loro  facciano lo stesso con me, ma nessuno di noi lo sa. Quando mi sono permesso di farlo, non mi sono sentito affatto bene. Non so cosa stiano passando gli altri, ma sicuramente tutti soffriamo allo stesso modo, e parlandone male è come se mi stessi proteggendo dalle mie paure e insicurezze, per non sentirmi troppo diverso e lontano da loro. “People I don’t know” è una semplice verità umana, e sono sicuro di non essere il solo in questo».
Cruda ed emotiva, “READY”, è una lettera onesta che Fischer ha scritto a se stesso, mentre “PEOPLE I DON’T KNOW” sprona a non parlare alle spalle del prossimo, perchè non si sa mai quello che sta passando.
Questa la tracklist di “HOMEWORK”: “The Usual”, “Everybody’s Got Somebody”, “I Got To Live”, “This City”, “Ready” e “People I Don’t Know”.

SAM FISCHER è un cantautore australiano che ha esordito con l’EP “Not A Hobby” ricevendo un'incredibile attenzione attraverso la sua voce piena di sentimento e i suoi testi sinceri. In tournée in Nord America con il suo amico Lewis Capaldi, ha entusiasmato le folle con la sua personalità vivace e puro amore e talento per la scrittura di canzoni. Ora vive a Los Angeles e non solo ha ricevuto riconoscimenti per il suo lavoro, ma continua a consolidarsi come uno degli autori più in voga del momento, avendo lavorato con superstar del pop globale tra cui Ciara, Louis Tomlinson, Jessie J e molti altri. Il successo per Sam Fisher è arrivato con “This City”, inizialmente virale su TikTok che poi è entrata nei cuori di tutti. L'emotiva e sentita “This City” conta oltre 250 milioni di stream in tutto il mondo, 1 milione di vendite e oltre 10 milioni di visualizzazioni di video. E’ entrato nella Top 20 della classifica del Regno Unito, ed è cresciuto costantemente in 19 settimane, ricevendo supporto radiofonico da Radio 1, Radio 2 (B List), Capital, Virgin e Bauer insieme alle esibizioni televisive su Jimmy Kimmel Live, The Late Late Show con James Corden e The Ellen DeGeneres Show. Sam Fisher ha in seguito realizzato cinque remix di “This City” con Anne-Marie, Kane Brown, Nea, Nico Santos e Camilo, che sono culminati all’interno del progetto “These Cities”. Tuttavia, per Sam non è stato affatto facile realizzare i suoi sogni. Con la promessa di un contratto discografico, è partito per LA, per poi essere respinto. Dopo mesi di couch-surfing, ha finalmente e meritatamente avuto il suo riscatto con il successo di “This City” e il nuovo progetto “Homework” è solo l'inizio straordinario di un nuovo entusiasmante capitolo della sua carriera.