Riceviamo e pubblichiamo
Cortina: appuntamenti d’estate e anteprima d’autunno. Il calore della roccia sotto le mani, la brezza leggera una volta raggiunta la cima. Il respiro si fa più profondo, la mente si rigenera in quota. Le Dolomiti accese di rosa e d’arancione al tramonto, un’alba vissuta in silenzio. Chiudere gli occhi e sentire il vento sulla pelle, riaprirli e rendersi conto che non si tratta di un sogno: le montagne davanti a sé, una gioia infinita che scorre nel cuore. Cortina è tutto questo e molto di più. Un territorio da scoprire senz’auto, grazie agli impianti a fune, e una natura da cui farsi abbracciare in tutte le stagioni.

La felicità è a portata di fune. L’estate è il momento migliore per lasciarsi alle spalle i periodi difficili, dimenticare smog e automobili, salire a bordo di una funivia e lasciarsi trasportare verso l’alto. I rifugi, gli alpeggi e le vette di Cortina sono pronti ad accogliere gli ospiti di questi mesi estivi.

Ma l’abbraccio della natura prosegue anche in autunno, quando la tavolozza vira verso i colori caldi e il foliagefa la felicità degli occhi.
Se c’è una tendenza che si sta affermando, in questo 2020, e che non sembra sfiorire in nessuna stagione, è la voglia di natura e spazi aperti e incontaminati. Il comprensorio di Cortina Skipass ha lavorato a lungo per rispondere a questo desiderio di benessere naturale con proposte adatte a vari tipi di pubblico, anche grazie al nuovo ticket Cortina Vertical Pass, il biglietto da 3, 5 o 7 giorni da usare liberamente, durante tutta la stagione estiva, fino ad esaurimento delle giornate acquistate.

L’abbraccio delle Dolomiti
La cornice di vette dolomitiche che circonda Cortina richiama un vero e proprio abbraccio: un gesto che trasmette affetto, accoglienza, protezione
. Qui si respira un’aria pura, ricca di ossigeno grazie alla prosperosa vegetazione e al sapiente mix naturale di conifere, che sono un vero toccasana per le loro proprietà antisettiche sulle vie respiratorie. Si torna a un concetto di salute olistica che include quello di consapevolezza e responsabilità verso noi stessi, il prossimo e l’ambiente. Tra le Dolomiti, rispettare le misure di sicurezza non intacca minimamente il senso di libertà e fusione con la natura che si prova in questi luoghi. Gli impianti a fune rendono luoghi unici accessibili a tutti, consentendo una mobilità alternativa, green, senza auto, comoda e sicura. Per prendere gli impianti di risalita, i viaggiatori seguono poche e semplici istruzioni: possono acquistare comodamente i biglietti on-line attraverso il sito skipasscortina.com, accedere agli impianti con la mascherina, utilizzare i dispositivi igienizzanti per le mani presenti alle stazioni di partenza e arrivo, rispettando le distanze.
Abbraccia l’autunno a Cortina
Il paesaggio, a Cortina, è una continua scoperta
. L’autunno porta con sé il fascino di una bellezza malinconica, eppure sfacciata nei colori: il rosso, l’oro, il bruno dominano il panorama e offrono uno spettacolo che lascia senza fiato. Dopo settembre i boschi sono il paradiso dei fotografi e dei trekker. Tra le escursioni imperdibili, quella per raggiungere il Col de Varda: dopo la salita in seggiovia si passeggia lungo i sentieri che, nel periodo autunnale, regalano uno sguardo privilegiato sulle Dolomiti, ammantate di colori sgargianti. Per gli amanti delle due ruote, anche la pista ciclabile lungo la linea della vecchia ferrovia, immersa nel verde o, in questo caso, nell’oro dell’autunno.
Abbraccia l’avventura: Misurina e Auronzo
La valle di Auronzo e Misurina è una palestra a cielo aperto tutta da esplorare
. Magari a cavallo: a Palùs San Marco c’è un maneggio dove imparare le basi dell’equitazione oppure andare direttamente a cavalcare tra boschi e sentieri. Un’altra opzione molto divertente è il Fun Bob, adorato da persone di tutte le età. A fianco della stazione a monte della seggiovia Taiarezze-Malòn c’è la partenza della rotaia. Si sale sul bob e si scende in velocità e in sicurezza, tra rettilinei, tornanti e curve spettacolari. In zona si trova anche il Tre Cime Adventure Park, che propone ben cinque percorsi aerei tra gli alberi, dal più semplice al più complesso.

