a cura della Redazione
Quattro escursioni nei mesi di agosto e settembre per scoprire i monumenti storici all’interno del circuito di Langa Medievale e i paesaggi che caratterizzano il territorio dell’Alta Langa. Al termine, degustazione di prodotti tipici.

L’Associazione Langa Medievale, in collaborazione con Turismo in LangaAssociazione Terre Alte e con il contributo di Fondazione CRC, organizza quattro escursioni nei mesi di agosto e settembre per scoprire i monumenti storici all’interno del circuito di Langa Medievale e i paesaggi che caratterizzano il territorio dell’Alta Langa. Il costo dell’escursione, della visita guidata e della degustazione sarà di euro 10, gratuito per i minori di 14 anni. Per aderire all’iniziativa è necessario effettuare la prenotazione (obbligatoria)  telefonando al numero 3396575703 o mandando una mail a info@terrealte.cn.it.

Pieve di Santa Maria
foto Gianfranco Carosso
Domenica 30 agosto – Cortemilia
Sui sentieri della pietra di Langa 
I sentieri - Il percorso presenta una spiccata  valenza paesaggistica e storica e si sviluppa sulle colline dove ha sede l’Ecomuseo dei Terrazzamenti: un museo a cielo aperto dove si possono ammirare le più suggestive colline disegnate e plasmate dall’opera dell’uomo a partire da epoche lontanissime. Le verticali pareti scavate dal corso del Bormida e dell’Uzzone creano una spettacolare cornice alla natura rigogliosa e verdeggiante e le architetture edificate con la “pietra di Langa”, l’arenaria locale, si fondono perfettamente con l’ambiente incontaminato di queste colline: un percorso consigliato a chi vuole scoprire le bellezze artistiche e naturalistiche dell’Alta Langa.
I monumenti - La Pieve di Santa Maria: una fra le più pregevoli testimonianze architettoniche di tutta la Langa albese, l’antica pieve di Cortemilia, intitolata a S. Maria sorge in un affascinante scorcio circondato dalla quiete e dai vigneti.
Info tecniche - Ritrovo: ore 9.30 – Partenza ore 10 – Cortemilia (Cn) 12074, Piazza Molinari 11. - Lunghezza: percorso Km 13,8 circa – Dislivello totale mt 490 – Pranzo al sacco – Rientro nel pomeriggio per visita e degustazione. Si raccomandano calzature adeguate alle escursioni. - Escursione con guida naturalistica-turistica Regione Piemonte accred. AIGAE. - Costo: escursione + visita guidata + degustazione Euro 10 (gratuità minori di 14 anni)  specificare nella prenotazione se si intende partecipare alla degustazione. Prenotazioni: La prenotazione sarà effettuata  obbligatoriamente in modalità online (da modulo del sito), telefonica, WhatsApp, fino ad esaurimento posti disponibili.
Chiesa di San Frontiniano
Sabato 5 settembre – Arguello
Sui sentieri della magistra langa rum
I sentieri - Partendo dal delizioso e appartato centro storico di Arguello e dopo aver ammirato il panorama che si gode dalla balconata antistante la chiesa Parrocchiale si percorre una parte del Sentiero Regionale che si sviluppa in una verdissima valle sul versante del Torrente Belbo; dopo aver ammirato maestosi esemplari di faggi scenderemo in uno spettacolare rittano incastonato tra ripide pareti di arenaria per raggiungere la panoramica collina di località Castagnetti. Una passeggiata in cresta tra verdi prati e ampi orizzonti ci condurrà all’abitato di Lequio Berria la cui parte più elevata conserva i ruderi di una antica torre medievale. Lequio Berria oltre a vantare la presenza di uno dei punti panoramici più suggestivi delle Langhe è un paese noto per aver dato i natali al liutaio Francesco Pressenda.  Nato nel 1770 il liutaio di Lequio è stato paragonato a Stradivarius, usò una vernice rosso-arancione che diede ai suoi violini una sonorità unica ed eccezionale. I suoi strumenti sono ora ricercati per le loro qualità sonore ed estetiche. L'anello si conclude percorrendo un piacevole sentiero di sommità.
I monumenti - Chiesa di San Frontiniano ad Arguello. La Chiesa di San Frontiniano viene fatta risalire al XII secolo, costruita dai monaci benedettini provenienti dalla abbazia di San Frontiniano presso Alba.
Rimase per ben cinque secoli la Chiesa Parrocchiale di Arguello, situata non a caso in quello che era il nucleo originario del paese: l’odierna borgata “Arditau”. Qui è stata ritrovata la stele di epoca Romana ora custodita nei locali del Municipio.
Info tecniche - Ritrovo: ore 9.30 – Partenza ore 10 –  Arguello (Cn) 12050 – Via Provinciale c/o Piazzale Chiesa SS. Angeli Custodi. - Lunghezza:  percorso Km 13,7 circa – Dislivello totale mt 376 – Pranzo al sacco – Rientro nel pomeriggio per visita e degustazione. - Escursione con guida naturalistica-turistica Regione Piemonte accred. AIGAE. Si raccomandano  calzature adeguate alle escursioni. - Costo: escursione + visita guidata + degustazione Euro 10 (gratuità minori di 14 anni) - Prenotazioni: La prenotazione sarà effettuata obbligatoriamente in modalità online (da modulo del sito), telefonica, WhatsApp, fino ad esaurimento posti disponibili.
