di Stefano Taccori
Ospitiamo oggi una interessante riflessione di Stefano Taccori sul non inquinare e rispettare la natura.

Mi presento, mi chiamo Stefano Taccori, ho 37 anni e come professione mi occupo di fitness e body building… quindi penserete cosa ha a che fare questo con ciò che voglio dirvi fra poco?
Semplice, sono stato educato al rispetto della natura e degli animali, non inquinare è un obbligo!

L’impossibilità di arrivare al mare agevolmente a causa del post quarantena e dei disagi autostradali hanno fatto riscoprire a tanta gente le località stupende della nostra provincia… risultato? Tutti al fiume!
Sono ormai 20 anni che mi godo i weekend a Lerma, nell’acqua cristallina dei suoi torrenti e non posso sopportare che gli incivili stiano distruggendo tutto ciò inquinando il bosco e l’acqua indiscriminatamente con quintali di spazzatura

È un’emergenza ambientale, non si può fare finta di niente.
Ormai tutte le domeniche, in località Rocchetta a Lerma (AL), ad esempio, c’è una moltitudine di macchine parcheggiate ovunque… gazebo, tende, griglie…
Quello che mi fa arrabbiare è che tutto questo sia vietato dalla legge e ci sono i cartelli ma nessuno controlla!
Ciò che rimane la sera dopo le feste di questi schifosi imbecilli per non dire di peggio….è birre, tappi, buste di plastica, cicche di sigarette, sacchi interi di spazzatura, carta, bottiglie di plastica di ogni genere e poi non potevano mancare le mascherine!

Dobbiamo fermare questo schifo, aiutatemi a segnalare questo problema e fatelo a vosrta volta.
Se avete notizie e prove, le autorità devono saperlo e intervenire immediatamente.
La natura è un bene di tutti, c’è ancora tanto da salvare.
Vi prego, facciamolo!