di Roberta Pelizer
Prosegue la presentazione delle persone che fanno parte del brand RP; oggi Roberta Pelizer ci racconta di due modelle: Ilona e Ioana.

Carissimi amici lettori proseguo nel viaggio per farvi conoscere chi fa parte del mondo RP.

Oggi vi racconto di altre due ragazze alle quali sono molto affezionata, entrambe dei paesi dell’est ma italiane di adozione: loro due si chiamano Ilona Moraru e Ioana Catalina Dumitrean.
Ilona lavora con me da circa un anno ed è stata proprio lei a contattarmi su Facebook chiedendomi se avevo piacere di farla sfilare o di inserirla nel mio staff.

L’anno scorso, giusto nel mese di luglio, gran parte dello staff dell’agenzia si è ritrovato impegnato con parecchi lavori e, quindi, lei è capitata, come si dice, giusto a fagiolo ed è stato amore a prima vista perché Ilona è una donna dolcissima, simpatica e che “in compagnia” si dimostra davvero spassosa.
In passerella ha uno charme unico ed in quanto donna riesce a valorizzare i capi con una maturità piena di fascino: di lei mi piacciono la precisione, la correttezza e l’impegno che mette in tutto quello che fa.
Ioana è stata una bella sorpresa da parte di Fabrizio Capra: lei mi dice sempre che le ho dato una grande opportunità facendola lavorare con noi e, per me, queste parole valgono più di ogni cifra.

Ioana ha grande personalità e la dimostra, con successo, in ogni occasione lavorativa: dalle sfilate agli impegni come hostess.
Entrambe, come me, sono mamme e questo fattore ci lega molto, soprattutto quando siamo “fuori onda” perché ci troviamo d’accordo su molte cose e ci confrontiamo con i vari discorsi sui figli.
Tutte e due hanno fatto parte delle “A un passo dal cielo girls”, un locale con il quale abbiamo collaborato l’anno scorso e che ci ha dato parecchia visibilità, sono sempre presenti nelle sfilate e sono elementi importanti per la buona riuscita di ogni evento.
Sono molto orgogliosa di queste due donne meravigliose e mi auguro di poter lavorare con loro ancora per molto tempo perché il feeling che abbiamo creato nel brand è davvero unico.