a cura della Redazione
Dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 19, fino al 23 agosto, apre le sue porte ai visitatori la Cappella del Doge, a Palazzo Ducale, in quel di Genova.

Spazio nevralgico della cultura cittadina, durante l’estate Palazzo Ducale riscopre la veste più storica, strettamente legata alla storia della città.

Sede del governo della Repubblica di Genova e residenza del doge, il Palazzo si è sviluppato nel corso dei secoli, a partire dal Medioevo fino alla fine del Cinquecento, quando l’intervento del Vannone trasformò gli spazi adeguandoli al prestigio e alla ricchezza raggiunti dalla Repubblica in quello che è ormai noto come il Siglo de los Genoveses.
In quel progetto rientra anche la splendida Cappella del Doge, interamente affrescata nella prima metà del Seicento da Giovanni Battista Carlone e Giulio Benso.
Sebbene sembri dedicata alla Vergine, rappresentata nella radiosa scultura di Francesco Schiaffino sull’altare, la Cappella celebra in realtà i fasti di Genova: in un crescendo di decorazioni – dal pavimento con i marmi policromi alla volta a trompe l’oeil – sulle pareti affrescate sono rappresentati gli eroi della storia di Genova, Guglielmo Embriaco e Cristoforo Colombo.

Sulla volta la Vergine in trono invocata dai Santi protettori della città, Giovanni Battista, Giorgio, Bernardo e Lorenzo mostra il bambino Gesù con un cartiglio ben visibile che recita «et rege eos» – governali – in riferimento al decreto del 1637 con cui la Madonna venne eletta Regina di Genova e la Repubblica fu trasformata in Regno.
Fino al 23 agosto. Biglietto unico 3€. Ingressi limitati, è possibile acquistare il biglietto online sul sito vivaticket.it oppure direttamente presso la Biglietteria di Palazzo Ducale, dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 18.