Riceviamo e pubblichiamo
Domenica 26 luglio visite gratuite al muBATT – Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba del 1544 e agli affreschi della Madonna del Buontempo.

Domenica 26 Luglio 2020 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, dopo i mesi di chiusura legati all’emergenza Covid-19,  proseguono le visite al muBATT – il museo della Battaglia di Ceresole d’Alba del 1544
 Lo stesso giorno sarà inoltre possibile visitare gli affreschi della Madonna del Buontempo (sec. XVI) conservati nella sala Affreschi del Palazzo Comunale.
Le visite agli Affreschi di Ceresole d’Alba rientrano nell’ itinerario “Sui Sentieri dei Frescanti” che collegano e valorizzano le principali testimonianze pittoriche del Roero.

I “Sentieri dei Frescanti” sono percorsi che attraversano il territorio del Roero e abbracciano oltre sette secoli di arte e storia, svelando una serie di affascinanti e preziosi affreschi dipinti tra il X ed il XVIII secolo.
Le visite al muBATT e agli Affreschi della Madonna del Buontempo sono gratuite.
I comuni di Saint-Paul-de-Vence (Francia) e di Ceresole d’Alba (CN) possiedono una storia comune, come dimostrato dalla presenza delle alte mura e del cannone di Saint-Paul-de-Vence, ex-città reale. Questi reperti costituiscono la memoria dei conflitti che hanno avuto luogo nel corso delle guerre d’Italia, in particolare nel corso della battaglia di Ceresole, vinta da Francesco I di Francia, nell’aprile 1544.

Il Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba (muBATT) nasce dalla collaborazione tra i Comuni di Ceresole d’Alba e Saint-Paul-de-Vence.
Il muBATT, realizzato riqualificando gli ambienti della vecchia ala del mercato del Comune di Ceresole d’Alba, permette ai visitatori di scoprire le vicende e le curiosità di una delle più importanti battaglie combattute da eserciti stranieri in territorio italiano.
Protagonisti dello scontro, avvenuto il 14 aprile del 1544, furono l’esercito francese di Francesco I e l’esercito degli Imperiali guidato da Carlo V, che si sfidarono per ottenere l’egemonia in territorio italiano. Lo scontro, che vide protagonista circa 30 mila soldati, si concluse con la vittoria dell’esercito francese.
Il percorso di visita avrà l’obiettivo di raccontare la battaglia ed evidenziare lo stretto legame tra il territorio di Ceresole d’Alba e la sua straordinaria storia, ricca di vicissitudini. Tra le sale dello spazio espositivo il visitatore potrà cimentarsi in un viaggio alla scoperta della battaglia, ammirandone le testimonianze e i cimeli storici conservati preziosamente durante i secoli.

Le visite  dovranno avvenire  rispettando le prescrizioni in materia di accessi per garantire la sicurezza dei visitatori e delle guide consentendo l’accesso ad un massimo di 4 persone.I visitatori, come previsto dalle indicazioni, dovranno essere muniti di mascherina chirurgica e all’ interno dei locali dovranno mantenere il distanziamento sociale previsto di almeno 1 metro. 
Nel frattempo  stuzzichiamo la vostra curiosità con un video che vi mostra  i luoghi della Battaglia di Ceresole d’Alba, inserendo qualche piccola nozione legata allo scontro. I luoghi che potete scoprire in anteprima potranno fare parte dei percorsi che si stanno allestendo in questi mesi e che saranno percorribili a partire dal mese di settembre. Nel video potrete ammirare il territorio ceresolese, il centro storico del borgo e il Castello di Ceresole d’Alba​.

IndirizzoPiazza Vittorio Emanuele II n.2
Telefono0172.574135
Fax0172.574496
EMailmubatt.ceresole@comune.ceresoledalba.cn.it
SedeMuseo della Battaglia di Ceresole d’Alba – Piazza Vittorio Emanuele II n.2
ProprietàComune di Ceresole d’Alba
AperturaOgni ULTIMA DOMENICA del Mese con Orario 10.00 – 13.00 e 14.00-18.00
Su prenotazione per le scuole o i gruppi
TariffeIngresso Gratuito
InformazioniIl Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba del 1544 presenta il territorio e le testimonianze dello scontro tra le truppe Francesi di Francesco I e Spagnole di Carlo V che sconvolse il Piemonte e il territorio Ceresolese causando oltre 10.000 morti