Riceviamo e pubblichiamo
Domani, sabato 1° agosto, tra i programmi Rai vi consigliamo un documentario della serie “Alpi Selvagge (Rai5) e a “Passato e Presente” l’uomo sulla luna (Rai Storia).

Le “Alpi selvagge” testimoni dell’era glaciale
Milleduecento chilometri di roccia formano la catena montuosa più famosa al mondo per le sue vette leggendarie e le sue piste da sci: le Alpi. In mezzo, però, esiste un mondo sorprendente per la sua biodiversità. Lo racconta la serie “Alpi Selvagge”, in onda  sabato 1 agosto alle 14.50 su Rai5. Questa vasta catena montuosa ospita una popolazione di animali selvatici che si è adattata a sopravvivere in una area selvaggia nel cuore del continente più densamente popolato del mondo. I tre documentari della serie, prodotti nell’arco di cinque anni con tecniche cinematografiche all’avanguardia, vanno alla scoperta dei suoi segreti e delle sue innumerevoli forme di vita.

“Passato e Presente” e l’uomo sulla luna: la corsa allo spazio
Luglio 1969. Neil Armstrong e Buzz Aldrin compiono la prima storica passeggiata sulla Luna. A “Passato e Presente”, il programma di Rai Cultura in onda sabato 1 agosto alle 20.30 su Rai Storia, Paolo Mieli ne parla con il professor Mauro Canali. La storia che porta a quel traguardo comincia 12 anni prima, quando i Russi, in piena guerra fredda, mandano nello spazio il primo satellite artificiale: lo Sputnik. Da quel momento comincia una corsa tra le due superpotenze – Urss e Usa – per ottenere i risultati più stupefacenti e tecnologicamente avanzati nell’ambito della ricerca spaziale. Inizialmente i sovietici sembrano più avanti. Sono loro a mandare il primo essere vivente nello spazio (la cagnetta Laika) e poi il primo uomo: il maggiore Yuri Gagarin. Ma negli anni, grazie a ingenti investimenti, gli americani recuperano terreno e nel 1968 saranno loro i primi a far compiere il giro della Luna a tre astronauti con la missione Apollo 8. L’anno successivo porteranno a termine la missione definitiva: l’Apollo11