Bici & Abbracci: in mountain bike sulle Tofane
Le Tofane, tra le montagne più caratteristiche ad affacciarsi sulla conca, sono particolarmente adatte ai giri in mountain bike sui comodi sentieri del comprensorio
. Si sale a bordo delle seggiovie Piè Tofana – Duca d’Aosta, Duca d’Aosta – Pomedes, sapendo che il costo del biglietto comprende il trasporto della bici. Il Bike Park Socrepes è un divertente banco di prova per chi vuole testare il brivido della discesa: tra boschi di larici ed abeti si snodano tre percorsi flow e oldschool di diverse difficoltà, studiati per principianti ed esperti. Non mancano passaggi e salti tecnicamente impegnativi, ma anche tratti semplici, perfetti per fare pratica. Le biciclette si possono comodamente noleggiare in loco, e ci si può rivolgere alle guide di Ride in Cortina per consigli e lezioni. https://www.impianticortina.it/mountain-bike-e-bike-park/

L’abbraccio verticale: arrampicare sulle cime ampezzane
Altro che triathlon: in montagna lo sport dell’estate si compone di e-bike, ferrata e scalata. La formula Climb & Ride proposta dal Gruppo Guide Alpine di Cortina consiste in un viaggio di quattro giorni tra le vette più famose della conca ampezzana. È un’esperienza completa, che permette di vivere la montagna in tutta la sua articolata complessità. Di giorno si esplorano, a piedi, pedalando, scalando, territori magnifici, e di sera si raggiungono i rifugi di Cortina Delicious, ovvero l’area che si estende tra Pocol e i passi dolomitici Falzarego e Giau, per una cena a base di prodotti locali e un buon riposo. L’occasione per ammirare le cascate di Fanes, Nuvolau e Averau, il lago di Federa, il Becco di Mezodì. I prossimi tour partono il 9 e 30 agosto, il 13 settembre. www.guidecortina.com/attivita/climb-and-ride/.

Novità dell’estate è la palestra open air di roccia per l’arrampicata sportiva ai piedi della parete sud del Monte Averau. Realizzata dalle Guide Alpine Maurizio Venzo, Valerio Scampa e Giorgio Peretti, è dedicata all’alpinista Renato De Pol Rene’. La palestra si trova verso la fine del sentiero 441 che dal rifugio Averau si snoda verso Croda Negra e Col Gallina. La zona è raggiungibile dal Passo Giau con la funivia Fedare. In alternativa si prende la seggiovia 5 Torri, si arriva alla Forcella, e da qui si segue il sentiero Col Gallina per dieci minuti.
L’abbraccio della Storia
Non tutti i musei possono essere contenuti dentro un edificio. Il Museo a cielo aperto della Grande Guerra è un grande libro da attraversare a piedi alla scoperta delle tante testimonianze storiche del primo conflitto mondiale. Siamo in un’area compresa tra il Lagazuoi, le 5 Torri, il Sasso di Stria e Forte Tre Sassi: in un raggio di appena 5 km è custodito un tesoro. Il Consorzio Cortina Delicious organizza visite guidate al museo, nell’area del Lagazuoi, fino all’autunno, con un rievocatore storico in divisa III Reggimento dei TirolerKaiserjäger, completo di tutto il suo equipaggiamento, pronto a raccontare – in italiano, oppure in tedesco e inglese – la vita quotidiana dei soldati al fronte e le pagine di storia più interessanti tra quelle scritte in questi luoghi. Domenica 2 agosto si terranno due rievocazioni storiche. La prima, organizzata dagli impianti Averau nel Museo all’aperto della Grande Guerra, riunirà oltre 40 rievocatori storici in divisa provenienti da tutto il mondo. La seconda, al rifugio Averau e nell’area circostante, è organizzata dalla famiglia Siorpaes, proprietaria del rifugio.
https://cortinadelicious.it/IT/ev70-Rievocazione-storica-al-rifugio-Averau

