Riceviamo e pubblichiamo
Domani, domenica 19 luglio, tra i programmi Rai vi segnaliamo: su Rai1 “Paesi che vai” va a Subiaco. Su Ra5 per i tesori del Sudafrica le montagne della diversità, il Giappone visto dall’alto e le aree selvagge dell’Australia.

“Paesi che vai” arriva a Subiaco: sulle tracce di San Benedetto e di Lucrezia Borgia
Domenica 19 luglio
, alle 9.40 su Rai1, “Paesi che vai” arriva a Subiaco, per seguire le tracce di uno dei più grandi e amati santi italiani, San Benedetto, che in questa cittadina del Lazio a poche decine di chilometri da Roma ha seguito la sua vocazione. Prima come eremita poi come predicatore, fondando uno degli ordini più antichi del mondo, quello benedettino, e redigendo la prima regola del monachesimo occidentale: “Ora et labora et lege”. Livio Leonardi visiterà i luoghi in cui Benedetto è cresciuto e ha passato i primi anni come eremita, le grotte che oggi sono diventate un santuario molto amato dai fedeli di tutto il mondo, il Sacro Speco. Alla comunità monastica Umberto Eco si è ispirato per creare “Il nome della rosa”. Le telecamere entreranno anche nei primi monasteri Benedettini: da Santa Scolastica, ancora a Subiaco, intitolato alla sorella del Santo, all’abbazia di Casamari, svariati chilometri più a sud, divenuta circa un secolo dopo abbazia cistercense. Il viaggio sulle tracce di San Benedetto terminerà a Montecassino, il grande monastero fondato dal santo nella parte finale della sua vita, ed oggi il vero centro del suo culto. Ma questo viaggio poetico nel cuore del Lazio condurrà anche alla Rocca Abaziale di Subiaco, il luogo in cui è nata e ha trascorso la giovinezza una donna misteriosa e affascinante di cui la storia del medioevo italiano narra moltissimo: Lucrezia Borgia. E le sorprese non sono finite, perché questa terra regala anche sapori indimenticabili: come quello dei formaggi prodotti da una azienda a conduzione familiare, che li produce secondo una tecnica di lavorazione che risale addirittura ai Sanniti. Infine, si andrà a scoprire il rigoglioso scenario naturale dei Parchi Simbruini, un vero paradiso per gli amanti dell’aria aperta, che si stende a poca distanza da Subiaco, sul corso del fiume Aniene.

I tesori segreti del Sudafrica: il Kogelberg, le montagne delle diversità 
Sulla punta sud-occidentale dell’Africa c’è una meraviglia botanica con acque che pullulano di vita e specie uniche che non si trovano in nessun altro luogo del pianeta: la riserva naturale di Kogelberg, protagonista dell’ultimo episodio della serie “I tesori segreti del Sudafrica” in onda domenica 19 luglio alle 13.40 su Rai5. Considerata da molti come la più bella delle aree protette del Capo occidentale del Sudafrica, occupa un’area incontaminata dove la presenza umana è quasi assente. L’eccezionale diversità e qualità di fynbos che si trovano qui rendono questi luoghi il cuore del regno floreale del Capo. Ma le meraviglie floreali del Kogelberg non si limitano alla terra ferma e arrivano fino all’oceano.

Il Giappone visto dal cielo: la terra degli dei
La spiritualità occupa un posto molto importante nella vita del Giappone moderno: il nuovo episodio della serie in prima visione girata in 4K “Il Giappone visto dal cielo”, in onda domenica 19 luglio alle 21.15 su Rai5, la racconta visitando luoghi poco frequentati dal turismo di massa e tuttavia cruciali per la cultura di questo Paese. Partendo da Hiroshima, dove il ricordo della tragedia della Seconda Guerra Mondiale è ancora molto vivo, l’episodio si sposta verso regioni meno conosciute, dove si coltivano olivi e si allevano ostriche. Lungo il tragitto si incontrano anche gruppi di pellegrini di tutte le età, che intraprendono lunghi viaggi a piedi per raggiungere i luoghi sacri del Buddhismo giapponese.

Il selvaggio Top End australiano: luoghi senza tempo
Pochi luoghi al mondo sono rimasti incontaminati come le aree selvagge dell’Australia settentrionale: una terra dimenticata dal tempo, in cui sono localizzate alcune delle foreste pluviali più antiche, un tempo abitate dai dinosauri più grandi, i cui “discendenti” – i coccodrilli d’acqua salata, i più grandi rettili del mondo – abitano ancora questa zona. Il documentario “Il selvaggio Top End australiano”, in onda domenica 19 luglio alle 22.10 su Rai5, racconta la bellezza di questi paesaggi, approfondendo gli elementi biologici che rendono l’Australia del Nord una terra unica.