Mura urbiche
Sabato 12 settembre – San Benedetto Belbo
Sui sentieri delle verdi colline e dei racconti
I sentieri -
L’escursione si sviluppa sulle colline silenziose e appartate dell’Alta Langa dove la natura è rigogliosa e le storia ha lasciato la sua impronta ancora leggibile nel paesaggio. Si parte da San Benedetto Belbo, piccolo e caratteristico centro abitato incastonato nel verde delle vallate: questo angolo di Langa e i suoi abitanti ispirarono le più intense pagine dello scrittore albese Beppe Fenoglio e, durante la camminata si toccheranno i luoghi letterari più significativi. Il percorso si sviluppa in parte sulla displuviale tra la Valle Belbo e la Valle Bormida permettendo così di ammirare scorci panoramici di grande bellezza e tocca luoghi di interesse storico-artistico. Si rientra al punto di partenza percorrendo un sentiero immerso in un ambiente naturale e incontaminato che tocca luoghi di particolare interesse storico.
I monumenti - Mura urbiche di San Benedetto Belbo, sito della Madonna dei Monti che conserva pregevoli  affreschi del ‘400. Dopo aver ammirato gli affreschi all’interno della chiesa si visiterà il centro storico di Niella Belbo, la parrocchiale di San Giorgio (affreschi del ‘400), la porta medievale  (porta dei “Francesi”) e la torre ai margini occidentali del paese.
Info tecniche - Ritrovo: ore 9,30  – Partenza ore 10 – 12050 San Benedetto Belbo (CN), c/o Comune, Via Fratelli Cora 1. Rientro nel pomeriggio ore 16,30. - Lunghezza percorso: Km 14 circa – dislivello tot. 497 –  si consigliano calzature e abbigliamento adeguati. - Escursione condotta da  guida naturalistica AIGAE Regione Piemonte. - Costo: escursione + visita guidata + degustazione Euro 10 (gratuità minori di 14 anni) specificare nella prenotazione se si intende partecipare alla degustazione. - Prenotazioni: La prenotazione sarà effettuata obbligatoriamente in modalità online (da modulo del sito), telefonica, WhatsApp, fino ad esaurimento posti disponibili.
Cappella di San Sebastiano
Sabato 19 settembre – Bergolo
Sui sentieri del marchesato lungo la GTL(Grande traversata delle Langhe) 
I sentieri - Le colline delle meraviglie: così si potrebbe definire il territorio della Valle Bormida che segue la traccia di antichi sentieri percorsi in passato da cavalieri, mercanti e pellegrini. Partendo da Bergolo, il piccolo “paese di pietra”, e dopo aver visitato la cappella di San Sebastiano, importante testimonianza architettonica del romanico, percorreremo un sentiero che si sviluppa sulla panoramica cresta che fa da displuviale tra la Valle Uzzone e la Valle Bormida. Il territorio era inglobato nei domìni dei Marchesi Del Carretto. Il potente casato di “aleramiche” origini controllava le vie di comunicazione che collegavano il sud del Piemonte alla Liguria. Su questi impervi sentieri sono transitati per centinaia di anni carichi di merci che provenivano dai porti della Liguria o che ad essi erano destinati. L’importanza strategica del territorio la si legge nelle ricche testimonianze artistiche ancora visibili: torri, castelli e chiese che avremo modo di conoscere e visitare durante il percorso. Si rientra a Bergolo nel pomeriggio
I monumenti - Cappella di San Sebastiano a Bergolo, l’antico insediamento medievale di Prunetto dove su di una verde spianata affacciata alla Valle Bormida si staglia il profilo del suggestivo castello edificato dai Del Carretto di Pruney e la chiesa della Madonna del Carmine. La chiesa di antichissima origine conserva all’interno innumerevoli affreschi del ‘400.
Info tecniche - Ritrovo: ore 9,30  – Partenza ore 10 – Incontro: Via Roma 6 c/o comune – Bergolo (Cn) 12074. Rientro nel pomeriggio. -  Lunghezza: percorso Km 18 – dislivello tot. 497 –  si consigliano calzature e abbigliamento adeguati - Escursione condotta da  guida naturalistica AIGAE Regione Piemonte - Costo: escursione + visita guidata + degustazione Euro 10 (gratuità minori di 14 anni) specificare nella prenotazione se si intende partecipare alla degustazione. - Prenotazioni: La prenotazione sarà effettuata obbligatoriamente in modalità online (da modulo del sito), telefonica, WhatsApp, fino ad esaurimento posti disponibili.

Importante: l’ escursione verrà svolta secondo i termini di legge per la sicurezza Covid-19. Ogni partecipante deve avere da utilizzare nei momenti opportuni le mascherine (non durante la camminata), gel disinfettante e avere con se una biro per la firma del modulo.