Gusto, profumi e abbracci: il Delicious Festival Dolomiti
Dolomiti da scoprire, da percorrere a piedi, da gustare attraverso le ricette del territorio, in estate e in autunno
. È una vera esplorazione a 360° la proposta che rientra sotto il grande cappello del Delicious Festival Dolomiti. Il primo appuntamento è tra il 25 e il 26 luglio, con il Delicious Slow Trekking: in 24 ore si scopre l’area che si estende tra i passi Giau e Falzarego, senza fretta, assaporando ogni istante. In autunno il Festival entra nel vivo: si parte il 19 settembre, con il Delicious Climbing Dolomiti, il contest non competitivo di arrampicata lungo le 5 Torri. Si prosegue nel weekend successivo con l’apericena e il pasta party di venerdì, mentre sabato 26 settembre tocca allo sport. La Delicious Trail Dolomiti è una corsa a piedi di circa 44,2 km circa e 3.240 metri di dislivello positivo, con partenza dal centro di Cortina. Durante il percorso gli atleti passeranno attraverso il Museo della Grande Guerra, ai piedi di due vette come il Lagazuoi e il Nuvolau. Per i più piccoli, dai 4 ai 12 anni, c’è il Mini DeliciousTrail Dolomiti, sempre a Pocol.
https://delicioustrail.it/
Abbraccia l’equilibrio: yoga, astronomia e gusto
A Cortina la connessione è perfetta, anche senza smartphone e tablet
. Si entra in contatto con il sé profondo, la natura e l’universo stellato che ci circonda. Esperienze da vivere per tutta l’estate in zona Tofana. Si possono prenotare sessioni di Yoga ad alta quota all’alba, sulla terrazza del ristorante Col Druscié, complete di saluto al sole, seguite da una gustosa colazione. Oppure ci si immerge nel bosco per un ForestBathing, a tu per tu con gli alberi e la loro linfa vitale, prima di una cena. In collaborazione con le vicine Cantine Masi ci si scopre sommellier durante una degustazione ad alta quota, oppure si sceglie una delle esperienze legate al vicino osservatorio astronomico “Helmut Ullrich”: dall’astrocena al ristorante Col Druscié alle visite guidate e alla “caccia” alle stelle cadenti del 12 agosto. www.freccianelcielo.com/eventi/
Lo yoga diventa l’occasione per rimettersi in moto fisicamente e mentalmente, abbinando la scoperta del territorio – attraverso il trekking, l’arrampicata o la ferrata – alla pratica di questa antica disciplina. Delicious Yoga Mountain Active – Horizons of your soul è un appuntamento ideato da Cortina Delicious con le Guide Alpine di Cortina: per tutta l’estate, fino a settembre, i partecipanti vengono accompagnati da una guida alpina e dall’istruttrice Adima Bernardi, wellness coach e hata yoga. https://cortinadelicious.it/IT/ev67-Delicious-Yoga-Mountain-Active

Abbraccia la magia: il Cortina Summer Party
In montagna si cammina, si pedala, si gustano i prodotti tipici, si fa sport. Ma non solo: si scopre una dimensione sociale nuova, allegra e genuina. Anche quest’estate Cortina è in festa. Con il ritorno del Cortina Summer Party, il picnic che ogni anno rappresenta il culmine della stagione. Appuntamento il 20 agosto, sui prati del Rifugio Socrepes. Davanti alle Tofane si condividono ore di spensieratezza, si assapora la cucina d’autore degli chef, molti dei quali stellati, si scoprono le eccellenze locali. Tanti gli ospiti, tra i quali anche gli speaker di TEDxCortina, l’evento che si terrà il giorno successivo.Il 21 agosto, infatti, torna l’appuntamento con il TEDx più alto d’Italia, giunto alla quarta edizione, a tema “Emergenze”.

L’abbraccio dell’arte: le mostre a Lagazuoi EXPO Dolomiti
Tra le vette di Cortina, a 2.778 metri di altitudine, sorge una galleria artistica e multimediale tra le più alte d’Europa
, Lagazuoi EXPO Dolomiti, che per l’estate e l’autunno ha in serbo due mostre. La prima, Dolomites Project 2010, visitabile fino al 31 agosto, è dedicata a un maestro dell’obbiettivo, Olivo Barbieri, vincitore della prima edizione del Lagazuoi Photo Award. Fino al 22 ottobre spazio a un altro progetto, K2 sessant’anni dopo: un doppio reportage che omaggia la grande impresa del 1954, con la conquista della seconda vetta del mondo, in un documentario girato dal caporedattore SkyTg24 Daniele Moretti e una serie di scatti realizzati dallo stesso Moretti con il fotografo Matteo Zanga.
https://lagazuoi.it/IT/Expo-Sale-espositive-page10-Lagazuoi-EXPO-Dolomiti