Riceviamo e pubblichiamo
Domani, venerdì 24 luglio, su Rai Storia puntata di “Mare Nostrum” dedicata a Trieste.

Il “Mare Nostrum”: Viaggio a Trieste
Trieste
è una città dai mille volti: qui si incontrano l’Europa centrale e il sud del mondo, la Mitteleuropa e il Mediterraneo, il Carso e il mare. Una città raccontata da “Mare nostrum” in onda venerdì 24 luglio alle 22.10 su Rai Storia (canale 54). Oggi la città e il mare si fondono e si uniscono, l’acqua si insinua verso i palazzi attraverso il Canal Grande, la città si spinge nel mare lungo il molo audace e Piazza Unità d’Italia è un quadrato perfetto a cui manca un lato, e quel lato è la sua porta verso l’Adriatico. Ma non è sempre stato così. Per secoli Trieste, schiacciata dalla potenza della Repubblica Veneziana, è stata una minuscola città arroccata su un colle e racchiusa da alte mura; una città senza un porto, senza un mare. Il legame di Trieste con il mare ha una data di nascita ben precisa, il 1719, quando l’imperatore Carlo VI d’Asburgo crea il Porto Franco di Trieste. Da quel momento in poi Trieste si svilupperà vertiginosamente proprio come primo sbocco al mare dell’Impero austriaco. E questa crescita si interromperà solo con la fine della Prima Guerra Mondiale, quando – diventata italiana – non sarà più porto dell’impero austriaco.