Riceviamo e pubblichiamo
Oggi per la rubrica “Benessere al naturale” proponiamo una interessante iniziativa promossa da Art UP: “Arte per il benessere”. Due incontri aperti al pubblico venerdì 26 giugno 2020 ore 13.00 e venerdì 3 luglio 18.30. Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria all’indirizzo facilitatoriartup@gmail.com.

Art UP presenta ARTE PER IL BENESSERE un ciclo di incontri aperti al pubblico in modalità webinar condotti attraverso un metodo sviluppato e costruito nel corso di otto anni di lavoro e che oggi è stato messo a punto per essere applicato anche in modalità online.

Gli incontri non si sostituiscono alla fruizione dal vero delle opere e all’esperienza reale di vivere il museo, ma forniscono da un lato degli approfondimenti culturali basati sulla storia dell’arte e la conoscenza delle vicende artistiche e dall’altro favoriscono il dialogo sulla dimensione affettiva e psicologica che le opere d’arte suscitano in chi le fruisce.
Queste attività aiutano il fruitore a sviluppare la capacità di interrogarsi in modo profondo davanti all’opera d’arte e a trovare un bilanciamento tra l’esperienza emotiva e la comprensione cognitiva dell’arte, ricucendo un legame tra l’individualità della fruizione e la condivisione del valore culturale del nostro patrimonio.
Infine le attività di Art UP mirano a favorire uno stato di benessere mentale che possiamo imparare a riconoscere anche nella vita di tutti i giorni.
Per due venerdì, 26 giugno ore 13.00 e 3 luglio ore 18.30, l’equipe di Art UP – composta da storici dell’arte, psicoanalisti e Facilitatori Arte-Salute – accompagna il pubblico in un viaggio virtuale alla scoperta di alcune opere di importanti istituzioni milanesi.

Ogni incontro si svolge in una modalità interattiva sulla piattaforma ZOOM. Il pubblico è invitato a dialogare su alcuni temi scelti – molteplicità/singolarità, ordine/caos, presenza/assenza – in rapporto alle emozioni e ai ricordi che scaturiscono dalle opere d’arte. Per ogni incontro saranno approfondite due opere, una del Novecento e una dell’Ottocento, accostate per valorizzare le differenze poetiche e linguistiche proprie di ogni artista. Nel primo incontro si guarderà a un dipinto di Vanessa Beecroft e a un bassorilievo di Antonio Canova, mentre nel secondo una tela di Giulio Paolini e una di Girolamo Induno.

Chi sono i Facilitatori Arte-Salute?
I Facilitatori Arte-Salute sono persone attraversate da disagio psichico che hanno seguito i corsi di formazione di Art UP. Attraverso la passione per l’arte e il desiderio di studiare, il loro lavoro è accompagnare il pubblico per musei, mostre e luoghi storici della città, coniugando in modo competente la spiegazione dell’arte con riflessioni sugli stati affettivi, le emozioni e la psiche umana.
L’equipe di Art UP dal 2012 favorisce processi di integrazione sociale, formazione culturale e supporto all’autoimprenditorialità per soggetti attraversati da disagio psichico. Il gruppo di lavoro si è costituito come associazione nel 2016 ed è composto da storici dell’arte, psicoanalisti e Facilitatori Arte Salute. Le attività di promozione sociale e culturale sono sostenute dal Comune di Milano attraverso l’assegnazione di una sede presso Casa Solidale e la collaborazione con il Programma Innovativo Regionale e con importanti istituzioni culturali milanesi come Gallerie d’Italia di Piazza Scala, Casa Museo Boschi Di Stefano, Diocesi di Sant’Eustorgio e Cappella Portinari.

RICHIEDI ISCRIZIONE PER VENERDI’ 26 GIUGNO ORE 13.00
RICHIEDI ISCRIZIONE PER VENERDI’ 3 LUGLIO ORE 18.30