rubrica a cura di Fabrizio Capra
Nuovo singolo per il rapper genovese Vaz Tè. Benedetta (feat. Izi) anticipa il disco d’esordio “VT2M”. Prodotto da  Don Joe & David Ice.

È disponibile da ieri, giovedì 20 agosto, su tutte le piattaforme streaming “Benedetta”  (Dogozilla Empire/Sony Music), il nuovo singolo del rapper genovese  Vaz Tè con la straordinaria partecipazione di IZI e la produzione di Don Joe & David Ice. Il singolo anticipa il disco d’esordio “VT2M”.
Benedetta” è un brano che parla di un concetto fondamentale per il mondo del rap: la verità. La verità delle parole, quella del talento, quella dei pregi e dei difetti, quella che chi canta non deve censurare ma deve sempre portare avanti e per questo è “Benedetta” perché da essa deriva un rapporto autentico con il mondo.

La verità non è come sembra, fa qualche buco sulla maglietta
niente che c’entri con la vicenda, da me senti come viene detta
benedetta benedetta per me ti giuro sei benedetta
voglio restare su un altro planet, finché mi abituo alla differenza
benedetta benedetta per me ti giuro sei benedetta
voglio restare su un altro planet, finché mi abituo alla differenza

L’immaginario del rapper genovese è molto legato al drill, sottogenere della trap nato a Chicago, in cui l’immaginario è legato alla street life e all’atmosfera urbana contaminata da quella del mare. Lo testimonia il suo primo singolo su Youtube “Live and Die in Palmaro” (remix di “Live and Die in Chicago”). Altra grande ispirazione viene dal mondo del calcio, con citazioni sparse in quasi ogni brano, a partire dal proprio nome d’arte in onore dell’attaccante portoghese – ex West Ham -Ricardo Vaz Tè.

Classe’92, Vaz Tè è cresciuto nella periferia Ovest di Genova, tra Prà e Palmaro. Membro della crew genovese WildBandana, la cui rosa vanta, oltre al suo, la presenza di nomi del calibro di Tedua, Izi, Guesan e Ill Rave. Nel 2013 pubblica il suo primo mixtape “Singapore”, impressionando per le sue spiccate doti tecniche, abbinate a contenuti di spessore. Nel progetto, tra gli altri, spicca la collaborazione con Tedua (allora Duate), con il quale farà il joint album  “Medaglia D’Oro”, prodotto da Zero Vicious, che rappresenta un culto nel panorama rap genovese. Su tutte le tracce, il brano più iconico è “Intro (John Wayne)”, che rende note le abilità dei due rapper di ponente in tutta la Liguria, trovando anche i primi consensi oltre regione. Nel 2015 Vaz Tè pubblica il singolo “Live and Die in Palmaro”, seguito dai due freestyle “Chicken Point” e “Crisi Dinastica”. Il consenso a livello nazionale lo trova però con l’uscita del video di “Over 2.5 feat.  Rkomi, Tedua prod. Nebbïa” che supera i 2 milioni di visualizzazioni su YouTube. Nel 2017  WildBandana è ormai un nome noto in Italia e in questo periodo molti genovesi (sia rapper che videomaker), tra cui Vaz Tè, si traferiscono a Milano dove la scena sembra offrire più opportunità. In questo contesto nasce il progetto interamente registrato a Milano con Bresh, Disme, Ill Rave, Nader Shah e Tedua: “Amici Miei Mixtape”. La consacrazione definitiva di Vaz Tè e della crew  WildBandana arriverà con l’album di Izi “Pizzicato” con l’omonima traccia “Wild Bandana”, che diventerà singolo di platino. Dopo altri singoli come “È Finita”, “Glory Boy”, “Questo No feat Bresh”, e altri featuring, nel 2019 arriva il momento del primo progetto in major, pubblicato da Dogozilla Empire e Sony, “Waiting Room EP”, progetto che precede l’uscita del suo disco d’esordio.